Non è una novità che TikTok sia ormai il calderone in cui nascono e si diffondono le nuove tendenze di beauty e lifestyle. Non è una novità nemmeno che queste tendenze non siano dei semplici suggerimenti di stile: ogni “estetica”, infatti, porta con se messaggi e valori, in alcuni casi liberatori – come quelli della soft-girl aestethic – in altri decisamente più problematici. È il caso della clean girl aestethic, che oltre all’immagine della ragazza pulita diffonde razzismo, grassofobia e appropriazione culturale.

Il trend dell’estetica clean girl su TikTok

Dai migliori beauty hack ai must have del momento, per molti e molte TikTok è il go-to per essere sempre aggiornati sulle ultime tendenze. Da qualche mese a questa parte, in testa alle classifiche dei trend c’è quella che viene definita “clean girl aestethic”.

I video con l’hashtag “clean girl” hanno oltre 11 milioni di “mi piace” e visualizzazioni, e tutti, ma proprio tutti, sembrano essere completamente innamorati di questa “estetica” – e dello stile di vita che la accompagna – che si riflette negli ambiti più disparati, dal semplice no-makeup-makeup all’arredamento della casa. Ma cosa significa nel dettaglio essere una “clean girl”?

Il trend evoca un’immagine specifica, ma il nome stesso è in realtà piuttosto sfuggente. E stata la creatrice di contenuti Lizah Beauty (@xolizahbeauty) a pubblicare il primo tutorial virale sul “clean makeup” e, anche se non è stata lei a coniare il termine, nel suo video spiega: “Conosci quelle ragazze che sembrano sempre pulite? La loro pelle è sempre luminosa, le loro labbra sono sempre lucide e non sembrano mai indossare troppo trucco?.

Il fenomeno dei baby influencer: bambini social tra soldi e polemiche

Clean girl aesthetic: in cosa consiste?

È cosi: ognuno di noi conosce almeno una ragazza dallo stile pulito, la cui pelle sembra sempre super fresca, liscia e luminosa, non ha mai i capelli fuori posto e sembra che essere totalmente padrona della sua vita, tra routine mattutine, dieta ed esercizio.

Ispirata a modelli come Bella Hadid e Hailey Bieber, che sicuramente sembrano incarnarne tutti gli elementi, questa estetica non riguarda solo il look, ma anche lo stile di vita e richiede anche di vivere in uno spazio ordinato, essere attivi e mangiare in modo sano.

Perché il trend clean girl è problematico

Per quanto apparentemente leggera e innocua possa sembrare questa estetica, a uno sguardo più approfondito si rivela problematica.

Innanzitutto, si rivolge a un tipo di persona molto specifico, indicando le donne bianche, magre e ricche come modelli aspirazionali preminenti su TikTok. Basta un rapido scroll all’interno dell’hashtag per rendersi conto che la diversità manca da tutti i punti di vista. Questo trend, infatti, esclude le donne di colore, le persone grasse, quelle con la pelle imperfetta e le donne con disabilità.

Non solo: il nome chiarisce immediatamente che si tratta di una tendenza dedicata alle “girls”, escludendo di fatto le persone non binarie.

Ma le criticità non si limitano alla mancanza di diversità: il fatto che esista una “clean girl” implica che ci sia anche un’estetica “dirty”, della “ragazza sporca”, che dovrebbe racchiudere tutto ciò che non rientra in questo trend, come un trucco vistoso o una pelle imperfetta. Ma anche avere l’acne, i capelli naturali o semplicemente i peli sul corpo rientrano nella categoria di “sporco”? La clean girl aestethic penalizza coloro che non si adattano a questa idea molto specifica di cosa significhi “pulito”.

Pick me girl, il trend di TikTok che esalta uno stereotipo tossico

Per molte ragazze questo trend è fonte di ispirazione, ma la “clean girl” è più di un look, perché in buona misura riflette quello che la nostra società identifica come ideale, ricordandoci la donna perfetta ha una vita dall’aspetto perfetto e lavora costantemente su se stessa.

Molte delle caratteristiche di questa estetica, soprattutto, non sono una novità ma – come gli accessori dorati, i capelli raccolti all’indietro in una crocchia ordinata – sono parte dell’eredità estetica delle donne latine e delle persone nere.

Per questo, non solo stanno spuntando nuovi hashtag, come #LatinaGirlAesthetic, #CleanMakeupForBlackGirls e #CleanLookBlackGirl, ma anche il popolarissimo “clean girl” sta iniziando a essere attaccato da donne che ne hanno avuto abbastanza.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!