Ogni donna o quasi è in lotta con il proprio corpo da sempre. Non ci si piace mai davvero, per mille ragioni, oppure si alternano giorni in cui ci si trova “carine” ad altri in cui facciamo a pugni con l’immagine che vediamo riflessa nello specchio.

La verità è che ci vorremmo sempre più alte, più snelle, con i capelli più lucidi, gli occhi più grandi, il girovita più sottile e le cosce più tornite. Complici anche decenni di pubblicità tossiche volte a rassicurarci sul fatto che il sinonimo di bellezza fosse magrezza, che la cellulite è il male assoluto e la punizione per anni di vita malsana, e di impietosi paragoni con corpi levigati, lucidi e praticamente perfetti, propinatici prima dalle copertine delle riviste glamour, e ora in larga parte dai social.

La verità, ma questa non dovrebbe essere una gran scoperta, è che la perfezione non esiste: eppure, ciascuna di noi almeno una volta è caduta nel “tranello”, lasciandosi ingannare da quello che i filtri, o i programmi di modifica delle immagini, rendono possibile.

Ma il nostro corpo, alla fine, dovrebbe essere solo affar nostro, e non riguardare nessun altro di diverso da noi: volersi bene, prendersene cura e rispettarlo sono le regole base per trovarsi bene con se stesse, senza per forza lasciarci ossessionare da banali cliché, perlopiù inesistenti.

Ma cosa vedono davvero le donne quando si guardano allo specchio? Ve lo abbiamo chiesto in questo post.

Lo abbiamo fatto perché, come vi spieghiamo nella caption, il 79% delle donne italiane afferma di avere un’idea precisa di come vorrebbe fosse il proprio corpo. Fra di loro, addirittura il 37% lo vorrebbe cambiare totalmente, il⁠ 90% vorrebbe sentirsi più bella e il 44% vorrebbe mettersi a dieta per trovare finalmente l’approvazione degli altri.

"Sono grassa, ma mi vedo bella": da Victoria's Secret alla maternità, la sfida agli standard della modella plus size

Ma è davvero così importante l’approvazione altrui per trovare pace con se stesse? E voi, come vi vedete nel vostro corpo? Queste sono le risposte che ci sono arrivate sulle nostre pagine social.

Mara

Una lotta continua contro i condizionamenti subdoli, esterni. Perché alla fine mi piaccio, ma tutto il bombardamento mediatico che propone i soliti modelli di bellezza, comunque inconsciamente incide. Non è facile non subirne i condizionamenti.

Antooo

Vedo una ragazza stanca dello stereotipo della perfezione e di voler piacere sempre agli altri. Infatti è da tempo che ho deciso che devo piacere solo a me stessa, con tutte le mie imperfezioni. Che poi, sono proprio i difetti a renderci unici.

Silvia

Io non mi piaccio… Ho la vitiligine e non riesco a vivere bene, specialmente adesso che arriverà l’estate per me è una tortura. Non vedo l’ora che torni l’inverno.

Emma

Cosa vedo quando mi guardo allo specchio? Un essere orribile, sovrappeso, che non si piace, che ha avuto disturbi alimentari ma che comunque non hanno cambiato niente se non il rallentare ulteriormente il metabolismo.

Valentina

Per me è lotta continua. Sono un’atleta, in continuo movimento e corro le lunghe distanze, sono magra ma più magra divento più mi vedo male, ingrasso un po’ perché mi vedo male quando divento tutta ossuta, e mi vedo male comunque. Sono rari i momenti in cui mi vedo bella. La situazione è migliorata un po’ da quando sono mamma, anche se sono sempre attenta al fisico… Per quanto riguarda la bilancia non mi peso quasi più, essendo soggetta a fluttuazioni di peso abbastanza pesanti dalla sera alla mattina, misuro i centimetri col metro che è sicuramente più affidabile. Lotta continua, da una vita, e sarà sempre così.

Sophia

Io non mi sento mai abbastanza, ancora ho tutta la vita per cambiare però non sono mai stata come gli altri mi volevano, o simile a loro. Non mi sento mai a mio agio, spesso mi imbatto in video di ragazze in forma, non dico con un fisico perfetto però “giuste”, e basta un secondo che i miei occhi sono già pieni di lacrime e mi sento davvero male per questo…

La discussione continua nel gruppo privato!