logo
Stai leggendo: Unghia rotta, cosa fare? 5 modi per ripararla da sole

Unghia rotta, cosa fare? 5 modi per ripararla da sole

Un'unghia rotta non va necessariamente tagliata o accorciata. Si può optare per una riparazione casalinga fai da te, economica e facile da realizzare.
unghia rotta

Le mani sono un biglietto da visita importante e con esse anche le unghie. Lunghe o corte, al naturale o con uno smalto dal colore acceso, con una nail art elaborata o con un velo di smalto trasparente. Ciascuna donna ha la sua preferenza in fatto di unghie. Certo, portarle corte ha il vantaggio della praticità, ma per chi invece ama portarle lunghe, un’unghia rotta è un dramma!

Unghia rotta: cosa fare?

Una sola unghia rotta implica il doverle accorciare tutte per evitare un antiestetico effetto di disparità di lunghezza. Oppure il ricorso a una brava nail artist. Soprattutto se in concomitanza con un evento importante, bisogna correre in fretta ai ripari. Ebbene, senza dover ricorrere a soluzioni drastiche e senza dover spendere un euro, si può optare per una riparazione casalinga fai da te di sicuro successo.

E visto che prevenire è meglio che curare, è bene sapere che per avere unghie forti ed evitarne la rottura bisogna mantenerle innanzitutto idratate (ottimo è un mix di miele, olio e limone o una semplice crema), poi evitare trattamenti e solventi aggressivi e avere un’alimentazione ricca di frutta e verdure.

Ecco alcuni consigli su come riparare un’unghia rotta senza troppa fatica comodamente a casa.

1. Metodo della bustina di tè

unghia rotta
Fonte: web

Il primo metodo prevede l’utilizzo di una qualsiasi bustina di tè (quella classica in carta) e di un top coat (o normale smalto trasparente). Della bustina di tè servirà solo l’involucro esterno: da lì bisognerà ritagliarne un pezzettino, una piccola sezione rettangolare non più grande dell’unghia rotta da riparare. Questa si può applicare o ricoprendo per intero l’unghia o, preferibilmente, solo la parte interessata. Si tratta di un metodo utile sia in caso di crepa che in caso di unghia staccata.

  • il frammento di carta va posizionato dopo aver steso sull’unghia un velo di smalto trasparente, così da farlo aderire bene;
  • sopra andrà fatta un’altra passata di smalto;
  • a quel punto, si può procedere con la manicure e magari applicare uno smalto colorato.

La presenza del pezzetto di carta non si noterà affatto, perché diventa praticamente trasparente e invisibile, un tutt’uno con l’unghia rotta.

2. Il cerotto a nastro

Il cerotto a nastro (quello venduto in farmacia, usato per le fasciature)  può essere adoperato, in caso di unghia rotta, per tenere uniti i due lembi. Come nel caso della bustina da tè, anche il cerotto diventa un tutt’uno con l’unghia e si mimetizza perfettamente sotto uno strato di smalto trasparente, diventando invisibile e uniformando il suo colore a quello dell’unghia. Una volta applicato, non si noterà la crepa.

3. Colla per unghia rotta

unghia rotta
Fonte: Wikihow

La colla per unghie può essere usata sia in caso di unghia rotta che di unghia staccata:

  • prima si tiene l’unghia in ammollo in acqua calda (per ammorbidirla) e poi si procede all’applicazione;
  • ne basta poco e la quantità va distribuita attentamente con un bastoncino o uno stuzzicadenti sull’unghia spezzata, formando un leggero strato adesivo;
  • a quel punto si può sistemare il pezzo rotto che si vuole riattaccare, premendo per farlo aderire bene.

Importante è non toccare la colla con le dita perché, contenendo cianoacrilato, si attacca immediatamente alla pelle. Qualora dovesse accadere, rimuoverla velocemente. Completare il lavoro limando l’unghia, così da lisciare l’area riparata. Procedere poi con la manicure desiderata.

4. Nastro adesivo trasparente

Il nastro adesivo più indicato per riparare un’unghia rotta è quello trasparente da ufficio, quello per i pacchi regalo: quello isolante sarebbe troppo forte. Lo scotch va applicato coprendo interamente la parte di unghia rotta; quello in eccesso va poi tagliato con delle forbicine. Le estremità del nastro devono essere ben aderenti all’unghia e per fissarle meglio si può usare dello smalto trasparente.

5. Cerottini trasparenti per unghia rotta

unghia rotta

Molti marchi hanno incluso nelle loro collezioni anche i pratici cerottini trasparenti (nail repair pads) per la manicure, da usare proprio in caso di unghia rotta. Sono simili alle lunette che si adoperano per realizzare la french manicure, ma studiati appositamente in caso di unghie rotte. Una volta rimossa la pellicola protettiva sul retro, la lunetta si applica sull’unghia et voilà, la riparazione è fatta e si può procedere con l’applicazione dello smalto.

Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...