Ognuno di noi ha un rapporto personale con il proprio corpo e con i propri lineamenti. È importante essere a proprio agio con se stessi, ma non sempre è possibile riuscirci in maniera assolutamente naturale e ci sono diversi “aiuti” cui possiamo ricorrere. In alcuni casi parliamo di ritocchi estetici o di vera e propria chirurgia plastica. In altri casi parliamo di esercizi.

Ma quando pensiamo agli esercizi siamo portati e portate a pensare a come rassodare glutei, avere gambe più toniche o magari ridurre la diastasi addominale post-partum. E se vi dicessimo che esistono degli esercizi per valorizzare dei punti del vostro volto come vorreste?

È in questo che consiste il mewing, un allenamento facciale che consente di accentuare la propria mascella.

Cos’è il mewing?

Mewing
Fonte: iStock

Il nome di questi esercizi non si riferisce ai versi e alle smorfie che fanno i gatti, ma al nome di Mike Mew, un dentista britannico che vi è associato, ma non li ha ideati.

HealthLine spiega che si tratta di una tecnica di ristrutturazione facciale per l’accentuazione della mascella che ogni persona può fare in proprio: la tecnica quindi è tutt’altro che a-scientifica, ma si basa su teorie molto condivise tra i dentisti, come per esempio il fatto che il corretto allineamento della lingua non solo possa definire la mascella, ma può correggere impedimenti al linguaggio e alleviare il dolore locale.

Malocclusione dentale: cause e cura delle arcate non allineate

Mewing: come funziona e gli esercizi

Gli esercizi del mewing sono quindi fondati tutti sull’appiattire la lingua contro il palato: si rilassa la lingua e la si fa aderire completamente, parte posteriore inclusa, al palato. All’inizio non è facilissimo e non è istintivo, ci vuole un po’ di allenamento.

Pian piano, eseguendo l’allenamento, i nostri lineamenti si modificheranno per mettere in risalto la mascella, ma è un processo lento, lentissimo, quindi bisogna avere pazienza.

Gli esercizi sono diversi ed è importante che ognuno trovi il proprio o i propri. Ve ne mostriamo una raccolta tratta da un filmato su YouTube, ma sulla piattaforma video ne troverete davvero a iosa per scegliere.

Visualizza questo contenuto su

A chi è rivolto il mewing

Semplicemente è rivolto a tutti coloro che vorrebbero mettere in risalto la mascella. Molti siti riportano il fatto che siano gli uomini e ricorrervi di più, ma non ci sono numeri e non c’è una statistica.

Non possiamo fidarci del fatto che una mascella strutturata e “importante” possa essere un segno distintivo esclusivo dell’estetica maschile: oggi questi confini estetici di genere non esistono fortunatamente più e molti tra noi lavorano per combattere gli stereotipi.

Androginia, non esiste solo il binomio uomo/donna

In più aggiungeteci che il mewing è consigliato da molti medici per l’allineamento corretto dei denti (però non ci sono dei veri e propri studi ad hoc).

I pro e i contro del mewing

Mewing
Fonte: iStock

I benefici del mewing consistono in:

  • un corretto allineamento dentale;
  • la possibilità di correggere questioni irrisolte relative alla fonazione (per capire meglio basti pensare a come logopedisti cerchino di ridurre le tempistiche dei bambini piccoli sull’utilizzo di ciuccio o biberon e al ruolo che in questo svolge la posizione della lingua);
  • raggiungere l’estetica desiderata.

Non ci sono, accennavamo, studi effettivi sui benefici del mewing, tanto che i medici lo consigliano ma sono divisi sull’effetto: in altre parole non è detto che il mewing faccia bene, ma i più sono convinti che è non eseguire gli esercizi del mewing che potrebbe far male.

C’è infatti da dire che più che contro alla tecnica sorgono degli interrogativi. Il primo riguarda i video che mostrano il “prima e dopo la cura”: come per ogni tipo di confronto del genere, non sono troppo affidabili in termini di risultati. A questo si aggiunge che il mewing, essendo una tecnica fai-da-te, potrebbe essere eseguita in maniera errata.

La cosa migliore da fare in questi casi? La stessa che consigliamo in tutti i nostri articoli di salute e bellezza: rivolgetevi a un esperto, a un medico. Se avete problemi di fonazione o allineamento dentale, parlate con un dentista o con un logopedista. Se volete modificare i vostri lineamenti parlate con un chirurgo estetico o anche con un estetista clinico.

Quest’ultimo è una figura interessante, perché consiste in un artista del make-up che opera con tecniche cliniche (ci sono delle facoltà universitarie apposite) e che può consigliarvi sull’estetica senza ricorrere a esercizi che potreste sbagliare a eseguire oppure sottoporvi a interventi chirurgici. A volte fondotinta e cipria possono giocare un ruolo davvero inaspettato.

La discussione continua nel gruppo privato!
Seguici anche su Google News!