logo
Stai leggendo: La penna sbiancante per denti funziona davvero?

La penna sbiancante per denti funziona davvero?

In commercio oggi ne esistono diverse, ma la penna sbiancante per denti funziona davvero? Ecco come riuscire ad avere un sorriso da star (almeno per un po') grazie alle penne pensate per illuminare i denti.
penna sbiancante denti

Avere denti bianchissimi come le stelle di Hollywood ovviamente piace a tutti. Ma non sempre si ha il tempo, o la possibilità finanziaria, di ricorrere ai non proprio economici trattamenti di sbiancamento professionale dal nostro dentista. Perciò, in nostro soccorso arrivano le penne sbiancanti per denti, che oggi si trovano numerose in commercio, le quali, anche se offrono un effetto temporaneo, danno comunque risultati piacevolmente sorprendenti.

Dunque la penna sbiancante funziona per ottenere un immediato effetto white sulla nostra dentatura?

La penna sbiancante per denti funziona?

penna sbiancante denti funziona
Fonte: web

Come anticipato, l’utilizzo di questa penna è mirato a garantire un effetto a breve termine, proprio come qualunque altro accessorio di make-up. Non cercate quindi di poter sostituire il ricorso a tecniche professionali, che solo un dentista può garantirvi, con la penna. Il suo obiettivo è sbiancare i denti e illuminarli in maniera istantanea, grazie alle sostanze di cui il suo siero è arricchito, come dei cristalli che riflettono la luce. La penna sbiancante per denti generalmente non è abrasiva, quindi può essere usata anche tutti i giorni.
Già, ma come si usa? Prima la si deve agitare con cura, dopodiché si può rimuovere il tappo e regolare la quantità di siero che si desidera erogare, cliccando sull’apposita punta posteriore.
Fatto questo passaggio, potrete passare a mettere il prodotto sui denti, uno alla volta, aiutandovi con il pennellino della penna sbiancante e facendo molta attenzione a non toccare le gengive. Come consiglio è opportuno stendere uno strato sottile di siero con movimenti dall’alto verso il basso sui denti dell’arcata superiore, e con movimento opposto, dal basso verso l’alto, su quelli dell’arcata inferiore.
Dovrete poi quindi lasciare al prodotto il tempo di asciugarsi, stendendo le labbra come se si stesse sorridendo in modo molto ampio, in modo da non permettere ai denti di toccarsi, per circa un minuto.

Generalmente la penna sbiancante per denti può essere costituita da diversi prodotti sbiancanti, come il perossido di carbammide al 35%, la stessa sostanza sbiancante utilizzata nelle mascherine di silicone, il perossido di urea al 7%, che assicura un effetto sbiancante in 14 giorni il gel sbiancante con lichene artico, idrossiapatite e cloruro di potassio, o a base di coloranti e pigmenti opacizzanti.

Le controindicazioni della penna sbiancante per denti

penna sbiancante denti controindicazioni
Fonte: web

Se usate nella maniera appropriata, in realtà le penne sbiancanti per denti non dovrebbero avere particolari effetti collaterali, anche se, qualora il gel contenuto dovesse entrare accidentalmente in contatto con gengive, mucose o labbra, potrebbe causare un lieve pizzicore o bruciore.
Naturalmente poi, come per qualsiasi altro prodotto, non si può escludere la possibilità di incorrere in eventuali reazioni allergiche; pertanto, in caso di irritazione, arrossamento, gonfiore o fastidio gengivale o delle mucose orali è opportuno interrompere immediatamente l’uso e consultare un odontoiatra.
Una controindicazione importante riguarda i bambini, infatti la penna sbiancante, contenendo perossidi, non è indicata per chi ha un’età inferiore ai 12 anni.
Inoltre generalmente l’uso di prodotti per lo sbiancamento dei denti non è consigliato a chi soffre di patologie o disturbi delle gengive, dei denti o del cavo orale in generale, come gengiviti o pulpiti.

Le migliori penne sbiancanti

penna sbiancante denti
Fonte: web

Sicuramente tra le penne sbiancanti per denti le migliori sono la Mentadent White Touch Now, con una formula non abrasiva, che costa circa 6,90 euro; la penna sbiancante Colgate Max White, in commercio con lo spazzolino, che ha un prezzo di circa 5 euro; la MeaWhite Pen, che non ha perossidi e si trova su Amazon a 9,90 euro.

Insomma, sono davvero molte le alternative fra cui si può scegliere, oltre ai classici prodotti che promettono di sbiancare rapidamente i denti come dentifrici appositi o collutori.
Naturalmente, è importante ripeterlo, non dovete aspettarvi assolutamente risultati permanenti, ma certo la penna sbiancante rappresenta un’efficace tecnica per illuminare istantaneamente il sorriso, magari in prossimità di un evento importante al quale volete presentarvi al meglio!

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...