Pulizia del viso fai da te: come fare? - Roba da Donne

La pulizia del viso fai da te in 5 passaggi semplici e con prodotti naturali

Come fare un'ottima pulizia del viso fai da te? Ci sono poche regole base da seguire, ma prima di tutto bisogna capire di che tipo è la nostra pelle, per affidarci a prodotti adatti e senza controindicazioni.

Parliamo di beauty routine: croce e delizia per tutte le donne, che vorrebbero tutti i benefici di una pelle sana, levigata e luminosa ma spesso non hanno il tempo, la pazienza o la voglia per occuparsi del proprio viso.

La pulizia del viso è invece uno degli alleati migliori per curare la propria bellezza, e considerarla un’abitudine quotidiana da mantenere può davvero apportare moltissimi effetti positivi. Ma per farla nella maniera corretta non serve per forza andare spesso nei centri estetici, si può fare un’ottima pulizia del viso fai da te, con prodotti di qualità specifici per ogni tipo di pelle.

Perché fare la pulizia del viso fai da te?

Smog, residui di trucco, sebo in eccesso: sono molte, nel corso della giornata, le impurità che si depositano sulla pelle del nostro viso, causandone un indebolimento che, a lungo andare, la rende poco luminosa e più opaca.

Queste impurità spesso sono alla base di fastidiosi inestetismi come acne, punti neri o rughe, ma anche di arrossamenti e maggior secchezza della pelle. Da qua si capisce perché effettuare una pulizia del viso quotidiana sia di estrema importanza, per mantenere al massimo tono ed elasticità cutanee.

La pulizia del viso fai da te ideale in base al tipo di pelle

Ci sono, ovviamente, molti tipi di pelle, ma in generale potremmo racchiuderli in:

  • pelle normale;
  • pelle secca;
  • pelle grassa;
  • pelle sensibile.

Naturalmente per eseguire la pulizia del viso nella maniera corretta occorre prima di tutto capire che tipo di pelle abbiamo, e di conseguenza adattare i prodotti più indicati, per evitare irritazioni, arrossamenti o la comparsa di altri piccoli problemi.

1. Pelle normale

Questa, come si può facilmente intuire, è la pelle che richiede meno attenzioni rispetto ad altre, presentando poche imperfezioni e nessuna criticità particolare. Importante è comunque detergerla quotidianamente, e ricordarsi di togliere il trucco ogni volta, per consentirne la traspirazione durante la notte. È inoltre consigliabile usare un prodotto esfoliante almeno una volta a settimana, mentre per il lavaggio quotidiano è sufficiente un latte detergente in crema.

2. Pelle secca

È una pelle che richiede già più attenzioni, soprattutto perché si cerca di mantenere la luminosità impedendone la desquamazione. La cosa fondamentale è usare detergenti con un buon equilibrio nel pH; in particolare, potremmo usare prodotti a base di oli, ad esempio olio di mandorla o lo stesso olio d’oliva, che aiutano proprio a ristabilire il pH mantenendo la pelle pulita e idratata, eliminando le tossine.

3. Pelle grassa

Aspetto lucido, pori dilatati e brufoli, così si presenta generalmente questo tipo di pelle, che perciò richiede una pulizia del viso profonda, con una beauty routine da ripetere almeno due volte al giorno. Bisogna esfoliare la pelle con cura, usando saponi all’argilla o a base di zolfo, ad esempio, oppure prodotti a base di olio di tè. In generale, però, è più indicata una pulizia professionale, soprattutto perché c’è il forte rischio di lasciare cicatrici.

4. Pelle sensibile

La parola d’ordine è usare prodotti non aggressivi, che possano esfoliare in profondità ma con delicatezza, e di detergere la pelle con siero viso e crema a base naturale.

Come fare una corretta pulizia del viso fai da te: i 5 passaggi e i prodotti

Vediamo ora, passo passo, come possiamo procedere per essere sicuri di fare una pulizia del viso fai da te nel migliore dei modi.

1. Preparare la pelle alla pulizia

Dobbiamo prima di tutto permettere ai pori della pelle, fondamentali per la traspirazione, di aprirsi, in modo da prepararla alla pulizia. Si può mettere a bollire una pentola con dell’acqua aggiungendo due cucchiaini di bicarbonato, quindi esporre il viso al vapore per almeno 15 minuti, coprendo la testa con un asciugamano. Sono i classici suffumigi, insomma.

