Brufoli sul mento: cause e rimedi | Roba da Donne

Rappresentano un fastidio diffuso, specialmente durante l’adolescenza ma anche in età adulta, e spesso sono correlati a infezioni o squilibri ormonali. I brufoli sul mento sono delle lesioni cutanee che presentano un’infiammazione e solitamente un’infezione batterica. Possono essere sfoghi di acne, punti bianchi, ma anche foruncoli e grani di miglio, che sono manifestazioni diverse.

I brufoli veri e propri sono pomfi sferici, in rilievo, più o meno morbidi al tatto, e possono manifestare la puntina bianca costituita da sebo. Le cause possono essere diverse, anche se alcune sono più comuni, ed esistono alcuni rimedi farmacologici e casalinghi efficaci a contrastarli.

Maskne: il problema dell'acne da mascherina (e cosa fare)

Brufoli sul mento: le cause comuni

I brufoli sul mento si manifestano in maniera abbastanza diffusa, perché sono legati a diverse cause. Principalmente e più frequentemente i brufoli in questa area del viso sono causati da eccessiva produzione di sebo, che porta a un’infiammazione delle ghiandole sebacee. Spesso l’infiammazione si manifesta unita a un’infezione batterica, dovuta a diversi batteri tra cui il Propionibacterium acnes, che causa, come suggerisce il nome, l’acne.

Esistono molteplici cause dell’iperproduzione di sebo e dei brufoli sul mento, tra cui le più comuni sono:

  • squilibri e alterazioni ormonali, dovuti a particolari momenti della vita di una persona, come l’adolescenza, la gravidanza o il ciclo mestruale per le donne;
  • alimentazione poco sana o scorretta, ricca di zuccheri e grassi e povera di vitamine;
  • stress e abbassamento delle difese immunitarie, che rendono l’organismo e anche la pelle più inclini a contrarre infezioni oltre che a rendere la pelle meno elastica;
  • scarsa o inadeguata pulizia del viso, specialmente se si utilizzano prodotti di cosmetica e di make-up che occludono i pori e favoriscono la produzione di sebo;
  • predisposizione genetica;
  • esposizione prolungata ai raggi UV, sia del sole che di lampade abbronzanti;
  • toccarsi ripetutamente il mento con le mani senza averle lavate e igienizzate correttamente. In questo modo i batteri riescono a proliferare sulla cute del viso e del mento in particolare;
  • allergie e irritazioni dovute a sostanze pericolose applicate sulla pelle.

Brufoli sul mento e ciclo mestruale

L’acne ormonale, ovvero la manifestazione dei brufoli sul mento determinati da cambiamenti o squilibri ormonali, è molto diffuso nelle donne durante il ciclo mestruale. Come abbiamo visto, una delle principali cause dei brufoli è legata alla produzione di ormoni, infatti la maggior parte degli adolescenti, ragazzi e ragazze, soffre di acne sul viso e sul mento, in maniera più o meno forte. Con la crescita, sono le donne più portate a manifestazioni cutanee come i brufoli, nei diversi momenti in cui avviene una modificazione dei livelli di ormoni.

In particolare, gli studi dermatologici riportati su WebMD svelano che più del 60% delle donne soffre di acne ormonale nella fase premestruale. Il ciclo mestruale è fortemente legato ai cambiamenti degli ormoni femminili. In un ciclo di 28 giorni infatti i livelli di ormoni variano a seconda delle fasi. Tra il 1° e il 14° giorno di ciclo nella donna i livelli di estrogeni sono maggiori rispetto al progesterone. Tra il 14° e il 28° giorno invece la produzione di progesterone aumenta e con essa anche quella di sebo, mentre diminuiscono i livelli di estrogeni.

Nella fase premestruale avviene invece un calo degli ormoni tipicamente femminili. Questo determina una presenza maggiore di testosterone, ormone maschile presente in quantità minime anche nelle donne. Anche questo ormone causa un aumento della produzione di sebo, pertanto tra il 20° giorno circa e il termine del ciclo mestruale si ritrova una maggiore concentrazione di sebo e brufoli sul mento. Condizione che solitamente migliora con l’inizio delle mestruazioni.

