diredonna network
logo
Stai leggendo: Da Riccia A Liscia: 6 Metodi Fai Da Te Per Lisciare I Capelli

Cerchietto per capelli: da accessorio per bambine a dettagli sexy chic

Ecco il migliore trucco per asciugare i nostri pennelli make-up

La "prova del capezzolo" e altri 3 consigli per scegliere il rossetto nude giusto per te

Questo sarà il vostro nuovo segreto di bellezza e non riuscirete a smettere di usarlo

Come i beauty blogger stanno usando la cover del telefono per truccarsi

Labbra bicolor olografiche o effetto frosty-sugar: quale scegli per una serata rock?

Porta trucchi fai da te: 4 idee per organizzare i tuoi trucchi in modo intelligente

Chi conosce la differenza tra gommage, scrub e peeling? Mettetevi alla prova

Arriva la Nuova Tinta di Capelli per il 2016 Ispirata ai Dolci alla Cannella!

Hair Contouring: Come Valorizzare il Tuo Volto con i Capelli

Da Riccia A Liscia: 6 Metodi Fai Da Te Per Lisciare I Capelli

Aiuto! Come districhiamo questa matassa di capelli? Dobbiamo ammettere che per lisciare i ricci fitti e stretti è necessario un piccolo sforzo, ma con i prodotti adeguati, le tecniche giuste e una dose di pazienza, i risultati non si faranno attendere.
(foto: Jean Louis David)

Insomma potremmo uscire di casa struccate e in vestaglia, ma checché se ne dica non c’è niente che ci faccia sentire belle esteticamente quanto avere i capelli in ordine e al proprio posto.

Quando si parla di capigliatura è sempre un dilemma!

Le ricce li preferiscono lisci, chi li ha corti invece li vorrebbe lunghi, ma non è finita qui… chi li ha fragili li desidererebbe corposi, colei che è bionda aspira a diventare bruna.

Per non parlare di chi ha una chioma unta e piatta e la sognerebbe voluminosa e chi li ha colorati rimpiange la sua nuance naturale.

Il sistema più scontato è quello di recarsi dall’hair stylist che con la sua esperienza ed abilità nel maneggiare le spazzole, risolverebbe tutti i nostri problemi.

Per non spendere un capitale ogni settimana, soprattutto in tempi di crisi, il nostro obiettivo è quello di individuare metodi “fai  da te” per lisciarli senza danneggiarli.

Prima di arrivare alle operazioni di “piega” della chioma, occorre passare dalla fase precedente, nonché quella inerente il lavaggio.

È buona norma lavare i capelli con cura, massaggiando bene il cuoio capelluto attraverso piccoli movimenti circolari che favoriscono e riattivano la circolazione.

Adottiamo adesso dei pratici consigli per trasformare i vostri ricci ribelli in cascate di seta liscissima!

1. Shampoo Giusto

(foto: weheartit.com)

Per non rovinare i capelli da lisciare è importante tener conto dello shampoo adatto; quelli a base di cheratina renderanno i capelli morbidi e soprattutto lucenti.

Dopo ogni lavaggio un balsamo lisciante e un siero anti-crespo andranno applicati sulla lunghezza del capello ma mai sul cuoio capelluto che in tal caso renderebbe grassa la radice.

Questi trattamenti, ricchi di proteine e oli vegetali, andranno svolti dopo aver tamponato i capelli con un asciugamano.

2. Spazzola e Asciugacapelli a Ioni

(foto: Web)

Per domare i ricci non proviamo ad asciugare i capelli all’aria, l’effetto sarà  tutt’altro che quello desiderato!

Se impariamo ad utilizzare il phon nella maniera più opportuna, questo strumento ci sarà di grandissimo aiuto.

Prima di procedere con l’asciugatura sarebbe meglio utilizzare prodotti idratanti e al contempo ricchi di agenti che proteggono dal calore.

La tecnica migliore consiste nel fonare i capelli, tirandoli con spazzole grandi dotate di setole di plastica dura o di cinghiale.

Procedendo da dietro la testa, sino a giungere avanti, dividiamo i capelli in ciocche per lavorarli meglio.

Le spazzole tonde sono perfette per i capelli corti; usiamole come fossero dei bigodini: scaldiamo la ciocca arrotolata e tiriamo rapidamente i capelli mentre l’aria calda segue il movimento della spazzola dalla radice alle punte.

