Buona, fresca e salutare, l’acqua detox è una bevanda alternativa e ricca di proprietà benefiche. Semplici da preparare, le acque aromatizzate aiutano a depurare e drenare l’organismo, e comportano molti benefici per la salute di tutto il corpo.

Si possono realizzare con tanti ingredienti diversi, tutti di origine naturale, come frutta e verdura, ma anche spezie e aromi. Vediamo a cosa serve e come si prepara una gustosa e sana acqua detox.

Acqua detox: a cosa serve?

L’acqua detox è una bevanda semplice da realizzare, perché composta solamente da acqua minerale, arricchita con frutti, verdure e spezie. Questo mix di ingredienti dalle ottime proprietà per l’organismo, viene lasciato in infusione per un po’ di tempo, in modo che la bevanda sia pronta da bere. Nonostante i prodotti usati e l’acqua stessa abbiano molteplici benefici, l’effetto principale delle acque detossinanti è quello di depurare l’organismo dall’interno e di drenare il corpo.

L’azione drenante dell’acqua detox è data dalla sua capacità di accelerare il metabolismo, un effetto più o meno efficace a seconda degli ingredienti scelti. Gli effetti e i benefici sono molteplici, infatti la detox water può svolgere azione antinfiammatoria, digestiva, e antiossidante.

Le bevande detox sono anche buone da bere, più saporite rispetto all’acqua normale. Per questo l’acqua detox stimola a bere di più, anche le persone che non sono abituate a farlo e che necessitano di idratare l’organismo.

Come preparare un’acqua detox

L’acqua detox è molto semplice da preparare, perché si fa con prodotti facili da recuperare e attraverso un facile procedimento. Affinché siano efficaci, è bene seguire le ricette giuste, che contengono gli ingredienti più adatti al risultato che si vuole ottenere. Come abbiamo detto infatti, e come vedremo meglio nel prossimo paragrafo, le proprietà delle acque detox dipendono anche da ciò che contengono, elementi più o meno drenanti, antinfiammatori o altro.

Per preparare un’acqua detox bisogna innanzitutto avere il contenitore adatto, ovvero un barattolo o brocca di vetro richiudibile. Si potrà bere direttamente da qui o versare l’acqua finale in una bottiglia. Il vetro è più ecologico della plastica e permette di mantenere meglio il prodotto.

Si parte versando l’acqua, che deve essere fredda, possibilmente povera di sodio, naturale o frizzante secondo le preferenze. Si aggiungono quindi gli ingredienti prescelti, che possono essere frutti, verdure, spezie e aromi, superfood, meglio se di stagione e ben lavati.

L’acqua detox è così già realizzata, ma affinché sia pronta per essere bevuta, deve essere lasciata in frigo per un minimo di 4 ore, meglio se una notte intera. In questo modo gli ingredienti rimangono in infusione più tempo e possono aromatizzare maggiormente l’acqua. Una volta passato il tempo di infusione, l’acqua può essere consumata subito o conservata per 2-3 giorni prima che perda le sue proprietà.

Acqua detox: benefici e consigli

acqua detox
Fonte: Paleo Grubs e Living Fresh Daily

I benefici dell’acqua detox sono tanti, e riguardano l’intero organismo. Innanzitutto, svolge un’ottima azione depurativa, perché aiuta ad eliminare le tossine bevendo di più, a proteggere gli organi dell’apparato digerente, a eliminare i gas intestinali e molto altro.

Inoltre, l’acqua aromatizzata, specialmente se contiene gli ingredienti giusti, è in grado di accelerare il metabolismo e aiutare così nella digestione e anche chi vuole perdere peso senza ricorrere a diete drastiche. L’acqua detox è idratante e drenante, proprio perché spinge a bere di più, una qualità efficace specialmente per chi non è abituato ad assumere l’apporto di acqua giornaliero necessario.

Bere la giusta quantità d’acqua comporta molteplici benefici, tra cui quello di favorire la circolazione sanguigna, contrastare la ritenzione idrica, fungendo in questo modo da eventuale rimedio contro la cellulite.

