logo
Galleria: Unghie invernali: tutti i suggerimenti per essere di tendenza

Unghie invernali: tutti i suggerimenti per essere di tendenza

Unghie invernali: tutti i suggerimenti per essere di tendenza
Foto 1 di 16
x

Le unghie, con tutti gli smalti e le forme possibili, come ogni accessorio che si rispetti, hanno la loro stagionalità. Per questo abbiamo deciso di parlare delle tendenze più in vista (in fatto di colori e nail art) per le unghie invernali. Ci sono colori classici e nuovi arrivati, french classica e animalier aggressivo. Nell’inverno 2018 le nostre unghie non saranno di certo tristi e noiose. Leggere per credere!

I colori moda per le unghie invernali 2018/2019

Come per l’abbigliamento, anche per gli smalti e per il make-up sono i grandi stilisti di fama internazionale a dettare le tendenza. Merito delle passerelle di tutto il mondo che, studiate in ogni piccolo dettaglio, sono capaci di trasformare un’unghia nella protagonista della prossima stagione.

C’è chi sceglie la semplicità, chi si butta su nuovi colori e nuove forme e chi riutilizza gli evergreen della nail art, uno su tutti il rosso carminio. Partiamo dunque proprio dal rosso: questa tinta non mancherà di certo tra i colori delle nostre unghie invernali e sarà presente in ogni sua sfumatura, dal rosso fuoco al bordeaux.

Dal rosso passiamo poi al viola: anche lui uno dei protagonisti indiscussi di tutto l’anno, in particolare la sua sfumatura Ultra Violet, definita il colore pantone dell’anno 2018. Lo ritroveremo anche nelle unghie invernali, lucido e opaco.

I classici colori che non ci abbandoneranno nemmeno quest’anno sono il blu notte, il grigio, rosa cipria, nude, magari da applicare con una delle nuove nail art di tendenza.

Infine, la vera tendenza in fatto di colori per le unghie invernali sono sicuramente i colori metallizzati, i colori a specchio e l’effetto animalier. Gli smalti metallizzati si ritrovano in commercio in diverse tinte: scegliete quelle che più vi si addicono e che più si addicono al vostro inverno: dal nero, al grigio scuro, all’antracite e al verde bottiglia; l’importante è che siano lucidi, perché il loro obiettivo, come per lo smalto a specchio, è quello di abbagliare chiunque guardi le vostre splendide unghie.

Lo smalto a effetto animalier è sicuramente uno dei più difficili da portare: si può scegliere la versione originale, ovvero quella che si avvale dei colori che si trovano realmente in natura, o dare libero sfogo alla propria fantasia e scegliere i colori che più vi piacciono. Per chi crede che un’intera manicure animalier sia eccessiva e aggressiva si può sempre scegliere la tecnica del accent nail, ovvero differenziare l’anulare dalle altre unghie. In questo caso potrebbe essere l’unico dito a presentare l’effetto animalier. Alla moda ma raffinato.

Unghie invernali: ricostruzione in gel

La migliore nail art a cui ispirarsi per la nostra ricostruzione in gel invernale è sicuramente quella avvistata nelle passerelle di Moschino, firmate dal mitico Jeremy Scott. Lo smalto è trasparente e super lucido, su questo vengono successivamente disegnate tante piccole forme a nostro piacere lasciando degli spazi vuoti tra l’una e l’altra in modo da far intravedere lo sfondo trasparente. Lo stilista ha scelto per le sue modelle dei piccoli cuoricini fucsia e rossi, noi per il nostro inverno potremmo scegliere dei deliziosi fiocchi di neve.

Unghie invernali: smalto semipermanente

Per le nostre unghie invernali realizzate con lo smalto semipermanente possiamo giocare con i colori della nostra french. Anziché i soliti colori, possiamo osare con colori più scuri e invertirli di posto, per esempio colorare l’intera unghia di bordeaux e solo in bianco la linea della french.

Un’altra novità da copiare è la half moon manicure, una variante della french dove la lunetta è capovolta e si trova vicino alle cuticole. Questa manicure è realizzabile con smalti rosa, nude e bianco ottenendo un risultato elegantissimo, ma anche con smalti colorati, brillantini e colori metallici così da ottenere una manicure unica e di super tendenza.