L’Estetista Cinica ci mette il sedere (con le amiche) per parlare davvero di cellulite - Roba da Donne

L’Estetista Cinica ci mette il sedere (con le amiche) per parlare davvero di cellulite

L'Estetista Cinica esce con una nuova edizione del suo libro che svela tutta la verità, nient'altro che la verità... Sulla cellulite.

La cellulite, la nemica giurata e il terrore di ogni donna. Dipende dal sale. No, dipende dal fatto che mangi male. Niente affatto, è tutta colpa della ritenzione idrica, devi bere due litri di acqua al giorno. Alle magre non viene. Se fai tanto sport ti passa…

Quante di queste frasi abbiamo ascoltato almeno una volta nella nostra vita, mentre davanti alla nostra immagine allo specchio ci crucciavamo per quegli impietosi crateri lunari sulle nostre cosce? Peccato che molte delle notizie che pensiamo di avere sulla cellulite siano per la gran parte falsi miti, se non vere e proprie bufale che qualcuno, prima o poi, doveva sfatare.

Ci ha pensato l’Estetista Cinica, nome “d’arte” social dell’estetista (vera) Cristina Fogazzi, diventata un vero e proprio guru per tutte le donne che inseguono la bellezza vera. Il che significa tutte quelle che vogliono togliersi di dosso etichette e modelli stereotipati cui aderire perché la società “così vuole”, per imparare finalmente a vivere accettandosi, facendosi del bene, e non lasciandosi condizionare da cliché e bugie sul mito della perfezione a tutti i costi.

Nel 2016 usciva il suo libro, scritto a quattro mani con il dottor Enrico Motta, Guida cinica alla cellulite, un mantra per chiunque volesse finalmente liberarsi dall’ossessione della pelle a buccia d’arancia come condanna a morte della bellezza.

Guida cinica alla cellulite

Guida cinica alla cellulite

Tutta la verità, nient'altro che la verità sulla cellulite. L'Estetista Cinica sfata uno a uno tutto i falsi miti sulla pelle a buccia d'arancia, per insegnare alle donne ad amarsi a prescindere da ciò che social e pubblicità vogliono farci credere.
14 € su Amazon

Adesso il volume esce, in un’edizione completamente rinnovata, con le illustrazioni di Enrica Mannari, e per (ri)presentarlo la Cinica ha pensato di chiamare a raccolta le amiche fidate, fra cui la stessa Enrica e Annie Mazzola, e di mostrare… il sedere, fotografate da Eleonora Proietti.

Niente marketing, niente promesse, solo scienza, anatomia, esperienza – scrive lei nel post, pubblicato sul suo account Instagram, per parlare della nuova edizione del libro – La sfida era far capire che non c’è niente da ‘combattere’ nel nostro corpo, nella sua forma, nel suo aspetto, al massimo si può migliorare qualcosa e imparare cosa sono quei fastidiosi buchetti oppure iniziare a guardarli con indulgenza e consapevolezza.
Anche con simpatia, perché no.
In questa seconda edizione ho aggiunto un capitolo sui nuovi ‘miracoli’ proposti dal web: dai the detox alle famigerate coppette.
Soprattutto però ho scattato una copertina in cui io e le mie amiche ci abbiamo messo ‘il culo’.
Sederi di donne normali per un libro che parla di normalità invece che una modella per far pensare che dentro ci sia il segreto filosofale che ci trasformerà in lei.

Visualizza questo post su Instagram

Giornata di emozioni forti. È aperta la prevendita della nuova edizione del mio libro sulla cellulite. Il libro è nato 4 anni fa, scritto da me e dal dott. Enrico Motta e illustrato da @enrica_mannari. La sfida del libro non era promettere “un culo top in 4 settimane” ma spiegare cosa sia (o non sia) la cellulite e cosa si puó o non si puó fare per migliorarla. Niente marketing, niente promesse solo scienza, anatomia, esperienza. La sfida era far capire che non c’è niente da “combattere” nel nostro corpo, nella sua forma, nel suo aspetto, al massimo si puó migliorare qualcosa e imparare cosa sono quei fastidiosi buchetti oppure iniziare a guardarli con indulgenza e consapevolezza. Anche con simpatia, perchè no. In questa seconda edizione ho aggiunto un capitolo sui nuovi “miracoli” proposti dal web: dai the detox alle famigerate coppette. Soprattutto peró ho scattato una copertina in cui io e le mie amiche ci abbiamo messo “il culo”. Sederi di donne normali per un libro che parla di normalità invece che una modella per far pensare che dentro ci sia il segreto filosofale che ci trasformerà in lei. Sono emozionata, sono passati 4 anni, la mia vita è cambiata e anche il mondo intorno a me. Sono grata soprattutto a voi che mi leggete per avermi portato qui, ad avere il coraggio di stare in mutande su una copertina a 45 anni e per darmi igni giorno la carica per convincere le altre donne a mettersi in mutande con me Nella bio c’è il link per il pre ordine. Il libro vi arriverà a casa con due regali speciali: la t-shirt cellulite in una nuova veste e un segnalibro/bacchetta magica con un incantesimo che in 2 minuti vi trasformerà in una top model. O forse no. Lo scoprirete voi. Grazie alle mie modelle pazzesche: @spora, @enrica_mannari, @anniemazzola, @bettyconcept, @evelynesafaawua. Incrocio tantissimo le dita. #estetistacinica #guidacinicaaallacellulite #book

Un post condiviso da Cristina Fogazzi (@estetistacinica) in data:

Dimenticate quindi i programmi alimentari o gli esercizi tonificanti che promettono di eliminare la cellulite in dieci giorni; nel libro della Cinica c’è tutta la verità, nient’altro che la verità, che si nasconde dietro quello che, molto banalmente, viene chiamato “inestetismo”, ma che in realtà ha davvero poco a che fare con l’estetica.

Cosa abbiamo imparato dalla Cinica sulla cellulite

È una vera e propria campagna anti cliché quella che Cristina Fogazzi porta avanti da anni, una crociata contro chiunque abbia spinto le donne a pensare di avere un “difetto” nella cellulite. Perché le cose stanno diversamente da come anni di bombardamenti pubblicitari, mediatici, e ora social, hanno tentato di farci credere: la cellulite non dipende dall’essere in carne o meno, né dal tipo di alimentazione che si sceglie o dalla quantità di acqua che si beve. Parliamo di un disturbo della micro-circolazione, che può interessare chiunque, a prescindere dalla fisicità che si ha.

Attenzione: mangiare sano, seguire un’alimentazione equilibrata e fare attività fisica sono buoni consigli che valgono sempre e comunque, indipendentemente dal sapere che la cellulite viene alle magre così come alle curvy, alle pigre ma anche alle atlete. Sono principi basilari per volere bene a se stesse e al corpo in cui si abita. Ma siccome la salute passa anche dalla mente, è importante liberarci da alcuni preconcetti che possono risultare dannosi per noi e per la nostra autostima. Come quelli legati, appunto, alla cellulite, che la Cinica ha sfatato nel suo libro e di cui ci aveva parlato in questa intervista:

La discussione continua nel gruppo privato!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...