logo
Stai leggendo: Ogni quanto lavare i capelli: le teorie a seconda del tuo tipo di chioma

Ogni quanto lavare i capelli: le teorie a seconda del tuo tipo di chioma

Durante l'anno, e in estate ancora di più, si tende a lavare spesso i capelli, usando grandi quantità di shampoo, balsamo e maschere per averli sempre puliti e profumati. In realtà, basterebbero molte meno docce: vediamo quanto spesso lavarli a seconda del tipo di capello.
ogni quanto lavare i capelli

Ogni tipo capello ha le sue caratteristiche, che lo rendono più o meno incline a risultare sporco. Solitamente nessuna chioma ha davvero bisogno di essere lavata troppo spesso, nonostante la produzione di sebo e altri fattori esterni. Ogni quanto lavare i capelli allora?

Per rispondere correttamente alla domanda, è necessario tenere conto sia del tipo di cuoio capelluto, della consistenza del capello, dell’utilizzo di prodotti di styling, ma anche delle abitudini quotidiane, e dell’influenza di ormoni e inquinamento. Vediamo ogni quanto lavare i diversi tipi di capelli e alcuni consigli generali per lavarli senza rovinarli.

Ogni quanto lavare i capelli grassi?

Prendersi cura dei capelli grassi non è semplice, perché sono il tipo di chioma che risulta sempre più unta e “sporca”, nonostante venga lavata spesso. Quali sono i consigli per lavare i capelli grassi? Innanzitutto eliminare gli shampoo troppo aggressivi, anche quelli che, da etichetta, sono per capelli grassi. Questi infatti contengono tensioattivi troppo forti, che eliminano gli oli naturali dei capelli.

Per difendersi, la cute produce più sebo in modo da restituire l’equilibrio, ma dando l’impressione di avere i capelli unti. La soluzione migliore quindi è lavare i capelli grassi utilizzando uno shampoo delicato per lavaggi frequenti, e a giorni alterni, cercando di risciacquare il più possibile il prodotto. Se si vogliono usare maschere o balsami per ammorbidire i capelli, è meglio applicarli solo sulle punte, poiché sono prodotti più grassi.

Ogni quanto lavare i capelli secchi?

I capelli secchi sono solitamente anche più fragili e tendono di più a spezzarsi, ma nonostante questo si sporcano meno. Di conseguenza la frequenza adatta di lavaggio è di una volta alla settimana circa. Lavare più spesso i capelli rischia di indebolirli maggiormente.

È dunque preferibile durante gli altri giorni usare uno shampoo secco e prodotti nutrienti che donino morbidezza e vitalità senza doverli lavare. Per asciugarli, è preferibile, almeno nelle stagioni calde, un’asciugatura naturale, senza l’uso del phon, che tende a seccare ancora di più i capelli, così come la piastra.

Ogni quanto lavare i capelli ricci?

ogni quanto lavare i capelli ricci
Fonte: Web

I capelli ricci hanno una resistenza maggiore allo sporco, e tendono a rimanere puliti più a lungo. Tuttavia sono difficili da tenere e curare, e spesso necessitano dell’uso di prodotti di styling come lacche o spume. Di conseguenza è consigliato lavare i capelli ricci una o due volte alla settimana usando shampoo e balsamo districanti o volumizzanti, in modo che i boccoli siano naturalmente perfetti.

Ogni quanto lavare i capelli fini

Un altro aspetto da considerare per sapere ogni quanto lavare i capelli è la consistenza del capello. I capelli fini sono anche un po’ più fragili, e di conseguenza una frequenza media di 3 volte alla settimana è la migliore per tenerli puliti senza stressarli troppo. Anche in questo caso, il phon e la piastra vanno usati con moderazione, perché tendono a danneggiarli e spezzarli. Usare shampoo volumizzanti e nutrienti li aiuta invece a risultare più sani e puliti.

