diredonna network
logo
Stai leggendo: Come Usare Il Diffusore Per Asciugare E Acconciare I Capelli

Come Usare Il Diffusore Per Asciugare E Acconciare I Capelli

Stanca dei capelli crespi e spenti? Perché non provi a usare il diffusore? Questo semplice strumento è l'ideale per avere capelli belli e voluminosi. Vediamo insieme quali sono i trucchi per usarlo.
(fonte: web)
(fonte: web)

Se i tuoi capelli sono ricci e tendono al secco e al crespo, il diffusore è uno strumento indispensabile.

Sappiamo che l’ideale per i capelli è lasciare che si asciughino all’aria in modo naturale; ma tutte siamo consapevoli che questo non è sempre possibile, soprattutto quando inizia a fare freddo.

È in questi momenti che il diffusore può venirci in aiuto.

Si tratta di uno strumento che si attacca al phon per proteggere i capelli dal calore diretto così da poterli asciugare senza rovinarli.

Questo avviene grazie alle punte del diffusore, pensate per sollevare con delicatezza i capelli.

È importante non impostare mai il calore del diffusore al massimo, pena la perdita dell’effetto anti-crespo.

Ma il suo utilizzo non è limitato solo all’asciugatura e alla ricce: tutte infatti possono utilizzarlo per acconciare i capelli.

Vediamo ora tre modi diversi per usare il diffusore.

1. Per asciugare i capelli ricci

(fonte: web)
(fonte: web)

Per avere dei ricci spumosi senza effetto crespo, inizia a lavarli con uno shampoo poco aggressivo e non dimenticarti di applicare il balsamo.

Tampona i capelli con un asciugamano per togliere l’acqua in eccesso: è molto importante non strizzare i capelli, per evitare di rovinarli e farli diventare crespi.

Applica poi un siero anti-crespo, partendo dalle radici e proseguendo sino alle punte.

Sarà un ottimo alleato per il diffusore.

Prendi infine il diffusore e scegli l’impostazione di calore medio o basso.

Appoggialo sulla testa, vicino alle radici, e inizia a spostarlo con lentezza e con movimenti circolari.

Usa le punte del diffusore per alzare i capelli e asciugarli bene anche nella parte sottostante.

Una volta asciugati, usa ancora un po’ di siero anti-crespo, per proteggere la spumosità e la lucentezza.

2. Per acconciare i capelli ricci

(fonte: web)
(fonte: web)

Per essere acconciati i tuoi capelli devono essere umidi.

Puoi tamponarli con un asciugamano bagnato o usare la doccia, ma ricorda che non devono essere inzuppati, ma solo umidi.

Definisci la riga, di lato oppure al centro.

Prendi il diffusore, mettiti a testa in giù e inizia dalla nuca con movimenti circolari.

Poi raddrizzati e, con le punte del diffusore, solleva i capelli per asciugare le radici; ripeti questa azione finché la radici non saranno del tutto asciutte.

Ora è arrivato il momento di dare volume: partendo dalle punte, solleva i ricci di pochi centimetri.

Così i capelli si asciugheranno in base alla loro forma naturale e saranno ben voluminosi.

Alla fine applica una mousse o un siero che aiuti a definire i ricci, per un risultato ancora più elastico e spumoso.

Ricorda di non spazzolare o pettinare i capelli dopo averli acconciati, perché la forma dei ricci si rovinerebbe.

3. Per acconciare i capelli lisci

(fonte: web)
(fonte: web)

Se hai i capelli lisci, puoi usare il diffusore per ottenere una capigliatura ricca di onde.

Anche qui per essere acconciati i capelli devono essere umidi ma non inzuppati.

Prima di iniziare ad acconciarli, traccia la riga al centro oppure di lato.

Mettiti a testa in giù e asciuga i capelli con il diffusore.

Parti dalla nuca con movimenti circolari e inizia dalle radici per poi asciugarli tutti.

Poi rimettiti dritta e con le punte del diffusore solleva le radici per dare volume.

Alla fine applica un prodotto volumizzante, strizzando le onde e arricciando i boccoli che si sono fermati.

Come ultima cosa, metti un leggero velo di lacca per mantenere l’acconciatura.