Stagione che arriva, hair trend che trovi; ogni anno porta con sé una nuova tendenza per le nostre chiome (il che non significa che dobbiamo sfoggiare i look proposti in passerella, ma solo che, se vogliamo cambiare od osare, le proposte non mancano), e quello del 2021 ha un solo nome: smoky hair.

Già il nome suggerisce, a grandi linee, di cosa parliamo: di capelli “fumosi”, in cui si eseguono schiariture fredde sul proprio colore di base. Scopriamone di più.

Cos’è lo smoky hair?

Parliamo di una tecnica di colorazione, lanciata per la prima volta nei saloni di L’Oreal Professionel, in cui si crea sui capelli una sfumatura armoniosa sui toni freddi, aiutandosi con la combinazione di due o tre tonalità. Il nome trae la propria ispirazione, come è facile intuire, dallo smokey eyes, una delle tecniche di make-up occhi più note e apprezzate, in cui si gioca sulle sfumature di ombretti, generalmente scuri.

Proprio come in questa tecnica di make-up, nello smoky hair si ricreano, sulle lunghezze dei capelli, sfumature naturali sui toni freddi, eliminando anche eventuali “scorie” giallognole o verdastre frutto della decolorazione. Ad esempio, se sul biondo eliminano l’effetto giallo, sono in grado di illuminare il castano con sfumature moka.

Come si realizza lo smoky hair?

Non parliamo, in realtà, di una novità assoluta, dato che lo smoky hair è una variante dell’ombré hair,  un trend molto diffuso qualche anno fa, che esclude i toni caldi, e che ora torna con questa variante super glamour. Sia che si parta da una base di capelli naturali che di capelli già colorati, alla base della tendenza troviamo un effetto dissolvenza, che parte dalle sfumature più scure per raggiungere le più chiare, diffuse con attenzione sulle lunghezze.

La sfumatura di colori freddi varia fino a tre diverse tonalità, che garantisce un risultato naturale che si possa armonizzare con il nostro colore. La bella notizia è che questo colore sta bene praticamente su tutte le basi di capelli, proprio perché consente di realizzare delle sfumature senza stacchi di colore troppo accentuati.

Lo smoky hair crea movimento nei capelli lunghi e medio-lunghi, ricci o lisci, e la schiaritura verso il basso aiuta a snellire le linee del viso tondo, armonizzando inoltre gli spigoli del viso squadrato o a diamante. Parliamo di un colore ovviamente unisex (il che dovrebbe valere sempre), che risalta moltissimo anche sui volti maschili.

Per mantenere il colore è sufficiente lavare i capelli con uno shampoo specifico per capelli colorati, aggiungendo una maschera per capelli tinti e un olio per le punte; naturalmente è meglio evitare l’eccessiva esposizione al sole, mentre, se la colorazione che scegliete è sui toni del cenere o del grigio, non potrete fare a meno dello shampoo antigiallo.

Le varianti dello smoky hair

In generale le nuance sono sette, suddivise per  famiglia di colorazione da L’Oreal Professionel: ad esempio, della linea Majrel fanno parte i moka freddi e iridescenti, e  i cenere più scuri con pigmenti blu per un perfetto risultato dark. Nella gamma Inoa ci sono due nuove nuances, cenere e irisé per beige freddi, che neutralizzano i riflessi indesiderati giallo/arancio.

In generale, un effetto degradé leggero sui toni del biondo freddo può ravvivare una chioma castano scura, ma anche castano chiara. Chi cerca più luminosità può invece optare per una sfumatura che scala fino al biondo cenere. Se si vuole osare vivacizzando i capelli rosso mogano intenso si possono fare riflessi sul rosso freddo, ma anche i giochi cromatici sul blu e sul viola, che sfumano sulle punte, danno effetti bellissimi.

10 smoky hair a cui ispirarsi

Proprio per la grande varietà di possibilità, in gallery vi abbiamo riportato alcune delle idee più belle per realizzare un perfetto smoky hair, su uomini e donne.

Smoky hair, tutt* pazz* per il nuovo trend capelli
Fonte: instagram @@anastasios_style_studio/ pinterest
Foto 1 di 11
Ingrandisci

Articolo originale pubblicato il 25 Gennaio 2021