Se si utilizzano alimenti antiossidanti, di cui fanno parte la maggior parte dei frutti e della verdura, ha anche l’azione di contrastare i radicali liberi, lo stress ossidativo e l’invecchiamento cellulare. Alcuni elementi naturali con cui si possono fare acque detox sono inoltre antinfiammatori, energizzanti, rinfrescanti o addirittura abbronzanti perché stimolano la produzione di melanina.

Perché l’acqua detox sia il più efficace possibile e non comporti effetti collaterali, è bene seguire alcuni preziosi consigli.

1. Usare prodotti non trattati

L’accorgimento principale a cui fare attenzione quando si vuole preparare un’acqua detox è quali ingredienti utilizzare. È assolutamente consigliato usare prodotti non trattati, possibilmente biologici e freschi. In questo modo infatti si ottiene un prodotto assolutamente naturale e soprattutto sano, che non contiene controindicazioni e sostanze nocive. In ogni caso, è bene lavare e igienizzare con cura gli ingredienti che si vogliono inserire in acqua, così da realizzare una bevanda buona e sicura.

2. Usare l’acqua più adatta

Allo stesso modo è importante utilizzare l’acqua giusta, che sia povera di calcare e di sodio, affinché non vada ad appesantire i reni e gli altri organi vitali. Nell’acqua aromatizzata vengono inseriti prodotti già ricchi di acqua, come frutta e verdura. Di conseguenza, è bene che l’acqua di per sé sia oligominerale e leggera, la base perfetta per idratare e drenare.

3. Schiacciare e filtrare

Un consiglio che si può seguire nella preparazione di un’acqua detox è schiacciare bene gli ingredienti affinché rilascino tutte le proprietà nell’acqua. Una volta che l’infusione è avvenuta e sono passate un po’ di ore in frigorifero, si può scegliere di filtrare l’acqua aromatizzata così da non avere i pezzi interi di cibo, che si possono poi mangiare a parte senza buttarli.

3. Seguire la ricetta giusta

È bene anche seguire la ricetta più adatta al risultato che si vuole ottenere. L’acqua detox fa bene all’organismo in generale, pertanto si può usare qualsiasi ricetta una volta ogni tanto. Si possono utilizzare ad esempio agrumi, ananas e kiwi, fragole, pesche, ciliegie, frutti di bosco, uva. Ma anche carote, cetrioli, finocchi, sedano, menta, rosmarino. Se invece si cerca un beneficio in particolare, o non si ha bisogno di un trattamento troppo efficace, è preferibile informarsi sulle proprietà degli ingredienti e scegliere l’acqua detox migliore all’effetto desiderato.

5. Non abusarne

Un consiglio importante da ascoltare è quello di non abusare di acque aromatizzate. Non esistono controindicazioni specifiche all’acqua detox, tuttavia sappiamo che stimola la diuresi e contiene principalmente acqua e liquidi. Di conseguenza, così come bere troppa acqua può portare alla potomania o comunque a conseguenze pericolose per gli organi, anche assumere più dei 1,5-2 litri indicati di acqua detox può fare male all’organismo.

6. Non sostituire l’acqua detox alla corretta alimentazione

L’acqua detox è una bevanda utile e salutare, che comporta grandi benefici e aiuta, come dicevamo, ad accelerare il metabolismo, a drenare e depurare. Tuttavia, non deve assolutamente sostituire l’intera alimentazione, perché non ha sufficiente apporto calorico e nutritivo.

Sicuramente ha proprietà drenanti e accelera il metabolismo, tuttavia non può e non deve essere assunta come una dieta dimagrante. Restare in forma deve essere una scelta personale per stare meglio, possibilmente nel caso in cui ci siano problemi o rischi di salute particolari. Ma per farlo è necessario rivolgersi a un medico professionista, fare la giusta attività fisica, mangiare bene e sano, e soprattutto, non pensare di doverlo fare per gli altri, ma solo per se stessi.

7. Berla al momento giusto, tutto l’anno

L’acqua detox è ideale per rinfrescarsi in modo naturale d’estate, in sostituzione a bevande gassate e zuccherate, o ad aperitivi alcolici. Tuttavia, è importante berla anche in inverno, perché i suoi benefici sono ottimali tutto l’anno. Tra le altre cose, l’acqua aromatizzata, specialmente quella con agrumi e ingredienti antiossidanti, aiuta a contrastare il raffreddore e l’influenza, oltre a fornire la giusta idratazione che con queste malattie è fondamentale.

