Faccette dentali: cosa sono, pro e contro e costi - Roba da Donne

Servono principalmente per motivi estetici, e sono più diffuse di quanto si pensa: le faccette dentali, chiamate anche veneers dal termine inglese, sono lamine in ceramica applicate sopra i denti attraverso un intervento dal dentista.

Oltre a rappresentare un miglioramento estetico, hanno diversi benefici per la salute orale e dentale. Vediamo meglio come si applicano e a cosa servono, i pro e i contro di queste piccole protesi.

Detartrasi: perché avere denti bianchi significa godere di ottima salute

Faccette dentali: cosa sono e a cosa servono?

Le faccette dentali sono delle piccole lamine in ceramica o porcellana che riproducono la forma e il colore dei denti. Si applicano come degli involucri sopra i denti stessi, per migliorare o curare alcuni problemi dentali, che a qualcuno possono dare fastidio, eliminare gli spazi tra i denti, che risultano anche più bianchi e luminosi. Esistono anche le faccette in composito, che, se di qualità e ben fatte, si modellano direttamente sul dente, e garantiscono un ottimo risultato a prezzi decisamente minori.

A seconda della bravura del professionista nell’applicarla e della cura nella manutenzione, hanno una durata più o meno di 10 anni. Sono considerate vere e proprie protesi, seppure piccole, che vengono applicate esclusivamente dal dentista, dopo che ha effettuato l’impronta e scelto la soluzione migliore, la tipologia adatta e il numero di denti su cui applicarle.

Principalmente sono scelte per correggere eventuali caratteristiche dei denti, che possono riguardare la forma, la dimensione ma anche la superficie, come macchie dentali. Non necessariamente questi problemi sono dei difetti, ma possono dare fastidi alla salute orale. Le faccette vengono applicate con una colla che non si vede senza anestesia in modo semplice, per questo spesso sono scelte in alternativa a soluzioni sicuramente più durature ma anche più invasive.

I benefici delle faccette dentali

faccette dentali
Fonte: Web

I benefici delle faccette dentali sono diversi, non solo dal punto di vista estetico ma anche per migliorare la salute dei denti. Innanzitutto i denti risultano più bianchi e con la superficie lucida, eliminando eventuali macchie di colore dovute a qualsiasi tipo di problema. Ad esempio anche residui di vecchie otturazioni o carie, in modo da operare per risolverle. Inoltre le faccette dentali correggono problemi come denti scheggiati o consumati, anche da condizioni come il bruxismo.

Un beneficio importante è quello che riguarda chi soffre di parodontite, poiché le faccette dentali rappresentano una soluzione valida a questo disturbo, risolvendo eventuali danni provocati ai denti. Infine, con questo sistema si può eliminare o diminuire il diastema, un particolare estetico talvolta molto apprezzato, ma che a qualcuno può dare fastidio se eccessivo.

Faccette dentali: controindicazioni

Non trattandosi di un intervento molto invasivo, le faccette dentali non comportano gravi controindicazioni. Si possono tuttavia rilevare alcuni svantaggi che possono fornire dei dubbi a riguardo. Il primo fra tutti è il costo, che spesso risulta troppo elevato rispetto ai vantaggi che offrono. Inoltre, le faccette dentali non sono permanenti, e hanno una durata massima di circa 10 anni, dopodiché è necessario ripetere l’applicazione.

Infine, può risultare sgradevole il procedimento per il quale il dentista lima la superficie dei denti prima di applicare le faccette. Questa operazione infatti rimuove dal 3% al 30% della superficie, a seconda della necessità per ottenere una buona aderenza della faccetta dentale. Ulteriori problemi di salute e controindicazioni non sono state finora rilevate.

Per evitare problemi, è importante la giusta manutenzione per quanto riguarda la pulizia e l’uso dei denti. Per mantenere i denti bianchi è bene lavarli spessi ed effettuare periodicamente la pulizia dal dentista, oltre a evitare l’abuso di fumo, bevande come caffè, tè o vino. Questo protegge non solo i denti ma anche le gengive dalla placca e dal tartaro. Inoltre, è bene non masticare cibi troppo duri, unghie e oggetti che possono danneggiare o scheggiare la faccetta.

Costo medio delle faccette dentali

Come abbiamo detto, il costo delle faccette dentali è elevato, ed è uno dei motivi che spesso spinge le persone a non scegliere questa opzione. Chiaramente i costi variano a seconda del numero dei denti coinvolti e dalla qualità delle faccette da applicare. Detto questo, il prezzo può variare dai 600 ai 1000 euro per ogni faccetta. Di conseguenza, è consigliato pensare bene alla necessità di applicare questa soluzione di fronte a un problema dentale.

Come alternativa meno costosa i dentisti consigliano ad esempio lo sbiancamento o la ricostruzione in composito, entrambi interventi poco invasivi, che comportano comunque un costo ma inferiore. È vero anche che le faccette dentali hanno una durata relativamente lunga, di circa 10 anni. Infine, bisogna fare attenzione a scegliere cliniche che offrono prezzi molto bassi, perché potrebbero non garantire la stessa qualità e durata.

La discussione continua nel gruppo privato!