Buffer unghie: a cosa serve, 5 consigli e i 5 migliori - Roba da Donne

Buffer unghie, il primo step per una manicure e una nail art perfette

Una manicure perfetta passa attraverso un corretto utilizzo del buffer unghie, per levigare e opacizzare l'unghia prima di realizzare la nail art.

Col Natale alle porte è facilissimo imbattersi in tante idee di nail art per ricreare sulle proprie unghie l’atmosfera natalizia. Ovviamente lo smalto rosso è un must, ma durante queste feste ci si può sbizzarrire con glitter, con decorazioni oro e argento, con unghie “effetto neve” e chi più ne ha più ne metta.

Ma anche per chi non ama esagerare e preferisce un semplice velo di smalto trasparente, è importante che di base ci siano delle unghie sane, forti, resistenti, non sfaldate né mangiucchiate. Un alleato, in questo senso, è il buffer unghie, strumento essenziale prima di realizzare un trattamento o anche solo prima di stendere un qualsiasi smalto, colorato o no, perché prepara l’unghia e consente di procedere con gli step successivi della manicure.

Accent nail: la manicure di tendenza che piace a tutti
13

Buffer per unghie: cos’è?

Il nail buffer è uno di quegli strumenti di cui, una volta scoperto, non si può più fare a meno. Sempre più donne ne stanno apprezzando l’utilità, affidandosi al buffer unghie per realizzare una manicure perfetta. Perché senza un’unghia adeguatamente trattata e preparata, l’applicazione dello smalto o la realizzazione della nail art sono inutili e rischiano di non donare alle mani l’effetto desiderato.

Per questo il primo step dovrebbe essere l’utilizzo di questo strumento. Si tratta di una lima dalla grana finissima: la forma caratteristica è quella di un parallelepipedo, solitamente bianco ma ormai ne esistono anche varianti colorate. Viene chiamato anche mattoncino levigante.

Buffer unghie: a cosa serve?

Il buffer opacizza l’unghia e toglie tutte le imperfezioni e le irregolarità, come striature, sollevamenti e solchi. Ma non solo: sulla superficie dell’unghia, infatti, si depositano anche impurità, sporco, sebo in eccesso ed è possibile che vi restino anche strati di smalti precedenti o residui di colla. Il buffer unghie provvede a eliminare tutto questo, rendendo l’unghia liscia e levigata.

Solo in un secondo momento si può procedere con i trattamenti successivi, da quelli per la ricostruzione all’applicazione del gel e così via. In questo modo si evita che lo smalto risulti non omogeneo o che si accumuli nelle rigature, dando un risultato non perfetto.

Come si usa il buffer per unghie? 3 consigli

unghie mangiate
Fonte: web

Il buffer per unghie va usato con delicatezza, per evitare di assottigliare troppo l’unghia o indebolirla. Si passa su tutta la superficie, orizzontalmente, per uniformarla, strofinando leggermente per rimuovere le irregolarità e facendo attenzione agli angoli, che spesso si dimentica di trattare.

Oltre ai normali buffer per unghie quadrati, in commercio esistono anche i cosiddetti  Nail Buffer 4 fasi. Ogni faccia del parallelepipedo ha una sua specifica funzione e una sua grana (più o meno ruvida o gommosa). Dunque lo strumento va utilizzato in sequenza e le fasi sono indicate su ogni faccia, numerate: la prima fase serve per limare e accorciare l’unghia, la seconda per definirne la forma, la terza per levigare la superficie ed eliminare eventuali imperfezioni e la quarta per dare lucentezza e brillantezza alla superficie.

Dunque:

  • utilizzate il buffer ogni quindici giorni circa, non di più, passandolo due o tre volte senza insistere troppo, così da non indebolire il letto ungueale e non assottigliare la lamina;
  • usatelo anche sulle unghie dei piedi, che sono quelle che vanno maggiormente incontro a ispessimenti;
  • potete omettere la quarta fase, che consiste nel lucidare l’unghia, qualora si volesse procedere con l’applicazione dello smalto, per conservare la porosità dell’unghia e permetterle di assorbire maggiormente il top coat, allungando la durata della nail art. Il quarto step risulta invece molto importante per chi preferisce mantenere l’unghia naturale, senza rinunciare a un effetto leggermente shine.

I migliori buffer per unghie

Il mattoncino levigante si può acquistare in profumeria, nei negozi estetici dedicati alle unghie, nel reparto manicure dei grandi store, nei bazar. E ovviamente c’è una scelta sconfinata sugli shop online.

1. Buffer unghie Anself

buffer unghie

 

Blocco levigante leggero, durevole, facile da usare e adatto sia ad utilizzo domestico che professionale. Adatto per preparare le unghie all’applicazione dello smalto o alla ricostruzione, per rimuovere imperfezioni e levigare la superficie.
Secondo le recensioni, il rapporto qualità prezzo è ottimo.
Acquista ora su Amazon.

2. Buffer unghie Nails factory

buffer unghie

 

La speciale forma di questo buffer lo rende particolarmente facile da usare, per modellare e levigare le unghie. Lavabile e disinfettabile.
Secondo le recensioni, si tratta di un ottimo prodotto per chiunque ami cambiare smalto spesso, utilizzabile sia come buffer che come lima leggera per aggiustare la forma delle unghie.
Acquista ora su Amazon.

3. Buffer unghie NailFun

buffer unghie

 

Confezione da quattro, in quattro colori diversi: arancio, blu, viola e rosa. I buffer hanno una grana di 100/100.
Prodotto pratico, efficace, conveniente e duraturo, secondo le recensioni è delicato sulle unghie e sulla pelle delle dita.
Acquista ora su Amazon.

4. Buffer unghie ArtNails

buffer unghie

 

Buffer 4 fasi, con ogni step riportato sulla faccia del parallelepipedo colorato. Dopo aver limato e rimosso le imperfezioni, si procede con la fase levigante e quella illuminante.
Le recensioni sottolineano l’ottima qualità del prodotto.
Acquista ora su Amazon.

5. Buffer unghie YIQI

buffer unghie

 

La grana ruvida del buffer aiuta a rimuovere sia residui di smalto che di colla, oltre a levigare le unghie e opacizzarle prima di procedere con la nuova nail art.
Secondo le recensioni, questi buffer sono resistenti, utili e fanno il loro lavoro in modo egregio. Infatti non si spezzano anche con l’uso intenso e possono essere utilizzati molte volte. La superficie ruvida non si consuma subito e possono essere lavati tranquillamente con l’acqua corrente.
Acquista ora su Amazon.

La discussione continua nel gruppo privato!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...
  • Ricostruzione Unghie