Ogni quanto lavare i capelli spessi

I capelli spessi al contrario sono più resistenti al lavaggio, e si possono quindi lavare anche ogni 2 o tre giorni. L’importante, più della frequenza, è il modo in cui si lavano: è importante lavarli e sciacquarli attentamente per evitare che rimangano residui di shampoo e prodotti. Il lavaggio e l’asciugatura dei capelli spessi sono più lunghi e complessi perché molto corposi e voluminosi. Per questo gli shampoo liquidi sono più consigliati, mentre balsamo e maschere sono da usare saltuariamente contro il crespo e i nodi.

Ogni quanto lavare i capelli lunghi?

Per sapere ogni quanto lavare i capelli, un fattore di cui tenere conto è la lunghezza. Chiaramente i capelli lunghi entrano più facilmente a contatto con superfici sporche e sono più a portata di sporco e inquinamento. Chi porta i capelli lunghi è più incline anche a giocarci con le dita, a sistemarli in code e trecce, a portarli dietro le orecchie o a toccarsi il ciuffo. In realtà, essendo più lunghi, è più difficile notare lo sporco: di conseguenza, è consigliato lavarli non più di 2 volte alla settimana: è sufficiente infatti trovare il prodotto giusto per sentirli puliti anche per giorni interi.

Ogni quanto lavare i capelli corti?

Chi porta i capelli corti tende generalmente a lavarli più spesso, anche tutti i giorni, perché è più facile tenerli e curarli se ben puliti. Tuttavia, questo è sbagliato, poiché non conta la lunghezza dei capelli, ma il tipo. Se sono fini o spessi, grassi o secchi. Con capelli corti normali, è buona norma lavarli spesso, dalle 2 alle 3 volte alla settimana, anche perché si toccano e si “sporcano” con prodotti più spesso, per sistemarli come più ci piacciono, utilizzando però shampoo neutri e anti-residui che eliminano i prodotti di styling.

7 consigli per lavare i capelli senza danneggiarli

ogni quanto lavare i capelli
Fonte: Web

Abbiamo visto come la frequenza dei lavaggi può variare a seconda del tipo di capelli, ma lo sporco deriva anche dalle condizioni di vita e stress a cui i capelli sono costretti. Per non danneggiarli quando si lavano, ecco alcuni consigli validi per tutti i tipi di cuoio capelluto.

  1. Conoscere le caratteristiche dei propri capelli è fondamentale per sapere con quale frequenza e con quali prodotti lavarli senza rovinarli.
  2. È sempre consigliato non lavare i capelli né troppo poco per motivi di igiene, né troppo spesso: se si lavano tutti i giorni si sporcano più facilmente perché si eliminano gli oli naturali, provocando un aumento della produzione di sebo. Inoltre, lavarli spesso significa anche asciugarli di frequente, rischiando di danneggiarli con il calore del phon.
  3. Dopo il lavaggio, è importante asciugarli nel modo corretto, in modo che non si danneggino. Se si può evitare il phon, si tamponano con l’asciugamano, senza frizionarli. Il phon si può usare, ma è preferibile non troppo caldo.
  4. Si possono usare prodotti da applicare prima dello shampoo, che aiutano a proteggere i capelli e a mantenerli puliti. Ad esempio uno scrub lenitivo e purificante che deterge il capello anche dove lo shampoo non arriva, sulla cute alla base del capello, eliminando forfora e sebo.
  5. Per avere un risultato migliore e duraturo, si possono fare due passate di shampoo, usando però la quantità di prodotto sufficiente, ossia della grandezza di una monetina, da passare solo sulla cute, e meno sulle lunghezze.
  6. Usare prodotti buoni e cambiare spesso marca e tipo di shampoo aiuta a non rovinare i capelli e la cute, perché si gode delle proprietà di ogni prodotto.
  7. Fare attenzione a mantenere la doccia pulita e senza calcare, sostanza che danneggia molto i capelli.
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...