Doppie punte: rimedi, maschere e come prevenirle - Roba da Donne

Ogni donna ha un nemico giurato per quanto riguarda i capelli: le doppie punte, quelle ciocche finali che sembrano bruciacchiate e smorte. Da cosa dipendono?

Cosa sono e perché si formano le doppie punte?

Le doppie punte sono un problema conosciuto anche come tricoptilosi, e sono alterazioni strutturali del capello: infatti, a lungo andare, la cuticola che avvolge il fusto capillifero si sfalda, causando un deterioramento del capello, che perciò si presenta con la parte terminale biforcuta, caratterizzata dal tipico aspetto sfibrato, opaco, secco e fragile.

Molte sono le cause delle doppie punte, che possono dipendere da:

  • Trattamenti chimici: parliamo di colorazioni, decolorazioni, permanenti e colpi di sole, che col tempo minano la salute dei nostri capelli. Per questo è importante optare per prodotti che siano il più naturale possibile.
  • Uso di piastra e phon: il calore eccessivo compromette l’integrità del fusto capillifero. Phon, ferro arricciacapelli o piastra andrebbero usati in misura limitata, a una temperatura medio-bassa, evitando quindi l’utilizzo quotidiano.
  • Spazzolamento eccessivo: alla lunga anche la spazzola sfibra il capello, contribuendo al suo deterioramento.
  • Lavaggi frequenti: a volte pensiamo che lavare i capelli tutti i giorni ci aiuti a mantenerli puliti e sani, ma è un errore comune da evitare.
  • Raggi UV: anche l’esposizione prolungata ai raggi solari o alle lampade abbronzanti favorisce la formazione delle doppie punte.
  • Cloro e salsedine: il mare è bellissimo, ma la salsedine ha un effetto deleterio sui nostri capelli, così come il cloro delle piscine. Per questo, dopo il bagno è importante risciacquare i capelli.
  • Dieta errata: anche l’alimentazione sbagliata, così come il fumo di sigaretta, contribuiscono all’indebolimento dei capelli.
Ogni quanto lavare i capelli: le teorie a seconda del tuo tipo di chioma

4 rimedi contro le doppie punte

Come possiamo eliminare questo problema diffuso e fastidioso? Ci sono molti rimedi, anche naturali, con cui possiamo almeno tenere sotto controllo il problema.

1. Il taglio

La soluzione più indicata per eliminare le doppie punte è tagliare i capelli, almeno nella misura interessata dal problema. Se invece si vuol cercare di correre ai ripari prima dell’irreparabile, scongiurando la spuntatina, potete provare a optare per dei rimedi casalinghi.

2. Maschere e impacchi naturali

Un’ottima idea per ripristinare la salute dei capelli sono le maschere fai da te, idratanti ed emollienti, che si possono preparare a casa usando ingredienti facilmente reperibili. Alcuni esempi?

  • Il burro di karitè, una sostanza che nutre, lenisce, ammorbidisce;
  • gli oli vegetali (mandorla, oliva, jojoba o lino), che hanno capacità emollienti, addolcenti, elasticizzanti.
  • lo yogurt bianco, che dona la giusta idratazione nutrendo il capello e aiuta quindi a riparare i danni e la secchezza;
  • le uova, che sono una fonte di proteine in grado di lucidare le chiome sfibrate.

Infine, potete preparare impacchi a base di miele, dalle notevoli proprietà idratanti, con vitamine e sali minerali che assicurano vigore, forza e protezione ai capelli.

3. La piastra che “cura” le doppie punte

Sul mercato esistono anche piastre in grado di eliminare le doppie punte, come queste che vi proponiamo di seguito.

Split-Ender Taglia Capelli per Doppie Punte

Split-Ender Taglia Capelli per Doppie Punte

Una piastra pensata per eliminare solo le doppie punte, senza intaccare la lunghezza dei capelli, con risultati da salone professionale.
189 € su Amazon
Pro
  • Risultati professionali
  • Elimina le doppie punte proteggendo la salute dei capelli
Contro
  • Ha la spina tedesca e necessita di adattatore
Mini Taglia Capelli Split Ender

Mini Taglia Capelli Split Ender

Una mini piastra che elimina le doppie punte, senza fili, ed è pratica e maneggevole.
115 € su Amazon
Pro
  • Preserva la lunghezza del capelli tagliando solo le doppie punte
  • Senza fili
Contro
  • I miglioramenti non sono sempre visibili

4. La velaterapia

Parliamo di un metodo efficace e salutare? Ne abbiamo discusso in questo articolo, evidenziandone alcune criticità.

Velaterapia: bruciare le doppie punte per ravvivare i capelli è una buona idea?

Come prevenire le doppie punte? 6 consigli utili

La parola d’ordine, come detto, è evitare di stressare i vostri capelli. Come primo passo, quindi, dovrete:

  1. Cercare di limitare al massimo l’utilizzo di tutte quelle fonti di calore che possono ledere la salute del capello, sfibrandolo: riducete al minimo indispensabile l’uso di phon, piastre liscianti o arricciacapelli.
  2. Non pettinate i capelli quando sono bagnati, o se proprio non resistete usate un pettine a denti larghi e, se siete amanti di code e chignon, usate elastici morbidi che non traumatizzino il capello.
  3. Prima di procedere all’asciugatura dei capelli è importante applicare un prodotto che li protegga dal calore.
  4. Evitate, nei limiti del possibile, i prodotti chimici.
  5. Prediligete spazzole con setole naturali.
  6. Occupatevi della beauty routine della vostra chioma con impacchi e maschere che aiutino a idratare e rinforzare i capelli.
Capelli bruciati dalla piastra o dal phon? Ecco qualche rimedio
La discussione continua nel gruppo privato!