logo
Galleria: “Mi sono odiata a lungo”: Khoudia Diop, la modella “troppo nera, per essere bella”

“Mi sono odiata a lungo”: Khoudia Diop, la modella “troppo nera, per essere bella”

"Mi sono odiata a lungo": Khoudia Diop, la modella "troppo nera, per essere bella"
Foto 1 di 15
x

Il nome di Khoudia Diop è molto noto tra coloro che si occupano di moda. Viene chiamata in Rete con il suo nick, Dea Melanina. L’ha scelto da sola, per via del colore della sua pelle, davvero molto scura. In Senegal, da dove viene, ci sono tantissime ragazze come lei: noi la vediamo bellissima proprio perché le sue caratteristiche fisiche e la sua pelle sono molto rare in Europa. Per lei non è sempre stato così, anche se, ovviamente, ora lo sa di essere bellissima, ne è consapevole. Ma è anche consapevole di come la società sia distruttiva sui modelli estetici, in particolari nei confronti di tutto ciò che è diverso.

L'"Atlante della bellezza": 38 foto che mostrano come cambiano i canoni nel mondo

L'"Atlante della bellezza": 38 foto che mostrano come cambiano i canoni nel mondo

In un intervento su Glamour Khoudia Diop, classe 1996, ha raccontato il momento preciso in cui ha capito di essere bella. Stava facendo un viaggio, prima di trasferirsi a Parigi con la zia, e si è specchiata in una vetrina di Milano. E lì c’è stata l’illuminazione: essere diversi è bello. Avere una pelle come la sua è bello. Tuttavia, il 25% delle ragazze in Senegal sbianca la propria pelle.

Io non ci ho mai provato, ma non mentirò, volevo essere più chiara. Ci sono state volte in cui non avrei lasciato la mia stanza per settimane e qualche volta ho perso scuola perché odiavo il modo in cui le persone mi avrebbero guardata. Mi sono davvero vergognata.