Macchie solari: perché si formano, se e come è possibile eliminarle

Un'eccessiva esposizione ai raggi UV potrebbe far insorgere le macchie solari. Vediamo come prevenirle e schiarirle.

Alcune di noi, dopo una prolungata esposizione al sole, potrebbero notare delle piccole macchie sulla pelle del viso; non è infatti raro accorgersi della comparsa delle macchie solari, una particolare discromia, ossia un’alterazione nella pigmentazione della cute, che, sul viso, si concentra soprattutto nella zona di naso, labbro superiore e zigomi.

Le cause delle macchie solari sul viso

Causa della formazione delle macchie solari sul viso è un malfunzionamento dei melanociti, le cellule responsabili della produzione di melanina, che è la sostanza che protegge l’epidermide dai raggi UV e quella che conferisce alla nostra pelle un’abbronzatura uniforme, quando compare in modo omogeneo.

È appunto quando i melanociti non funzionano a dovere, e la tintarella sparisce, che sulla pelle del viso possono rimanere quelle fastidiose macchie marroni o grigie; a concorrere alla loro formazione contribuiscono inoltre fattori genetici, ambientali o ormonali.

Come riconoscere le macchie solari da altre discromie?

Esistono diversi tipi di macchie che possono comparire sulla pelle, perciò è importante imparare a distinguerle, anche per prendere le precauzioni necessarie nel caso di quelle che, potenzialmente, possono essere più pericolose.

  • Melasma o cloasma: in questo caso non si ha una concentrazione uniforme della melanina, e la sua causa principale è un’esposizione eccessiva al sole, ma non solo. Questa discromia può anche dipendere da alcune variazioni degli estrogeni, infatti è piuttosto frequente in gravidanza o se si assume la pillola contraccettiva. Anche l’uso di cosmetici o profumi, di alcuni farmaci, e  lo stress, possono scatenare l’insorgere di queste macchie.
  • Efelidi: dipendono da un’ipermelaninosi epidermica caratterizzata, e si riscontrano maggirmente nei soggetti definiti di fototipo 1, ovvero con capelli rossi e occhi azzurri. Sono trasmesse geneticamente e compaiono fin dall’infanzia per poi aumentare con l’età, aumentano con l’esposizione solare ma attenzione: non devono essere confuse con le lentiggini.
  • Lentiggini o lentigo: sono macchie iperpigmentate più scure, brune o nere, con forma rotondeggiante e regolare e dalle dimensioni variabili, che generalmente compaiono in età adulta e si modificano poco con l’esposizione solare, oppure in seguito a scottature solari, soprattutto sul volto e spalle (si chiamano in questo caso lentigo solari o attiniche).
  • Lentigo senili: dipendono da un aumento del numero dei melanociti e della melanina e sono frequenti nei soggetti in età avanzata, manifestandosi soprattutto sul volto e sul dorso delle mani.
  • Lentigo maligna: rappresenta una tipologia di melanoma che, a differenza dalle altre forme di macchie benigne, ha un’evoluzione lenta negli anni e colore marrone-brunastro, con pigmentazione disomogenea che si espande in modo irregolare sulla pelle. Per questa discromia occorre un trattamento chirurgico e un esame istologico.
  • Ipercromie post infiammatorie: sono il risultato di lesioni infiammatorie cutanee come acne, dermatosi infettive, dermatosi pruriginose, o punture d’insetto, ma anche di trattamenti come peeling, laser, interventi chirurgici. Sono più frequenti nei fototipi scuri e nei pazienti con pelle nera.
  • Cheratosi: ci sono cheratosi seborroiche e cheratosi attiniche. Le prime sono lesioni benigne che insorgono verso i 50 anni, soprattutto sul volto, dipendono da una predisposizione genetica e familiare. Le seconde sono invece considerate dei carcinomi squamocellulari in situ, che compaiono nelle aree fotoesposte in soggetti di carnagione chiara dopo un’esposizione al sole prolungata e cronica.
Cheratosi pilare, la chiamano "pelle di gallina": perché non sottovalutarla e come ridurla

Come prevenire le macchie solari

Ovviamente il primo, e più importante, mezzo che abbiamo per prevenire la comparsa di queste fastidiose discromie è rappresentato dalle protezioni solari; in particolare, per scongiurarne l’insorgere, possiamo:

  • proteggere la pelle, soprattutto, se particolarmente chiara o sensibile;
  • scegliere prodotti protettivi con filtri adeguati;
  • usare occhiali da sole dalle montature ampie che coprano anche il contorno occhi;
  • limitare la nostra esposizione al sole;
  • non esporsi ai raggi solari quando nel massimo picco e, quindi, tra le 11.00 e le 16.00;
  • ricordarsi di usare il filtro protettivo anche quotidianamente, in città;
  • seguire una dieta ricca di cibi che contendono flavonoidi, dall’importante azione antiossidante, come agrumi, frutti di bosco, uva spinakiwiavocado, pomodori e carote.
Vino rosso e cioccolato: perché questi alimenti aiutano ad assumere flavonoidi?

I rimedi per le macchie solari sul viso

Per intervenire contro le macchie solari occorre prima di tutto capire di che tipologia e profondità sono, perciò è fondamentale rivolgersi al proprio dermatologo di fiducia, che saprà indicare il trattamento più appropriato.

Quando si decide di intervenire su queste discromie lo si fa con prodotti cosmetici specifici come creme depigmentanti e schiarenti o, nel caso di macchie più profonde, con peeling chimici, crioterapia, trattamenti laser e a luce pulsata. Questi sono alcuni dei prodotti che potete trovare in vendita su Amazon per contrastare le macchie solari.

Eucerin Anti Pigment Giorno

Eucerin Anti Pigment Giorno

La crema giorno Eucerin riduce efficacemente le macchie scure e ne previene la ricomparsa.
21 € su Amazon
28 € risparmi 7 €
Pro
  • Con protezione uva e uvb
  • Fattore di protezione 50
Contro
  • Poco idratante
FotoUlta100 Protezione

FotoUlta100 Protezione

FotoUlta100 offre una protezione contro i raggi UVA, responsabili del processo di pigmentazione, 3 volte superiore al minimo richiesto da un fotoprotettore solare SPF 50+. Migliora l'elasticità della pelle e diminuisce le rughe grazie all'acido ialuronico. La sua texture Fusion Fluid si fonde con la pelle.
26 € su Amazon
Pro
  • Testato dermatologicamente, ipoallergenico, resistente all'acqua
  • Migliora l'elasticità della pelle e riduce le rughe grazie all'acido ialuronico
Contro
  • Il prezzo
Angstrom Protect Crema Solare Anti Età

Angstrom Protect Crema Solare Anti Età

Scienza, tecnologia, ricerca dermocosmetica ed esperienza al servizio di un “suncare” sicuro sono gli ingredienti (ma soprattutto i valori) che trovi in tutti i solari Angstrom.
6 € su Amazon
14 € risparmi 8 €
Pro
  • Protezione Solare 50+ con prevenzione antirughe e antimacchie,
  • Indicata per pelli sensibili, 40 ml
Contro
  • Dà un effetto lucido alla pelle

Ci sono però anche alcuni rimedi naturali per schiarire le macchie solari, come l’acido lattico o l’acido citrico (che però potrebbe avere un effetto aggressivo sulla pelle). La parola d’ordine, quando si parla di macchie solari, è quindi senza dubbio prevenzione.

Articolo originale pubblicato il 4 Gennaio 2021

La discussione continua nel gruppo privato!