Adoperando la medesima tecnica, utilizziamo spazzole piatte e larghe, se abbiamo capelli lunghi.

Completiamo lo styling con una mousse fissante e speriamo che pioggia e vento non ci stiano aspettando dietro l’angolo.

3. Piastra

(foto: weheartit.com)
(foto: weheartit.com)

Evoluzione dell’antico metodo del ferro da stiro sono le miracolosissime piastre.

Chi di noi non ne possiede una! È indispensabile per rendere i capelli lisci in breve tempo, ma ancora più importante è che sia di ottima qualità.

Le piastre più moderne hanno la superficie in ceramica, sono dotate di termostato e distribuiscono il calore in maniera più omogenea e controllata.

Non dimentichiamo di verificare che i capelli non siano umidi e di applicare prodotti anti-calore che creino una barriera protettiva.

Prendiamo piccole ciocche e lisciamole per alcuni secondi ad una temperatura non eccessivamente elevata, ripetendo l’operazione almeno due volte.

Mi raccomando, se amate i vostri capelli, cercate di non adoperare la piastra tutti i giorni… i danni prodotti dal calore devono essere ridotti al minimo!

4. Ruota Svedese

(foto: Web)

Un rimedio casalingo, nonché un’idea utile per avere capelli lisci è fare ricorso ad una pratica antica: la ruota svedese!

Dopo aver lavato i capelli, quando sono ancora umidi, prendiamo un grande bigodino, o in alternativa l’interno di un rotolo di carta igienica e procediamo arrotolando accuratamente un’abbondante ciocca partendo dal centro della chioma.

A questo punto accompagniamo con l’ausilio del pettine tutti i capelli attorno alla testa e al bigodino, come fosse un turbante.

Avendo cura di stringere e tenere in piedi tutta la chioma, ci aiuteremo bloccandola con le mollettine.

Per far sì che si ottenga l’effetto desiderato, non resta che munirsi di una retina, con cui andremo a coprire tutto il capo per evitare che qualche ciocca ci sfugga.

Alle più coraggiose si consiglia di andare a dormire con la chioma così raccolta! Trascorso il tempo necessario, spazzoleremo i capelli “effetto liscio naturale” e con un prodotto fissante favoriremo la piega.

5. Maschere Liscianti

(foto: weheartit.com)

Con alcuni rimedi naturali possiamo ammorbidire e lisciare capelli ribelli e stressati!

Senza aspettarci  i risultati dello stiraggio chimico del parrucchiere e senza spendere cifre da capogiro possiamo realizzare alcune maschere efficaci ma home-made.

  • A base di OLI NATURALI: come l’olio di mandorle, di cocco, di girasole, di Argan, di ricino, d’oliva, di lino, i quali vanno applicati con i palmi delle mani su tutta la lunghezza dei capelli. Lasciamo agire per circa 30 minuti e procediamo con il normale shampoo.
  • Con lo YOGURT: mescolare 4 cucchiai di yogurt, 1 cucchiaio di miele, 1 cucchiaio d’olio d’oliva; 1 kiwi o 2 cucchiai di Cacao in polvere. Mescolare il composto, distribuirlo sulla capigliatura e avvolgere con pellicola trasparente. Trascorsi 20-30 minuti, procedere con il risciacquo.

6. Ventilatore

(foto: weheartit.com)

Per ovviare nuovamente all’impiego di piastra e phon c’è chi consiglia, soprattutto nella bella stagione, di utilizzare il ventilatore. In seguito ad un accurato shampoo, occorre tamponare i capelli, per eliminare l’acqua in eccesso e districare i nodi con un pettine a denti larghi.

A questo punto possiamo applicare un siero lisciante, avendo cura di non tralasciare la parte superiore dei capelli.

Dividendo le ciocche avvicinatevi al ventilatore e sfruttando la sua aria pettinate la sezione sciolta con una spazzola piatta.

Procedete ciocca per ciocca, man mano che i capelli si asciugano, prestando attenzione a non lasciare alcuna traccia di umidità.

Ricordate che il riccio è sempre in agguato! Completate il vostro look lisciando con le mani e date il tocco finale con una mousse fissante.

Da evitare per coloro che soffrono di cervicale ed emicrania, per tutti gli altri… tentar non nuoce!