diredonna network
logo
Stai leggendo: “Ero una bodybuilder ma… ora sono felice”

Il linguaggio dei piedi: i calli. Cosa dicono e come curarli

Nuovo look platino per Sarah Jessica Parker

Helen Mirren: "Non sposatevi presto" e "Amate le vostre rughe"

L'eyeliner roller di MAC che sembra un rullo taglia pizza è geniale

"Se siete in panico per il rotolino o la cellulite, il problema non è né l'uno né l'altra"

Acido glicolico: cos'è e come si usa

Trucchi: roba da uomini! Arriva il make up per uomo

Criolipolisi: "congelare" il grasso per eliminarlo

Pina Bausch, il corpo martoriato della "suora" che danzava

"Ero una bodybuilder ma... ora sono felice"

La storia di Jolene, bodybuilder americana che ha scelto di mollare la sua breve carriera da atleta scegliendo una vita che la rende felice.
bodybuilder
Fonte: web

Il bodybuilding è una vera e propria disciplina: chi sceglie di seguire questa strada deve seguire anche un regime alimentare fisso e deve dedicare la sua intera vita a dieta e allenamenti. Chi pratica questo sport deve arrivare alle competizioni con un fisico perfetto secondo gli standard del bodybuilding. A proposito di corpi perfetti, guardate questo video:

Jolene Jones è un’ex bodybuilder del Montana. Come tutte le bodybuilder teneva sotto controllo le calorie, non beveva, non mangiava zuccheri o carne rossa, mangiava solo petto di pollo con broccoli. Era arrivata al punto in cui doveva mandare giù il pollo bevendo l’acqua e non ne poteva più nemmeno dei suoi allenamenti sfiancanti. Prima della sua prima gara nel 2015 la ragazza aveva perso quasi 10 kg. Per la sua seconda gara il suo allenatore voleva che lei perdesse altri 13 kg, fu in quel momento che Jolene decise di smettere. Nella prima foto Jolene era in pieno con gli allenamenti, nella seconda pesa 11 kg in più, ma è molto più felice:

Da bodybuilder a body-lover. Questa non è una tipica foto da prima e dopo, sono passata dall’essere controllata dal mio faticoso regime di allenamenti, pollo pesato e proteine frullate in borsa al godermi totalmente una vita sociale. Molte persone potrebbero dire che io mi sia lasciata andare, ma non possiamo dare un prezzo alla nostra felicità. Io questo lo chiamo trovare me stessa, capire che non ho un’unica passione nella vita, che siano escursioni Glacier Park o bere una birra con gli amici. Gli addominali non mi rendevano felice. Non ero mai abbastanza e avevo sempre bisogno di migliorare. Oggi sono andata a fare rafting con gli amici e ho mangiato cibo su cui la vecchia me avrebbe sbavato ma non avrebbe osato mangiare. Il vostro corpo è tutto ciò che vi porta avanti nella vita, il vostro valore e la vostra felicità non sono dettati da quanti kg riuscite a sollevare o da ciò che dice la bilancia. Il mio valore è dato dalle persone di cui mi circondo e dal sorriso sul mio viso.”

Nel 2013 come vediamo tra i post di Jolene la ragazza ha iniziato ad andare in palestra e mettersi a dieta. Diceva che “la nuova lei” mangiava sano e si allenava. In un altro post si è fotografata in palestra e diceva di non essere mai stata così felice in tutta la sua vita:

Le parole che utilizza sono simili a quelle che abbiamo letto nel suo post più recente: “Dopo anni di battaglie con il mio peso, dopo anni passati a sentirmi dire che ero troppo grassa o troppo magra, ho smesso di farmi del male e abbattermi. Eccomi qui: oggi sono una persona con un vero sorriso e che crede totalmente in sé stessa, sana e felice. La negatività di nessuno me lo porterà via.”

Noi vogliamo credere che non siano state solo la pigrizia di non voler continuare ad andare in palestra e la voglia di smettere di mangiare sano a spingerla a mollare tutto, ma tra l’essere una bodybuilder e una persona che mangia “quello che vuole, quando vuole” esiste la via di mezzo. E ci auguriamo anche che Jolene sia davvero felice come dice di essere e che non continui a vivere la vita con diete ed esercizi estremi che creano l’effetto yo-yo e danneggiano realmente il fisico. Probabilmente la scelta di diventare bodybuilder è stata dettata dalla voglia di dimostrare qualcosa agli altri piuttosto che dal suo benessere, una volta magra e in forma Jolene ha deciso che quel tipo di vita non faceva per lei e ha scelto di fare ciò che la rende felice.