La pelle inoltre è molto sensibile nel periodo premestruale, di conseguenza tende maggiormente a manifestare lesioni e infiammazioni. Per questo è importante trattarla con prodotti delicati, mantenere il viso bene deterso e non usare l’acqua troppo calda e prodotti che possono aumentare ancora di più la produzione di sebo.

Brufoli sul mento: 7 rimedi per eliminarli

I brufoli sul mento sono un inestetismo che può risultare particolarmente fastidioso, ma raramente porta a complicazioni gravi. Nella maggior parte dei casi i brufoli passano da soli, ma si possono adottare alcuni rimedi, soprattutto naturali, in grado di prevenire la formazione di acne il più possibile, ed eliminarli quando si manifestano.

Nei casi più gravi è necessario rivolgersi al medico che può prescrivere una terapia farmacologica con medicinali ad azione comedolitica e antibatterica, oppure con creme antibatteriche e a base di cortisone. Nei casi più gravi, il medico può ricorrere anche a un piccolo intervento chirurgico di rimozione sistemica del brufolo e del suo contenuto. Quando i farmaci non sono necessari, vediamo 7 rimedi efficaci per eliminare i brufoli sul mento.

1. Pulizia del viso

Una delle principali cose a cui fare attenzione per prevenire i brufoli sul viso e di conseguenza anche sul mento è la pulizia del viso. L’eccesso di sebo, il trucco, le impurità di smog e agenti atmosferici creano una patina che occlude i pori e non fa respirare la pelle, che si sfoga. Bene dunque prendere l’abitudine di una corretta beauty routine che inizia con detersione e idratazione del viso.

Esistono varie tipologie di detergenti e struccanti tra cui scegliere a seconda del tipo di pelle come l’acqua micellare o lo struccante bifasico. Infatti le pelli secche o più sensibili necessitano di prodotti più delicati e idratanti, mentre la pelle grassa, più propensa all’insorgenza di brufoli, ha bisogno di un detergente antinfiammatorio ed efficace. Importante è rimuovere adeguatamente il trucco, anche se si usa un make-up naturale e privo di sostanze nocive, perché comunque crea una copertura sulla pelle.

2. Corretta alimentazione

Un altro aspetto da tenere in considerazione per la salute della pelle in generale è l’alimentazione. In particolare ci sono alcune categorie di alimenti che favoriscono la produzione di sebo e la nascita nascita di brufoli. Ad esempio le pietanze ricche di zucchero, sale, o grasse sarebbero da evitare o da limitare. Da preferire invece frutta, verdura e alimenti che contengono vitamine. La pelle mostra la salute dell’organismo, se si presentano brufoli o altri inestetismi e irritazioni, la causa potrebbe essere l’alimentazione o qualcosa in particolare che si è ingerito.

3. Rimedi naturali

Come sempre la natura ci viene in grande aiuto per la salute e il benessere di tutto il corpo. Anche contro i brufoli sul mento esistono rimedi naturali molto efficaci, grazie alle proprietà astringenti, antinfiammatorie, disinfettanti ed emollienti di alcuni ingredienti.

Limone

Uno degli ingredienti più noti per le sue proprietà contro i brufoli è il limone, che svolge un’azione disinfettante, antinfiammatoria e purificante. Qualche goccia di limone applicata direttamente o con l’uso di un batuffolo di cotone sul brufolo riesce ad asciugare e disinfettare la zona infiammata, così che si cicatrizza e passa in minor tempo. In alternativa, ha proprietà simili l’aceto bianco, a chi non infastidisce l’odore particolare.

