'Più mostro ciò che vuoi che nasconda, più sono potente. Se non ti piace, non guardare' - Roba da Donne

"Più mostro ciò che vuoi che nasconda, più sono potente. Se non ti piace, non guardare"

Erica ha passato anni cercando di compiacere gli altri e di pensare che la sua taglia fosse "sbagliata". Ora ha capito che il suo valore non dipende dal suo corpo, e ha imparato finalmente a volersi bene.

Foto 1 di 7

Sto scoprendo che il modo più veloce per accettare il proprio corpo è abituarsi a vederlo da tutti gli angoli e non solo da quello che ti fa sembrare il più sottile.

Se avessi guardato queste foto solo pochi mesi fa probabilmente avrei pianto, ma ora le guardo e vedo il mio corpo per quello che è – niente di più, niente di meno.

Non devo identificare il mio valore personale con la mia taglia o forma. Non devo attaccare le emozioni, siano esso positive o negative.

Tutto qua.

Ho cominciato ad amare il mio corpo più di quanto abbia mai fatto in tutta la mia vita e nella maniera più intensa possibile (e lo amerei ancora se fosse più piccolo, più grande, abbronzato, pallido, sfregiato o imperfetto, perché fa delle cose incredibili per me ogni giorno) e tutto è iniziato semplicemente accettando il mio corpo così com’è.

Se non pensassi a cose brutte sul tuo corpo, come ti sentiresti?”

Non ci stancheremo mai di mandare messaggi positivi come quelli della blogger Erica Rothwell, che sul suo Instagram lancia un messaggio forte e chiaro attraverso l’hashtag #righttorespectmybody, ovvero “ho il diritto di rispettare il mio corpo”.

Perché la sostanza di molti dei suoi post è proprio questa: ciascuno di noi ha il diritto – e il dovere – di apprezzarsi indipendentemente da ciò che la gente possa pensare del nostro corpo, delle nostre imperfezioni o della nostra bellezza. E se si vuole cominciare un cambiamento, va fatto solo ed esclusivamente per il nostro benessere e la nostra soddisfazione, non per rispondere alle aspettative che gli altri hanno su di noi, o per metterci al riparo da eventuali critiche negative.

Come sempre, non si tratta di celebrare un tipo di fisico o uno stile di vita, ma solo di rivendicare la propria libertà di piacersi anche se le nostre caratteristiche estetiche non rispecchiano o non incontrano il gusto degli altri. Il che è un discorso che non ha niente a che fare con la salute, con i disturbi alimentari o quant’altro.

Erica ha attraversato e sconfitto anche un brutto momento di ansia, che ha messo a serio repentaglio la sua salute mentale, e da questo ha capito che amarsi, alla fine, è la cosa più importante che ci sia.

In gallery abbiamo raccolto altri suoi post significativi.

La discussione continua nel gruppo privato!
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...
  • Body Positive