2. Rimuovere le cellule morte con detergente e scrub

Cerchiamo di liberare la pelle dalle cellule morte, permettendole di respirare: chi ha la pelle delicata può usare uno scrub con bicarbonato, acqua e miele, massaggiando sul viso e risciacquando dopo pochi minuti con acqua tiepida. Per le pelli normali lo scrub può essere fatto con zucchero, miele e succo di limone. In ogni caso, è importante ricordare di evitare la zona del contorno occhi.

Per la detersione vanno bene i detergenti delicati, ma anche l’acqua di rose – per le pelli più sensibili -, l’olio di oliva o il burro di cocco. Se la pelle è grassa è consigliabile buttarsi su prodotti leggermente astringenti, a base di aloe vera o succo di limone.

Holika Holika Schiuma all’estratto di aloe vera

Holika Holika Schiuma all’estratto di aloe vera

Una schiuma leggerea che allevia irritazioni e arrossamenti, con ingredienti di origine naturale.
17 € su Amazon
Pro
  • Composizione naturale
  • Adatta a tutti i tipi di pelle
Contro
  • Qualcuno ha lamentato reazioni allergiche

Se avete dei punti neri, potete toglierli utilizzando due dischetti di cotone per spremerli, oppure servendovi del levacomedoni.

3. Utilizzare maschere naturali per purificare la pelle

Ogni tipo di pelle ha la maschera più indicata: all’argilla per pelli da miste a grassa, a base di succo di limone per le pelli grasse. Le pelli normali possono fare una maschera a base di avocado, mentre aloe vera, calendula e camomilla sono indicate per le pelli sensibili e infiammate.

Se sentite la pelle stressata, invece, preparate una maschera con polpa di cetriolo, gel di aloe vera e miele.

Pinpoxe maschera all'argilla e avocado

Pinpoxe maschera all'argilla e avocado

Adatta a ogni tipo di pelle, questa maschera combina l'azione dell'argilla e dell'avocado garantendo un'idratazione ottimale e la rimozioni di punti neri e altri piccoli inestetismi.
15 € su Amazon
Pro
  • Accelera il peeling naturale, rimuove le tossine e le impurità
  • Riduce i punti neri e l'acne
Contro
  • Non presenta punti negativi

4. Usare il tonico per un effetto astringente

Lo scopo è restringere i pori ancora dilatati, realizzando un tonico casalingo con decotto di rosmarino, di buccia d’arancia e di pompelmo, succo di limone, decotto di prezzemolo, oppure, in alternativa, al tè verde o alla menta e aceto di mele. Bisogna tamponare il prodotto sulla pelle con un batuffolo di cotone, lasciando poi asciugare all’aria.

5. Idratare il viso con la crema più adatta al nostro tipo di pelle

Per idratare la pelle bisogna massaggiare il viso con la crema più indicata per il nostro tipo di pelle, e poi sceglierne un’altra per il contorno occhi. È consigliabile puntare a prodotti che contengano vitamina E e aloe vera.

I metodi per una pulizia del viso professionale

I professionisti del settore sanno sicuramente come eseguire una pulizia del viso profonda, partendo prima di tutto dall’analisi della pelle, per determinarne il tipo e, quindi, la scelta dei prodotti da utilizzare.

Dopo aver applicato un detergente, verrà applicato un tonico, dopodiché il viso viene irrorato con vapore caldo, che consente l’idratazione e la dilatazione dei pori, eliminando quindi eventuali punti neri (il trattamento è sconsigliato in caso di pelle sensibile).

La fase successiva è il peeling, in cui si applicano dei prodotti esfolianti, per favorire il distacco delle cellule morte; anche in questo caso, lo scrub è da evitare nelle pelli sensibili o che siano colpite da dermatiti o eritemi solari.
Si rimuovono manualmente brufoli e punti neri, quindi si passa ad applicare il siero concentrato, con proprietà disarrossanti, idranti, nutrienti e seboequilibranti.

Da ultimo si procede con un massaggio delicato e rilassante, a cui segue l’applicazione della maschera per il viso, e infine una crema idratante, emolliente e protettiva.

Per quanto riguarda la frequenza con cui rivolgersi ai centri estetici per la pulizia del viso, dipende anche in questo caso dal tipo di pelle: le pelli grasse possono effettuare un trattamento ogni mese, mentre chi ha la pelle normale o secca può farla un paio di volte l’anno.

La discussione continua nel gruppo privato!
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...