logo
Galleria: Monociglio: perché alcune persone ce l’hanno (e i “ciglioni” celebri)

Monociglio: perché alcune persone ce l'hanno (e i "ciglioni" celebri)

Frida Kahlo eterna icona di stile, anche per il suo monociglio, come dimostrano le modelle Sophia Hadjipanteli e Scarlett Costello. Ma non sono le sole sostenitrici del movimento #Unibrow, che si arricchisce di fan e idee sempre più originali.

Monociglio: perché alcune persone ce l’hanno (e i “ciglioni” celebri)

Monociglio: perché alcune persone ce l'hanno (e i "ciglioni" celebri)
Foto 1 di 11
x

Il monociglio può piacere o infastidire. C’è chi lo ama e lo difende, e chi lo critica apertamente. Voi da che parte state?

Il monociglio più celebre

Il monociglio o unibrow nell’immaginario universale è inevitabilmente associato alla grande artista messicana Frida Kahlo che lo portava con fierezza e lo dipingeva anche, non solo negli autoritratti.

Nel corso dei decenni, questo “dettaglio” ha caratterizzato il mondo dell’arte e, soprattutto della moda, tant’è che in passerella spesso le modelle lo hanno “indossato” con disinvoltura. Anche adesso, molte makeup artist si lasciano catturare da questo vezzo riproponendolo, anche attraverso video tutorial in rete in cui si avvalgono di tutto il necessario per enfatizzare sopracciglia già spesse e importanti oppure per “crearle” quasi da zero, “colorando” la parte centrale tra gli occhi, in modo da renderle una cosa sola, e dunque continue.

A omaggiare Frida Kahlo ci hanno pensato in tante: da Beyoncé (anche per i fiori tra i capelli e la scenografica acconciatura) a Salma Hayek nella sua interpretazione cinematografica, senza dimenticare i diversi stilisti che hanno portato in passerella novelle Frida, vestite e acconciate proprio ispirandosi all’icona messicana: Dolce & Gabbana, Jean Paul Gaultier, Moschino, per citarne solo alcuni. Comune denominatore la carica originale e seducente made in Mexico, con gonne lunghe e ampie, colori carichi, occhi truccati ad arte (con sopracciglia in evidenza), gioielli che attirano l’attenzione, labbra dalle tonalità accese, pizzo e merletti sugli abiti e, ovviamente, gli immancabili fiori tra i capelli.

Il gene responsabile del monociglio

L’unibrow naturale avrebbe un’origine genetica. Svariate ricerche, infatti, hanno individuato una serie di geni responsabili  della diversità follicolare nella razza umana. Essi sono almeno diciotto; di questi, dieci erano sconosciuti prima delle relative ricerche. Nello specifico, come evidenziato dai risultati di alcuni studi pubblicati da Nature Communications,  il gene Pax3 è quello maggiormente correlato alla presenza del monociglio in un soggetto.

Il monociglio alla conquista del mondo

Al momento il monociglio più cliccato e “seguito” sui social (da oltre 227.000 follower su Instagram) è quello della modella Sophia Hadjipanteli, modella originaria di Cipro, molto fiera delle sue sopracciglia unite, a tal punto da colorarle per renderle ancora più evidenti, stravaganti e originali.

Fondatrice del movimento #Unibrow, a suon di foto, selfie e post, si oppone con energia ed entusiasmo alla standardizzazione dei modelli di bellezza imposti dal mondo della moda e dalla società odierna. Non è la sola…anzi! La seguono a ruota altre bellezze “social”, come Shari Loeffler (anche se il suo monociglio è meno seguito di quello della Hadjipanteli) e Scarlett Costello, giovanissima fotomodella e indossatrice, nonché studentessa di arte a New York. Addirittura, quest’ultima ha deciso non solo di sostenere il movimento #Unibrow, bensì di scegliere di posare con le ascelle non depilate. In lei la peculiarità del monociglio è stata talmente apprezzata da portarla ad essere richiestissima nella moda.

Un po’ tutte loro, ovviamente, sono state anche bersagliate dalle critiche o da chi le ha “accusate” di adottare determinati stratagemmi per essere notate e attirare l’attenzione.

Andando oltre tale aspetto e tornando alla particolarità di questo dettaglio estetico, occorre tener conto che in alcuni paesi, come ad esempio in Tagikistan, il monociglio rappresenta un vero e proprio segno di bellezza.

Il monociglio proprio no! Ecco come liberarsene

Il monociglio non piace a tutte e, magari, per le “comuni mortali” può apparire difficile, fastidioso e imbarazzante da portare. Come è possibile eliminarlo? Ricorrendo a uno dei tanti metodi di depilazione, evitando però il rasoio. Ok a pinzetta, ceretta, luce pulsata, crema depilatoria, strisce depilatorie. Alcuni sono metodi fai da te e altri no. Ma di certo non mancano le idee per sbarazzarsi dell’unibrow se non lo si desidera!

Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...