logo
Stai leggendo: Low shampoo: cos’è e a cosa serve

Low shampoo: cos'è e a cosa serve

Il low shampoo è una crema lavante senza solfati e derivati del petrolio che serve a lavare capelli senza danneggiarli.
Low shampoo

Prendersi cura dei nostri capelli è molto importante. Trovare i prodotti più adatti a noi, lo styling giusto e la beauty routine che si sposa al meglio con la nostra chioma non è facile, ma è essenziale per avere capelli sani e lucenti.

I capelli non sono tutti uguali: ci sono prodotti che funzionano bene per alcuni e che su altri hanno effetti disastrosi e risultano troppo aggressivi, e la stessa cosa vale anche per il balsamo, la spuma o le maschere. Quando si tratta di capelli, vale sempre la pena provare a cambiare prodotti, rischiare con qualcosa di diverso che, magari, può portare dei benefici inaspettati. Il low shampoo è un tipo di prodotto che sta riscuotendo molto successo e che è stato adottato anche da varie celebrities (Adele, Amanda Seyfried, Gwyneth Paltrow): in pratica, si tratta di una crema che permette di lavare i capelli senza solfati, non fa la classica schiuma e non aggredisce i capelli e il cuoio capelluto.

Low shampoo: cos’è?

L’ultima tendenza in fatto di capelli si chiama “No Poo“, o “Low Poo” nel caso in cui lo shampoo non è eliminato ma si usa poco, consiste nel lavare i capelli con ingredienti naturali come bicarbonato o aceto di mele, oppure con prodotti specifici come appunto il low shampoo.

Il low shampoo è una crema lavante o pasta lavante che si utilizza al posto del classico shampoo. Bisogna fare attenzione alla formulazione, perché per essere un vero low shampoo non devono esserci tracce di SLS e SLES, ovvero di solfati e sostanze aggressive. Il low shampoo si applica sui capelli bagnati: si divide la chioma in ciocche e si massaggiano dalla radice alle punte, poi si lascia agire per 2-3 minuti e si risciacqua.

Low shampoo e co-washing

Il principio del low shampoo e del co-washing è praticamente uguale: nel primo caso è un prodotto specifico, nel caso del co-washing invece parliamo dell’utilizzare il balsamo al posto dello shampoo, sfruttando le sue proprietà detergenti ma delicate. In questi casi si utilizza prima il balsamo e poi il low shampoo, oppure solo uno dei due; nel caso del balsamo, invece, lo si può arricchire con oli essenziali, zucchero o aceto di mele per potenziarne gli effetti, senza però danneggiare il capello.

Low shampoo e capelli grassi

Low shampoo consigli
Fonte: web

Le strategie “No Poo“ sono tentativi che possono rivelarsi molto utili: soprattutto per chi ha i capelli ricci o grassi, lo shampoo tradizionale tende ad appesantire la chioma e i capelli finiscono per sembrare subito sporchi. Il low shampoo si è rivelato particolarmente efficace proprio per chi ha i capelli grassi. Quando si utilizza uno shampoo aggressivo, questo va a intaccare i normali oli prodotti dai capelli, questi sentendosi aggrediti reagiscono producendone ancora di più e da qui il fastidioso problema dei capelli sempre unti.

Low shampoo, l’INCI

L’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) è una nomenclatura internazionale che serve a identificare gli ingredienti presenti in un prodotto cosmetico così come essi vengono indicati nell’elenco riportato sull’etichetta che ne illustra la composizione. L’ordine rappresenta anche la quantità, quindi se un determinato ingrediente e tra i primi posti vuol dire che è molto presente, se è alla fine, è poco e potrebbero essere anche solo tracce. Per avere un buon INCI nei prodotti cosmetici non devono esserci siliconi, derivati dal petrolio, ingredienti altamente allergizzanti e ingredienti altamente inquinanti. Esistono anche delle app che aiutano a capire se l’INCI del nostro prodotto è buono oppure no.

Un vero low shampoo deve necessariamente avere un buon INCI perché altrimenti è l’equivalente di un normale shampoo da supermercato.

I migliori low shampoo in commercio

In commercio esistono varie tipologie di low shampoo, da quelle più costose a quelle con prezzi più popolari e che si trovano anche al supermercato. Se volete provare un buon low shampoo senza investire troppo denaro, potete comprare il L’Oréal Paris Elvive Olio Straordinario Low Shampoo che costa circa 6,00 euro per il flacone da 400 ml ed è disponibile in due versioni: per capelli secchi e per capelli colorati.
Ottimo anche il low shampoo di Yves Rocher, il tubetto da 200 ml costa circa 4,00 euro.
Esistono anche prodotti più prestigiosi e costosi come la Phytoelixir Crema Lavante di Phyto che trovate in farmacia: il tubetto da 75 ml costa 17,90 euro.