logo
Stai leggendo: Olio di enotera: un toccasana per la nostra pelle (e non solo)

Olio di enotera: un toccasana per la nostra pelle (e non solo)

Tutte le proprietà e i benefici di quest'olio straordinario. L'olio di enotera è ottimo per la nostra pelle, ma anche per il funzionamento del nostro intestino e per alleviare i dolori mestruali.

L’olio di enotera è conosciuto anche come olio di enagra e si ricava dalla pianta Oenothera Biennis, originaria del Nord America, e in particolare dai suoi semi. Si tratta di un prodotto naturale prezioso per la nostra pelle ma non solo, considerando tutte le sue proprietà ottime per il nostro corpo.

Le preziose proprietà dell’olio di enotera

olio di enotera
Fonte: web

La sostanza che rende l’olio di enotera così unico per il nostro corpo è l’acido gamma-linolenico (GLA), un grasso semi essenziale che viene prodotto anche dal nostro organismo. La sua ricchezza in acidi grassi polinsaturi, in particolare di GLA, rende l’olio di enotera un ottimo integratore alimentare per la cura di svariate condizioni patologiche. Per esempio, è di grande aiuto per il funzionamento del cuore, grazie al contributo che dà alla circolazione sia arteriosa che venosa. L’acido gamma-linolenico è eccellente anche per chi combatte contro il colesterolo: aiuta a mantenere bassi i livelli di colesterolo cattivo e dei trigliceridi nel sangue.

Le sue proprietà sono preziosissime anche per le donne: rende meno dolorosa la sindrome premestruale e allevia i sintomi della menopausa. La sua assunzione regolarizza il ciclo mestruale e di conseguenza l’ovulazione, per questo motivo può essere utile anche per chi vuole aumentare la propria fertilità, in vista di un bambino.

A cosa serve l’olio di enotera?

L’olio di enotera serve innanzitutto per migliorare l’elasticità e l’idratazione della nostra pelle. Il suo uso viene consigliato per ogni problema di tipo dermatologico: dalla dermatite atopica agli eritemi. Prezioso anche per psoriasi, eczemi, orticaria, acne e scottature. Quando l’olio viene utilizzato esternamente come in questi casi, è meglio utilizzare la versione naturale, ovvero liquida, prediligendo i prodotti biologici che mantengono intatte le proprietà originali dell’olio. Per la sua applicazione è preferibile massaggiare l’olio sulla pelle umida nella zona prescelta dopo essersi fatti la doccia.

Come dicevamo precedentemente però, l’olio di enotera non è utile solo per la nostra pelle, bensì è consigliatissimo anche il suo uso interno. Aiuta le funzioni intestinali, ammorbidendo la mucosa e facilitando le evacuazioni; ottimo anche per la cura dell’infiammazione, in caso per esempio di artrite reumatoide.

Quest’olio è formidabile anche per la cura dei capelli. Ne previene la caduta, dovuta a stress e squilibri ormonali. Può essere assunto per via orale o applicato direttamente sul cuoio capelluto con un massaggio.

Le controindicazioni dell’olio di enotera

Un altro punto a favore dell’olio di enotera è che presenta pochissime controindicazioni. Il suo uso infatti è consigliato a chiunque abbia una pelle particolarmente secca e la voglia idratare; in particolare il suo utilizzo è raccomandabile a persone anziane, che a causa dell’invecchiamento producono una minor quantità di acido gamma-linolenico. L’eccezione è per chi soffre di schizofrenia, in questo caso il suo utilizzo deve essere prudente e sotto stretto controllo del medico.

Gli unici effetti collaterali che può provocare l’olio di enotera dipendono principalmente dal suo uso interno. Può provocare mal di testa e problemi gastrointestinali, come nausea e diarrea. Per quanto riguarda invece l’uso esterno, l’olio potrebbe provocare delle allergie.

Prima di qualsiasi utilizzo dell’olio di enotera è bene chiedere informazioni al proprio medico, che saprà consigliarvi la giusta dose da assumere e la durata del trattamento a seconda del vostro problema.

Olio di enotera: prezzo sul mercato

Olio di enotera in perle
Fonte: web

Come dicevamo precedentemente sono diverse le forme che si possono trovare in commercio dell’olio di enotera. I più diffusi sono l’olio vero e proprio, con le varie provenienze e le varie modalità di estrazione, e le perle d’olio, utili per chi deve assumerlo per via interna.

Il prezzo medio con cui è disponibile in commercio varia dai dieci ai venti euro, a seconda della provenienza e del trattamento. L’olio di enotera biologico estratto a freddo è quello con il prezzo più alto: attraverso questa modalità di estrazione, l’olio mantiene intatte le sue proprietà e fortifica il suo effetto. Le perle invece hanno solitamente un prezzo inferiore, ma sono consumabili solo per via interna. La confezione di olio puro è solitamente di 100 ml, mentre per le perle ci sono contenitori di varia capienza, da 30 fino a 180 capsule.

Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...