Quando si parla di make-up, giocare con i contrasti, così come con i chiaroscuri dati da tecniche quali il contouring e highlighting, rappresenta da sempre una scelta azzeccata e d’effetto.

Perché tuttavia non osare, adeguando il proprio stile a uno dei trend più attuali del momento rappresentato proprio dal make-up monocromatico? Un trucco viso che sfrutta la medesima sfumatura per occhi e labbra, spesso combinando declinazioni cromatiche simili, applicate a zigomi e unghie per un total look naturale ma al contempo visivamente impattante.

Make-up monocromatico: come realizzarlo?

Il make-up monocromatico, amatissimo dalle celebrity così come in voga sulle passerelle più prestigiose, rappresenta un trend ormai diffuso, questo poiché offre il vantaggio di risultare particolarmente versatile, sia da sera che da giorno e senza alcun tipo di limitazione.

In cosa consiste dunque il make-up monocromatico e come realizzarlo sul proprio volto, magari per un’occasione o una serata particolare? Come suggerisce il nome, il make-up monocromatico non è altro che una particolare tecnica focalizzata sull’impiego di un solo colore per vestire le labbra, gli occhi e talvolta anche gli zigomi.

Appare tuttavia come un plus la realizzazione di manicure ton sur ton che ne enfatizzino ulteriormente l’impatto estetico.

È sufficiente pertanto scegliere una tonalità adeguata alla sera o al giorno, preferibilmente tendente al pastello, o più intensa a seconda del proprio gusto, per realizzare un maquillage impeccabile e mai eccessivo o fuori luogo.

Tuttavia c’è una ragione che ha contribuito a rendere il make-up monocromatico così apprezzato, identificata mediante i cosmetici all over o multitasking sempre più utilizzati complici la relativa praticità d’uso e versatilità.

Questa tipologia di cosmetico è concepita infatti per chi desidera utilizzare un solo prodotto per realizzare un trucco completo, coniugando facilità d’uso, rapidità nell’applicazione e dimensioni particolarmente compatte, col vantaggio di poterlo portare facilmente con sé in borsa, per rapidi ritocchi on the go.

I cosmetici all over generalmente sono proposti in texture cremosa e nella versione lip & cheek, destinati quindi a guance e labbra, date le caratteristiche declinazioni rosa, pesca o talvolta rosse/aranciate che ben si prestano a entrambe le aree del viso.

Dal relativo utilizzo, al make-up monocromatico, viene da sé che il passo è stato breve, specie a fronte di un ulteriore trend particolarmente in voga, il cui paradigma impone di osare sfruttando ombretti dalle caratteristiche nuances mattone, così come gloss e blush sui toni del viola, borgogna e prugna, prettamente autunnali.

Per realizzare un make-up monocromatico impeccabile, è dunque basilare comprendere quali tonalità risultano più appropriate al sottotono cutaneo e alla stagione armocromatica, sempre prestano attenzione all’abbinamento con l’iride: superato questo primo step, è sufficiente utilizzarle per “vestire” occhi, guance e labbra, giocando con le sovrapposizioni e le stratificazioni per intensificare la nuance ove necessario.

Il make-up monocromatico occhi lascia ampio spazio all’immaginazione e alla creatività: è infatti possibile ricorrere a ombretti in polvere o in crema del medesimo colore, ma in texture differenti, da applicare sull’intera palpebra mobile per creare piacevoli giochi di luci ed ombre, resi ancora più d’impatto mediante linee grafiche di eyeliner o matite occhi in palette che enfatizzino la profondità dello sguardo, applicate nella rima infracigliare.

In alternativa è possibile ricorrere al solo tocco di mascara, meglio ancora se colorato, per conferire maggiore enfasi allo sguardo.

Labbra e zigomi meglio se discreti, limitando l’intensità del colore ma prediligendo tonalità dal finish delicatamente satinato per valorizzare i volumi del volto, mettendone in risalto i punti di forza.

Nel make-up monocromatico, non importa che la tonalità utilizzata per occhi, labbra e zigomi sia la medesima in tutto e per tutto: è sufficiente che risulti ton sur ton, per conferire al maquillage un interessante senso di continuità, pur mantenendo un impronta naturale e tutto sommato portabile.

Come realizzare un trucco naturale che risalta la bellezza del viso

Make-up monocromatico, i colori da utilizzare

Innumerevoli sono le sfumature che si prestano alla realizzazione di un make-up monocromatico impeccabile, prima tra tutte il mauve. Il color malva, elegante e raffinato, è perfetto per valorizzare un incarnato scuro.

Il nude rosato, meglio se dal finish sheer, rappresenta la nuance perfetta per conferire al viso luminosità, valorizzandone i tratti caratteristici, mentre il terracotta rappresenta la sfumatura ideale in presenza di un sottotono caldo e di occhi e capelli castani, poiché può essere applicata su ogni area del volto, senza limitazioni.

Se si desidera attribuire al make-up monocromatico un’allure vivace ma bonne mine, il berry è un vero must: dal fragola al lampone risulterà davvero semplice conferire al viso un aspetto fresco e vitale.

Da non sottovalutare il beige dorato, in grado di enfatizzare l’incarnato chiaro ma dal sottotono caldo, ricreato un effetto di luce diffusa ma mai troppo accentuata. Il silver, visto e rivisto sulle passerelle di tutto il mondo, è un colore estremamente particolare: utilizzato come ombretto, highlighter o gloss iridescente, si rivela la scelta più azzeccata sulle pelli scure.

Intramontabile classico quando si parla di make-up monocromatico, il prugna è senza alcun dubbio tra le sfumature più eleganti e raffinate, specie se accompagnato da riflessi caldi e lievemente dorati. Il corallo è invece tra i colori più versatili in assoluto, perfetto per gli occhi azzurri, o chiari i generale, ne valorizza i riflessi conferendo profondità in particolare allo sguardo.

Per chi predilige invece tonalità più discrete, entrano in gioco il taupe e il rosa pastello: il primo, freddo e particolare, è perfetto se utilizzato sulle guance per il contouring, abbinato a un nude a sottotono freddo per le labbra, mentre il secondo ha la capacità di ridurre in maniera significativa i caratteristici segni di stanchezza, conferendo al volto freschezza e luminosità.

Cosa abbinare a un make-up monocromatico?

Abbinare l’outfit al make-up monocromatico non significa necessariamente risultare in palette, prediligendo quindi scelte vincolate dal principio del tono su tono: tale scelta, valida dunque anche per i capi, pur rappresentano una valida opzione grazie alla quale difficilmente si commettono errori di stile, non può certo considerarsi un obbligo.

Il make-up monocromatico ben si presta alla combinazione di capi e accessori a contrasto, così come alle fantasie e ai pattern più eccentrici, avendo sempre cura di focalizzare l’attenzione su un solo colore dominante, che risulterà il filo conduttore dello stesso maquillage.

Intramontabili gli abbinamenti con total look in bianco o in nero, perfetti per valorizzare al meglio la sfumatura protagonista del trucco viso.

La sola accortezza da adottare? La scelta del colore utilizzato per realizzare il make-up monocromatico deve prevedere il medesimo sottotono della sfumatura dominante nell’outfit, questo onde evitare di rendere l’insieme eccessivo, andando a pregiudicare l’eleganza e la raffinatezza di quello che da sempre è considerato uno stile unico nel proprio genere.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!