logo
Stai leggendo: Massaggio drenante: cos’è e come funziona

Massaggio drenante: cos'è e come funziona

Che cos'è il massaggio drenante e a cosa serve? Vediamo di cosa si tratta e come farlo comodamente in casa, non solo per le gambe!
ritenzione idrica massaggio drenante
Fonte: web

Le nostre gambe sono sottoposte a molti tipi di stress nel corso degli anni. Gonfiore e ritenzione idrica sono una delle conseguenze che se non vanno curate possono anche peggiorare con il passare del tempo. Il massaggio drenante è una soluzione a questi problemi e può aiutare le gambe gonfie a drenare i liquidi e migliorare. Il massaggio però si può effettuare anche su viso e addome: vediamo come e quali sono i benefici.

1. Massaggio drenante fai da te per gambe e addome

massaggio drenante gambe
Fonte: web

I massaggi non sono una soluzione così diffusa per risolvere i vari problemi del corpo, poiché spesso si ricorre ad altri metodi e ne viene sottovalutata l’efficacia. Questa pratica, infatti, è più popolare in oriente, dov’è nata e dove il benessere è una priorità. I massaggi sono tecniche semplici ma molto salutari per il nostro corpo. Il massaggio drenante viene effettuato per eliminare la ritenzione idrica, per questo viene fatto maggiormente sulle gambe e aiuta a combattere la cellulite. Ma non solo, perché questo massaggio si può effettuare anche su altre zone del corpo come per esempio addome, braccia o viso.

La cellulite è dovuta anche alle nostre abitudini giornaliere: purtroppo stili di vita molto diffusi (come lavorare ore sedute in ufficio) vanno a peggiorare il problema e renderlo difficile da combattere. Ovviamente se il nostro lavoro ci impone un certo stile di vita di certo non possiamo cambiarlo o evitarlo ed è qui che entrano in gioco i massaggi drenanti. Oltre a rimuovere la ritenzione idrica i massaggi se eseguiti correttamente possono eliminare le tossine prodotte dal corpo.

Munitevi di oli o creme apposite per massaggi: ciò favorirà il movimento delle mani. Lo scopo del massaggio linfodrenante è liberare i canali linfatici, quindi cominciate dalla parte alta della coscia. Il massaggio è semplice, dovrete eseguire movimenti circolari partendo dal basso verso l’alto. Le prime volte non esercitate troppa pressione, mano a mano che vi abituerete iniziate gradualmente ad intensificare il massaggio. Dopo aver massaggiato la coscia scendete e iniziate a massaggiare i polpacci allo stesso modo. Movimenti circolari dal basso verso l’alto. La prima fase del massaggio dev’essere leggera e serve solo a sciogliere i liquidi e favorire la circolazione. Ora dovrete stringere abbastanza le gambe in modo da spingere i liquidi verso l’alto, dovrete esercitare una maggiore pressione in modo che i liquidi salgano e arrivino ai reni.

2. Massaggio drenante per addome

massaggio drenante pancia
Fonte: web

Come il massaggio drenante aiuta a sgonfiare le gambe può essere effettuato anche per sgonfiare l’addome. Il massaggio va fatto lontano dai pasti e non durante il ciclo mestruale. Da evitare anche se soffrite di coliche o se avete disturbi intestinali.

Anche per l’addome utilizzate un olio o una crema specifici per massaggi. Eseguite un massaggio circolare con il palmo di una mano su tutta la pancia. Posizionate poi la mano destra sotto alla costola sinistra e fate piccoli movimenti circolari. Ripetete la stessa operazione con la mano sinistra sotto alla costola destra. Spostatevi poi al centro verso il colon e muovete la mano in modo circolare ma dal basso verso l’alto. Massaggiate poi unendo entrambe le mani verso l’ombelico con abbastanza vigore. Tamburellate la pancia con i palmi delle mani e infine tornate al primo tipo di massaggio, con il palmo della mano su tutta la pancia in moto circolare.

3. Massaggio drenante viso

massaggio drenante viso
Fonte: web

Il massaggio drenante sul viso serve a migliorare la circolazione e rilassare la pelle. Per massaggiare il viso partite dal collo, effettuate una pressione molto delicata e iniziate a tracciare dei piccoli cerchi con le dita. Muovetevi in senso orario. Dopo aver massaggiato il collo iniziate a salire verso il mento e sempre con movimenti circolari arrivate alle orecchie per poi scendere di nuovo sul collo. Dal mento poi salite verso la mascella e arrivare alla bocca. Eseguite movimenti circolari anche ai lati della bocca utilizzando i polpastrelli. Fate la stessa cosa su guance e zigomi fino a salire verso tempie e fronte. Non esercitate troppa pressione e siate delicate soprattutto le prime volte. Per massaggiare la parte sopra e sotto gli occhi, invece, muovete due polpastrelli in senso orizzontale. Potete poi ripetere il massaggio al contrario e quindi scendendo per tornare infine a massaggiare il collo.

I risultati potrebbero vedersi dopo qualche tempo, l’importante è essere costanti e prendersi sempre il giusto tempo per eseguire i massaggi in modo corretto. La circolazione migliorerà nettamente e i gonfiori diminuiranno. Per la ritenzione idrica e la cellulite invece possono volerci diversi mesi ma sicuramente si attenueranno.