logo
Stai leggendo: Pedicure, il trattamento ad hoc per piedi più ‘felici’ e attraenti

Pedicure, il trattamento ad hoc per piedi più 'felici' e attraenti

Piedi belli e sani? Non si tratta di un'utopia. Con gli strumenti giusti, le tecniche ideali e gli esperti del settore cui affidarsi, è possibile conquistare un ottimo risultato, tutto da mettere in bella mostra.
pedicure

Piedi più sani e più belli grazie al pedicure che, a seconda delle esigenze, può essere realizzato a casa, in un centro estetico oppure dal podologo. Ci si rivolge al medico quando è necessario un intervento curativo e, dunque, in presenza di determinate patologie.

Pedicure curativo, ecco quando serve

Pedicure curativo e pedicure estetico hanno una procedura molto simile, in alcuni casi, ma la differenza sostanziale risiede nel fatto che il pedicure curativo scende in campo per il trattamento di duroni e calli, o altro ancora.  L’estetista sarà chiamata a intervenire per rimuovere tali ipercheratosi (ispessimenti) cutanee. Tuttavia, quando calli e duroni sono più ‘gravi’ e profondi, occorre rivolgersi a un podologo, che può impiegare il bisturi, o altri strumenti come la turbina, il micromotore, le sgorbie, per poter operare al meglio, a seconda delle situazioni. Anche in caso di unghia incarnita è assolutamente necessario consultare un medico.

Pedicure estetico per piedi più belli

pedicure
Fonte: iStock

Per il pedicure estetico ci si affida all’estetista oppure al fai da te. Ovviamente, viene effettuato non per fini strettamente curativi, bensì solo per rendere più belli e piacevoli i piedi e, in particolare, per l’appunto, le unghie. Si realizza in assenza di patologie e prevede una procedura che si compone di alcune fasi: dapprima si ammorbidiscono i piedi, mediante un pediluvio; poi si passa a tagliare o limare le unghie; si levigano le stesse e, infine, si applica lo smalto. Questa tipologia di pedicure è gettonatissima soprattutto nella stagione estiva, anche se è sempre più richiesta durante tutto l’anno.

Il trend ‘fish pedicure’

La fish pedicure consiste in un trattamento estetico in cui una moltitudine di pesciolini, che hanno il nome di Garra Rufa, viene impiegata per la bellezza dei piedi.  Nello specifico, questi animaletti mangiano la pelle secca e rilasciano uno speciale enzima, il “Dithranol“, che favorisce la rinascita della pelle molto più morbida e liscia.

pedicure
Fonte: web

I vantaggi della fish pedicure sono diversi, dal momento che è in grado di favorire la rigenerazione della pelle, di stimolare la circolazione sanguigna e di liberare i pori ostruiti. Ma occorre prestare molta attenzione: gli esperti in materia di salute dei piedi hanno lanciato l’allarme riguardo la sicurezza di tale tipologia di pedicure, in quanto i pesciolini, “mangiucchiando” la pelle morta dai piedi dei clienti, potrebbero diffondere malattie come l’HIV e l’epatite C; in particolare, alcuni soggetti risultano essere ancora più vulnerabili da questo punto di vista, ossia coloro che soffrono di diabete, di psoriasi o hanno un sistema immunitario debole. Pertanto, i pesci e l’acqua utilizzati, che il più delle volte sono gli stessi usati per il cliente precedente, potrebbero trasmettere virus e batteri al cliente successivo.

Pedicure, i set e gli attrezzi necessari

In riferimento al pedicure estetico (quella curativo è realizzato da uno specialista) i prodotti e gli strumenti che servono maggiormente sono i seguenti, alcuni indispensabili: vaschetta per il pediluvio (con annesso asciugamano), soluzione disinfettante, solvente leva smalto (no acetone), panni in tessuto non tessuto o dischetti (meglio evitare l’ovatta in quanto rilascia pelucchi); lime di svariata granatura, pietra pomice (soprattutto per i talloni); leva-calli, bastoncino in legno d’arancio (per spingere le cuticole), forbicine, tronchesino, rimuovi-cuticole, crema esfoliante/scrub, crema idratante, olio rinforzante, olio per cuticole, base smalto (o top coat), smalto trasparente o colorato. In commercio esistono veri e propri kit e i negozi specializzati, anche online, sono davvero tantissimi.

pedicure
Fonte: iStock

Come procedere con il pedicure fai da te

Volete cimentarvi col pedicure fai da te? Ecco i passaggi da tenere a mente:

  • rimuovere eventuale smalto precedente usando un solvente (no acetone) delicato;
  • immergere i piedi in una bacinella contenente acqua calda (il giusto) sale grosso da cucina oppure bicarbonato, per dieci minuti;
  • realizzare uno scrub per limare duroni e calli, preferibilmente impiegando un esfoliante tra quelli in commercio;
  • riportare i piedi in acqua, per altri dieci minuti;
  • asciugarli e agire con la pietra pomice o la raspa al fine di eliminare calli e duroni;
  • applicare una crema idratante;
  • intervenire sulle unghie usando forbicina, limetta, bastoncini in legno d’arancio, e altri strumenti per dare forma alle stesse;
  • applicare uno smalto che funge da base protettiva (top coat) e, dopo averlo fatto asciugare per bene, applicare lo smalto che si desidera (una o due passate, con intervallo per l’asciugatura). Per distanziare le unghie è possibile aiutarsi con uno strumento apposito o semplicemente con dei batuffoli di cotone.