logo
Stai leggendo: Capelli cotonati: storia e consigli di un’acconciatura sempre alla moda

Capelli cotonati: storia e consigli di un'acconciatura sempre alla moda

I capelli cotonati sono un'acconciatura alla moda che ha percorso tutte le annate dagli anni '50 ad oggi. Vediamo insieme come ottenere la cotonatura perfetta e quante acconciature diverse si possono fare con i capelli cotonati.
capelli cotonati

I capelli cotonati sono una vera icona del passato. Ci capita spesso di trovare fotografie di amici, parenti o personaggi famosi di un po’ di anni fa, e vedere chiome cotonate acconciate in ogni maniera. La verità però è che i capelli cotonati sono tornati di moda. Vediamo la storia di questa acconciatura e come donare extra volume ai nostri capelli per un look moderno e un po’ vintage.

La storia dei capelli cotonati

capelli cotonati
Fonte: Web

Come abbiamo detto, gli anni passati sono costellati di acconciature cotonate. Questo modo di pettinare i capelli non ha un periodo storico preciso, ma si presenta in ogni annata a partire dagli anni ’50 con stili diversi.

Anni ’50

Questa annata segna l’inizio della storia dei capelli cotonati. A differenza degli anni successivi, in questo periodo la cotonatura rappresentava un modo per tenere in ordine i capelli, che risultavano vaporosi ma eleganti e chic, solitamente tenuti lisci e cotonati sulla nuca. Oppure sistemati in modo ondulato sulle punte. La regola era come per tutti i tipi di cotonatura quella di usare tantissima lacca, tanto che spesso le chiome sembravano “incollate”.

Anni ’60

Negli anni ’60 i capelli cotonati erano uno stile quasi d’obbligo tra le donne di tutte le età. Una pettinatura considerata sia giovanile che elegante per signore: ricordiamo per esempio il musical Hairspray ambientato prorprio in questi anni. Grazie a Brigitte Bardot, lo stile più in voga negli anni ’60 è lo chignon, ottenuto dopo aver cotonato molto i capelli in modo che risulti un volume davvero extra-large. Un must di questi anni è anche la cotonatura portata dietro un cerchietto o una fascia a metà testa.

Anni ’70

Negli anni ’70, dopo le rivoluzioni culturali, sociali e politiche degli anni ’60, inizia la rivoluzione anche in fatto di capelli cotonati. Le donne vogliono sentirsi libere e slegarsi dalle imposizioni. La cotonatura diventa quindi un po’ spettinata, con i capelli non più lisci ma lasciati mossi. I capelli inoltre seguono uno stile più hippy, quindi la cotonatura, più simile a un frisee, più che vaporizzare i capelli, li rende “afro”.

Anni ’80

Chi non conosce bene tutta la storia della cotonatura, quando pensa a capelli gonfi e vaporosi, pensa agli anni ’80. È infatti in questi anni che i capelli subiscono una vera e propria esplosione. Più i capelli sono gonfi, meglio è. Il cambiamento dagli anni precedenti avviene non solo in ambito di volume che cresce, ma anche perché i capelli cotonati sono soprattutto ricci.

Anni ’90

Negli anni ’90 i capelli cotonati tornano mossi e lisci, e si tende a diminuire il volume rispetto agli anni precedenti, lasciando spesso solo la frangia o la parte frontale e alta della testa cotonata, e non tutta la chioma. Ricordiamo i personaggi di Beverly Hills, o i primi episodi di Friends, dove la cotonatura in stile anni ’90 era ovunque.

Al giorno d’oggi la cotonatura non avviene su tutta la chioma e si realizza in maniera il più possibile discreta pur aumentando il volume e la consistenza dei capelli.

Come fare i capelli cotonati

capelli cotonati
Fonte: Web

Abbiamo visto come sono diventati di moda i capelli cotonati, ma come si fanno? Cotonarsi i capelli non è difficile, la tecnica è una sola. Prima di iniziare, è consigliabile utilizzare durante il lavaggio shampoo e balsamo volumizzanti, purificanti, o anche i low shampoo contro i capelli grassi: questi prodotti puliscono i capelli da residui di balsamo di precedenti lavaggi e dal sebo che li appesantiscono. Una volta “alleggeriti” i capelli con lo shampoo giusto, si possono usare anche creme o gel volumizzanti, che aiutano ulteriormente a preparare il capello. Per asciugare i capelli, chinarsi con la testa in avanti e usare il phon da sopra, in modo che i capelli iniziano già ad alzarsi.

Passiamo alla cotonatura vera e propria. La tecnica da utilizzare è spazzolare i capelli al contrario.

  • Prendere una ciocca alla volta, partendo dalla parte della testa che si vuole cotonare (ad esempio si può cotonare solo la frangia o la parte frontale dei capelli, oppure solo le punte o la nuca);
  • posizionare il pettine o la spazzola a metà ciocca, tra la punta e la radice, e con colpi decisi spazzolare al contrario i capelli verso il cuoio capelluto.
  • Fissare il cuscinetto spettinato che si forma alla radice con lacca abbondante;
  • Ripetere l’operazione con tutti i capelli interessati, fino a ritrovarsi con capelli spettinati e annodati (come se non si lavassero da giorni!)
  • Pettinare lo strato superiore dei capelli così che venga nascosta la cotonatura spettinata e si veda solo il volume.

A questo punto la cotonatura è fatta! Per ottenere risultati migliori, ci sono dei consigli che si possono seguire. Ad esempio non applicare balsamo sulle punte dei capelli in modo da non appesantirli e afferrare le ciocche il più vicino possibile alle punte in modo da annodare meno i capelli. Per una cotonatura che duri più a lungo, usare il pettine su ciocche più piccole, mentre per un volume più morbido usare invece la spazzole su ciocche più larghe.

Diverse acconciature per capelli cotonati

Con i capelli cotonati si possono ottenere tante acconciature, adatte a tagli diversi. Vediamo alcuni esempi per un’acconciatura moderna o retrò, con capelli lunghi o corti. La cotonatura è molto utile per donare volume ai capelli sia che si tengano lisci o leggermente mossi. Per osare di più con una cotonatura XXL, si possono fare capelli cotonati ricci. In questo caso è bene arricciare i capelli prima di cotonarli. In ogni caso è importante anche abbinare il trucco adatto all’acconciatura.

Alcune pettinature per capelli cotonati sono:

  • lo chignon, che si può ottenere con tutti i tipi di capelli e in modi diversi: lo chignon Brigitte Bardot “spettinato”, lo chignon intrecciato, o il mezzo chignon nella parte alta della testa. In questo video un tutorial su come fare uno chignon elegante
  • Per i capelli lunghi è comoda e sexy la coda cotonata, che lascia la parte frontale gonfia e rialzata, e la coda extra large.
  • Si può provare la cotonatura effetto frisee per un look più hippy.

Anche i capelli corti sono facili e divertenti da cotonare e da acconciare. Si può fare una cotonatura semplice portando all’indietro la parte superiore dei capelli, che dia un look più personale e rock ai capelli corti. Si può ottenere un look invece più retrò con un caschetto cotonato sulla nuca, magari portandolo dietro una fascia o un cerchietto, come negli anni ’60.

Dopo la cotonatura non è facile pettinare i capelli: il consiglio è spazzolare una ciocca alla volta partendo da metà testa, non dalla radice, in modo da sciogliere i nodi senza spezzare i capelli.

Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...