diredonna network
logo
Stai leggendo: Tutti i Segreti che Dovreste Conoscere sul Blush

Tutti i Segreti che Dovreste Conoscere sul Blush

Se avete sempre avuto mille dubbi sul blush, questo è il momento perfetto per eliminarli. Eccovi tutti i segreti che dovreste conoscere su questo fantastico prodotto per poterlo sfruttare al meglio.
Blush
Fonte: web

Il blush, altrimenti detto fard, è un prodotto usato fin dagli antichi egizi per donare al viso un aspetto più fresco e salutare. Questo fantastico cosmetico è infatti stato creato appositamente nei colori dal rosa al corallo per poter essere applicato sulle guance, andando così a creare quell’effetto genuino che da piccole ottenevamo quando arrossivamo per qualche bel complimento.

Molte volte, però, il blush può essere multitasking. Infatti è caratterizzato dalla possibilità di essere usato anche su occhi (in polvere) e labbra (nel caso di quello liquido). Si rende quindi perfetto nel momento in cui dobbiamo preparare il nostro beauty da viaggio e non vogliamo portarci troppi prodotti, andando così ad appesantire inutilmente la nostra valigia.

Oltretutto, possiamo utilizzarlo per ottenere diversi effetti sul nostro viso: possiamo infatti applicarlo anche in modo correttivo, così da modificare e correggere un viso troppo rotondo o troppo quadrato. Entriamo ora nel dettaglio, andando a vedere i diversi blush in base alla loro consistenza.

1. Blush in polvere

Blush in polvere
Fonte: web

Il fard può essere in polvere libera o compatta. Questo tipo di blush è perfetto per chi possiede una pelle grassa e che tende facilmente a lucidarsi, in quanto la polvere provvederà ad assorbire tutto il sebo in eccesso che si crea durante la giornata. Al contrario invece è poco indicato per chi ha una pelle secca o matura perché, come per la cipria, tenderà a creare delle pellicine sul viso e a evidenziare ulteriormente le rughe.

Il blush in polvere può essere applicato attraverso l’utilizzo di un pennello e, se vi siete accorte troppo tardi di averne applicato una quantità esagerata, potrete aiutarvi con il pennello o la spugnetta che avete utilizzato per applicare il fondotinta ripassandolo leggermente sopra al blush riuscendo così a rendere meno intensa la sfumatura sulle guance.

Un ulteriore utilizzo che potete fare di questo fard è sicuramente come ombretto, utile quando adorate un particolare colore e volete realizzare un make-up completo tono su tono.

2. Blush in crema

Blush in crema
Fonte: web

A differenza del fard in polvere, quello in crema è perfetto per chi possiede una pelle secca o matura, poiché non andrà a seccare ulteriormente il vostro viso, al contrario è sconsigliato per chi ha una pelle grassa perché non riuscirà ad aderire perfettamente al vostro viso e rischierà di sparire nel giro di poche ore.

La consistenza di questo prodotto rende la sua applicazione facile da effettuare con le mani e soprattutto rende l’effetto finale più naturale rispetto al suo compagno in polvere. La sua texture vi dà inoltre la possibilità di decidere se applicarlo prima o dopo il fondotinta, a seconda dell’effetto che vorrete ottenere.

Applicatelo quindi prima del fondotinta per un trucco super leggero, fresco e naturale, al contrario, applicatelo successivamente al fondo per poter far notare a tutti la sua presenza.

3. Blush liquido

Blush liquidi
Fonte: web

Infine parliamo del fard liquido, un prodotto abbastanza recente nel mondo del make-up e caratterizzato da una texture liquida e a lunga durata. Se non è dotato di una perfetta formulazione è sicuramente più difficile da utilizzare rispetto a quello in crema o in polvere, questo perché tende ad asciugarsi in fretta e dovrete quindi essere veloci e attente a sfumarlo e renderlo omogeneo.

Come per il suo compagno in crema può essere applicato attraverso l’utilizzo delle mani in modo da riuscire a lavorarlo perfettamente. Infine può essere utilizzato anche per dare un tocco di colore alle labbra, soprattutto quando stiamo cercando un semplice accenno di colore.

4. Il pennello perfetto per l’applicazione del blush

Pennello da blush
Fonte: web

Se vi siete sempre chieste quale sia il pennello perfetto per poter applicare in modo impeccabile il vostro blush in polvere, troverete la risposta guardandovi allo specchio. Sì, perché ogni viso è fatto a modo suo e necessita di un pennello che più si addice alla sua forma. Inoltre c’è da tenere in considerazione la pigmentazione del prodotto che andiamo ad applicare.

La forma più comune che viene assegnata al pennello da blush è sicuramente quella angolata, stiamo parlando infatti di un pennello con la punta tagliata obliqua, come quello che potete vedere nella foto. Ovviamente le forme sono diverse e potete sceglierle a seconda della grandezza del vostro viso o della precisione che volete ottenere dal vostro pennello. Se però questo tipo di pennello non fa per voi potete provarne uno a setole larghe con la punta tonda o uno a setole compatte. Insomma: testare è il modo migliore per poter scoprire quale sia il pennello perfetto per il vostro viso.