Il momento migliore per berla è la mattina, dopo essersi svegliati, perché attiva il metabolismo per tutta la giornata, favorisce la circolazione e in generale aiuta a partire con il piede giusto. Ma è ottima anche durante la giornata, in alternativa all’acqua normale o per sorseggiare una bevanda fresca e gustosa in qualsiasi momento.

4 ricette fai da te per un’acqua detox purificante

Abbiamo visto i passaggi e i consigli per preparare un’acqua detox perfetta, ma abbiamo anche detto che esistono tante possibilità e ingredienti che si possono utilizzare. Vediamo allora 4 ricette fai da te, per realizzare acque detox adatte a ogni esigenza.

1. Acqua detox rinfrescante

Un’acqua aromatizzata rinfrescante e dissetante è quella con cetriolo, zenzero, limone e menta. Il cetriolo in particolare svolge un’efficace azione lenitiva, mentre zenzero, limone e menta donano benefici intestinali e digestivi. Per una bevanda che rinfresca e dà energia a tutto l’organismo.

Ingredienti:

  • 1 cetriolo;
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere
  • 1 limone;
  • 1 litro d’acqua naturale oligominerale;
  • 10 foglie di menta

Procedimento:

  1. tagliare il cetriolo e il limone a fettine;
  2. versare l’acqua in una brocca o barattolo di vetro richiudibile;
  3. inserire le fette di cetriolo e limone;
  4. aggiungere lo zenzero e la menta;
  5. lasciare in infusione in frigorifero tutta la notte.

2. Acqua detox drenante

La detox water con anguria e menta è super drenante e dissetante, ottima per stimolare la diuresi e contrastare gonfiori, ritenzione idrica e altri fastidi legati all’accumulo di liquidi e pesantezza generale. Ideale da bere al mattino, contiene grandi proprietà benefiche.

Ingredienti:

  • 300 gr di anguria;
  • 1 rametto di menta;
  • 2 litri d’acqua.

Procedimento:

  1. togliere la buccia alla fetta di anguria e tagliarla a pezzi, avendo cura di eliminare tutti i semi;
  2. mettere i pezzi di anguria in una brocca di vetro;
  3. lavare la menta e mettere anche questa nella brocca;
  4. aggiungere i due litri d’acqua oligominerale e mescolare bene il tutto;
  5. lasciare in infusione in frigorifero dalle 2 alle 12 ore prima di consumare l’acqua detox.

3. Acqua detox antiossidante

Un’acqua detox antiossidante contiene i mirtilli, ricchi flavonoidi, in grado di favorire la circolazione, prevenire malattie cardiovascolari e tumori, e disturbi metabolici. La lavanda inoltre dona un’azione rilassante e distensiva.

Ingredienti:

  • 50 grammi di mirtilli;
  • 2 rametti di lavanda;
  • 1 litro di acqua.

Procedimento:

  1. in una brocca inserire i mirtilli e la lavanda;
  2. pestare e mescolare insieme i due ingredienti;
  3. aggiungere l’acqua fredda;
  4. lasciare in infusione per qualche ora, fino a tutta la notte.

4. Acqua detox digestiva

Il finocchio, lo zenzero e il basilico hanno grandi proprietà digestive e depurative. Questa acqua detox, con l’aggiunta del lime, che aiuta a disinfettare gli organi, svolge un’azione utilissima alla digestione, oltre che contro il gonfiore.

Ingredienti:

  • 1 finocchio;
  • 1 lime;
  • 10 fettine di zenzero;
  • 5 foglie di basilico;
  • 1 litro d’acqua.

Procedimento:

  1. pestare e miscelare gli ingredienti in una brocca o barattolo;
  2. aggiungere l’acqua fredda;
  3. lasciare in infusione per almeno 4 ore;
  4. filtrare l’acqua prima di berla se i sapori di zenzero e basilico risultano troppo forti e piccanti.
La discussione continua nel gruppo privato!