Argilla

Un rimedio molto efficace per avere la pelle purificata e meno incline a brufoli e acne è costituito dalle maschere all’argilla. L’argilla è un prodotto naturale che unisce molteplici proprietà benefiche per la pelle. È esfoliante, adsorbente, ovvero assorbe sebo, tossine e residui, batteri e virus in modo da eliminarli dalla pelle, antisettica e antibatterica. Inoltre, ha potere cicatrizzante, purificante, antiossidante e tonificante. Un toccasana per avere la pelle più pulita e in salute.

Olio di nocciola

L’olio essenziale di nocciola è un rimedio indicato contro brufoli e acne, ricco di flavonoidi, vitamine e grassi buoni. Svolge un’azione purificante, astringente e riequilibrante del sebo, ed è perfetto dunque per curare la pelle che soffre di brufoli sul mento, ma anche per prevenirne la formazione.

Tea tree oil

L’olio tea tree è un prodotto molto utile contro i brufoli sul mento perché ha proprietà antisettiche e antibatteriche, in grado di contrastare eventuali infezioni. Inoltre, svolge un’azione antibiotica naturale, pertanto è bene usarlo solo diluito con altre sostanze come ad esempio l’olio di mandorle, e frizionarlo sul viso con un batuffolo di cotone.

Tea tree oil, tutte le proprietà e gli utilizzi

Bicarbonato

Si può realizzare anche una maschera con bicarbonato di sodio e acqua, da spalmare direttamente sul mento e sul viso. Lasciando in posa per circa 15-20 minuti prima di risciacquare si crea un composto in grado di esfoliare la pelle liberando così i pori che possono respirare.

Lavanda

Anche l’olio essenziale alla lavanda è indicato per combattere l’acne, perché equilibra la secrezione di sebo, ha un’azione antibatterica e riduce le cicatrici lasciate dai brufoli se vengono schiacciati o tagliati. Si può utilizzare da solo, versando poche gocce direttamente sull’infiammazione, oppure unito alla crema o maschera per il viso.

4. Evitare l’esposizione al sole

È credenza comune che il sole faccia bene contro i brufoli, perché li asciugherebbe. In realtà, questo effetto è solamente temporaneo, e rischia invece di peggiorare la situazione. Infatti il calore e le radiazioni dei raggi solari rendono la pelle più sensibile, più irritata e di conseguenza tendente a far comparire l’acne. Di conseguenza è bene, per prevenire la fuoriuscita di brufoli, evitare l’esposizione prolungata ed eccessiva al sole. E farlo solo dopo aver applicato una crema solare protettiva.

5. Attenzione ai cosmetici

Anche i cosmetici non naturali e troppo aggressivi sono tra le cause più comuni di brufoli sul mento. Per eliminarli e prevenirli quindi è bene utilizzare prodotti di bellezza e di make-up il più possibile naturali e biologici. E che non contengano sostanze che appesantiscono la pelle e chiudono i pori, favorendo la produzione di sebo. In ogni caso, è importante rimuovere sempre il trucco e detergere il viso così da eliminare qualsiasi residuo indesiderato.

6. Ridurre lo stress

Lo stress è un nemico importante per il benessere di tutto l’organismo. Se l’insorgenza di brufoli sul mento è legata a un particolare periodo stressante, è bene ridurre il più possibile la fonte di stress. In questo modo infatti si rinforza il sistema immunitario, che resiste così a rischi di infiammazioni batteriche. Inoltre la pelle risulta anche più elastica e sana.

7. Non schiacciare

I rimedi casalinghi, cosiddetti “della nonna” talvolta funzionano, talvolta no. Non hanno fondamenta mediche, pertanto è bene evitarli il più possibile, a meno che non siano avvalorati da un professionista. Ad esempio, l’uso del dentifricio come rimedio per i brufoli è stato smentito, poiché rischia di seccare troppo la pelle, che reagisce alla secchezza con la produzione di altro sebo e acne. Importante è anche non schiacciare i brufoli e non provare a inciderli o fare altre operazioni delicate che rischiano di peggiorare la situazione e lasciare cicatrici.

La discussione continua nel gruppo privato!