Bubble braids: come si fanno e 8 acconciature a cui ispirarsi

Tra le acconciature destinate a cavalcare i trend più attuali compaiono le bubble braids, caratteristiche trecce a bolle che spopolano sul web, facendo letteralmente impazzire celebrities e influencer: ecco come realizzarle in pochi semplici step, definendo in questo modo un look glamour e decisamente all’avanguardia.

Originali, moderne e decisamente “fuori dagli schemi”, le bubble braids, ormai note anche come trecce a bolle, figurano tra le acconciature 2022 più apprezzate sui social: Instagram e Tik Tok testimoniano che le bubble braids hanno risvegliato l’interesse delle influencer, così come delle celebrities, che amano immortalare questo particolare hairstyle che non passa inosservato.

Di notevole impatto, al pari dell’ormai classico messy bun, le bubble braids sono caratterizzate da una particolare tipologia di treccia a bolle pratica, veloce e facile da realizzare, che si rivela al contempo versatile e pronta ad adattarsi qualsiasi stile e look: è infatti possibile indossarle doppie così come creare una singola treccia di spessore maggiore.

Insomma, le possibilità di personalizzazione sono innumerevoli, permettendo in questo modo alle bubble braids di adattarsi facilmente a capelli lunghi e medi, senza distinzione alcuna, esattamente come avviene per la treccia olandese.

Bubble braids: cosa sono?

Amatissime sui social e protagoniste di centinaia di migliaia di selfie, le bubble braids rappresentano da tempo un vero e proprio trend capelli tra i più seguiti e gettonati. Il motivo è piuttosto semplice: le bubble braids rientrano infatti tra le acconciature più semplici e veloci da realizzare, adattandosi facilmente anche a chi ha poca dimestichezza con la gestione della propria chioma.

Perfette dunque anche per coloro che dispongono di scarsa manualità, per realizzarle occorre semplicemente suddividere la capigliatura in 2 o più sezioni, sulle quali sarà necessario apporre dei semplicissimi elastici per capelli o scrunchies.

Treccia a cerchietto: come realizzare il look più romantico di sempre

Come si fanno le bubble braids?

Condizione necessaria al fine di ottenere delle perfette bubble braids è una discreta lunghezza della chioma: i capelli, infatti, dovrebbero essere preferibilmente lunghi o quantomeno medi.

Strumenti indispensabili sono invece un pettine e degli elastici  sottili, meglio se dello stesso colore del capelli, in modo tale da nascondersi con facilità tra una bolla e l’altra. Ecco dunque come procedere:

  1. Tutto parte da una semplice coda, alta o bassa a preferenza, fissata alla nuca con un elastico, questo se si desidera creare una treccia a bolle singola: qualora si preferisca realizzare 2 o più bubble braids, sarà ovviamente necessario suddividere la chioma in più sezioni, anch’esse fissate al capo con un elastico in maniera analoga.
  2. Una volta creata la base della bubble braid, la coda realizzata in precedenza andrà successivamente segmentata mediante l’uso degli elastici che andranno fissati per l’intera lunghezza, avendo cura di mantenere la medesima distanza l’uno dall’altro.
  3. Una volta segmentata la coda per tutta la sua lunghezza, sarà semplicemente necessario concludere l’acconciatura, allargando lievemente i capelli di ciascun segmento mediante un leggero movimento verso l’esterno, lo stesso che consente di creare il volume necessario a definire la caratteristica bolla, il tutto partendo dalle radici fino a raggiungere le punte.

Per quanto la tecnica per realizzare le bubble braids appaia forse un pò complessa, in realtà è molto più semplice di quanto si possa pensare. Bastano infatti pochi minuti per ottenere un’acconciatura impeccabile e di sicuro effetto, pronta ad adattarsi a ogni genere di stile, esprimendo carattere e personalità.

Ampio spazio anche alla personalizzazione quando si parla di bubble braids: le trecce a bolle possono essere infatti impreziosite da elastici colorati, strass, accessori o nastri in raso, per conferire all’acconciatura un’allure elegante, raffinata, sportiva, moderna o street a seconda delle preferenze, così come del carattere e della personalità di chi sceglie di indossarle.

Bubble braids: 8 acconciature a cui ispirarsi

Le bubble braids sono decisamente versatili, offrendo ampio spazio alla personalizzazione: ecco alcune idee e ispirazioni per acconciature facili e glam da cui trarre spunto.

1. Boxer e bubble braids

Eleganti e originali, le bubble braids si prestano ad essere accompagnate dalle amatissime boxer braids in modo tale da conferire all’acconciatura, ancor più carattere e personalità. Le boxer braids, poste alla base del capo, completano le trecce a bolle, segmentate mediante piccoli accessori in oro che rendono l’hairstyle raffinato, originale e decisamente chic.

2. Bubble braids scomposte

Facilissime da realizzare, le bubble braids si rivelano perfette anche e soprattutto in vista della stagione estiva: praticissime nella magnifica variante doppia, le sezioni di capelli segmentate mediante gli elastici, vedono protagoniste bolle morbide e a tratti disordinate che contribuiscono a rendere l’acconciatura ancora più ricercata e glam.

3. Maxi bubble braids

Raffinate e perfette anche per occasioni eleganti e formali, le bubble braids maxi in versione singola completano ogni look, focalizzando l’attenzione proprio sull’acconciatura. Ordinata e geometrica la maxi treccia a bolle valorizza il volto, incorniciandolo in maniera discreta.

4. Bubble braids e accessori

Le bubble braids si prestano a essere completate da accessori di stile quali elastici per capelli particolari con pon pon in ecopelliccia o in alternativa scrunchies. L’idea che può fare la differenza? Segmentare la chioma, alternando a una bolla una piccola treccia alla francese.

5. Bubble braids capelli lunghi

Condizione necessaria alla realizzazione delle bubble braids è rappresentata dai capelli lunghi: una discreta lunghezza della chioma permette infatti di ottenere un risultato tanto impeccabile quanto di impatto, conferendo all’acconciatura uno stile unico. Una valida alternativa ad un classico raccolto è dunque la treccia a bolle singola che prende vita da una raffinata e ordinatissima coda bassa.

6. Bubble braids capelli colorati

Le bubble braids sono spesso rese ancor più di impatto grazie al colore della capigliatura: l’effetto su chiome colorate, o in alternativa caratterizzate da uno shatush o da un balayage, è reso ancor più ricercato dai giochi di sfumature, sapientemente mixati alle forme geometriche precise, pulite e ordinate, proprie della treccia a bolle.

7. Bubble braids romantiche

Le più romantiche adoreranno la maxi bubble braid in una delicata versione rosa pastello dove ogni bolla è piacevolmente completata da un fiore. I volumi, mantenuti morbidi ma al contempo resi precisi e ordinati dalla caratteristica segmentazione propria dell’acconciatura, permettono all’intero look di apparire garbato e raffinato, in perfetto stile bon ton.

8. Bubble braids doppie

Moderne e sportive, le bubble braids doppie sono decisamente facili da realizzare: l’acconciatura, per quanto minimal appare di sicuro effetto, in virtù della precisione nella segmentazione della stessa capigliatura che si mantiene ordinata e geometricamente pulita a prescindere dall’occasione e dal contesto.

Articolo originale pubblicato il 10 Febbraio 2022

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!