diredonna network
logo
Stai leggendo: Ricostruzione Unghie: 6 Banali Errori Da Evitare

Unghie a Mandorla per una perfetta manicure

I Segreti per Realizzare una Perfetta French Manicure a Casa!

Come riparare un'unghia rotta

5 Regole per avere unghie perfette dopo le vacanze

Tutto ciò che Devi Sapere sullo Smalto Semipermanente

La Manicure Giapponese: la Cura Perfetta Per le Unghie Rovinate

16 Consigli Per Una Nail-Art Fai Da Te Di Grande Effetto

Lo smalto sulle unghie? Decisamente out! Le nuove tendenze della nail art in gel svelate da un’onicotecnica professionista

Onicofagia: come curarsi e avere unghie belle, forti e sane

Nail art: guida passo a passo per ottenere l'effetto raggio di luna

Ricostruzione Unghie: 6 Banali Errori Da Evitare

Se la ricostruzione unghie non dura o si rovina in breve tempo con casi di distacco o di sollevamento del gel, non è solo un problema estetico, ma è una grossa perdita di tempo sia per chi le fa da se, sia per l’onicotecnica. Ma quali sono gli errori più comuni?
(foto: OnyxNail)
(Foto: OnyxNail)

La ricostruzione unghie in gel è ormai popolare. Superate alcuni preconcetti iniziali, questo nuovo trattamento di bellezza per le mani è molto richiesto e può diventare a tratti artistico, donando colore e unicità alle mani, nostro primo biglietto da visita insieme al sorriso.

Inutile poi rimarcare il fatto dell’estrema comodità di avere mani sempre in ordine per settimane. Addio smalto sbeccato!!

Curare le proprie mani in questo modo aiuta a combattere anche il fastidioso problema di onicofagia.

Una ricostruzione con in gel però potrebbe rovinarsi in breve tempo, con distacco della ricostruzione stessa oppure sollevamento del gel se non si seguono alcune regole base nell’esecuzione.

Per questo è sempre meglio affidarsi a specialisti dell’onicotecnica.

La ricostruzione può fallire per diversi motivi, sia per le nostre attività giornaliere, talmente quotidiane che spesso durante le tali ci si dimentica di proteggere le mani, (per esempio quando si svolgono pulizie aggressive con acidi o prodotti specifici) oppure per colpa di errori nei passaggi della ricostruzione.

Ecco quali sono i passaggi da controllare durante una ricostruzione per essere così sicure di spendere bene i nostri soldi e avere davvero mani in ordine per 3/4 settimane (in base alla crescita dell’unghia).

(foto: OnyxNail)
(Foto: OnyxNail)

1. Attenzione all’acqua

Bisogna stare attenti a non bagnare l’unghia prima o durante la ricostruzione, la manicure normale naturalmente prevede che le unghie stiano a mollo per ammorbidire cuticole, pellicine e le unghie stesse, ma nella ricostruzione l’unghia bagnata può compromettere l’adesione del gel.

2. Opacizzazione

È essenziale opacizzare l’unghia durante la preparazione.

Questo passaggio serve ad eliminare la patina di unto sopra l’unghia, permettendo al gel di aderire meglio.

Se si ha paura di rovinare l’unghia non bisogna utilizzare lime troppo aggressive, ma sempre con un grit di 180/200.

Su un’unghia troppo sottile il gel non aderisce.

(Foto: OnyxNail)
(Foto: OnyxNail)

3. Attenzione ai movimenti

Attenti a non toccare le cuticole durante la stesura del gel.

In questo caso la vostra ricostruzione inizierà a sollevarsi dai lati in pochissimo tempo poichè l’unto della pelle causa il distaccamento del gel.

Fate molta attenzione durante questo passaggio e lasciate sempre un margine di almeno due millimetri di distanza dalle cuticole.

4. Quantità è qualità

La quantità del prodotto utilizzato sull’unghia è fondamentale e deve essere proporzionata alla grandezza del letto ungueale e al tipo di lavoro che si vuole effettuare con il gel.

Questo errore è molto facile da individuare perché il gel tende a rovinarsi e ad avere piccole screpolature in superficie.

(Foto: OnyxNail)
(Fonte immagine: OnyxNail)

5. L’importanza della Curva C

La curva C deve essere effettuata in modo corretto altrimenti si può compromettere il sollevamento del gel e la ricostruzione può risultare molto fragile.

La curva C è utile per conferire maggiore resistenza all’unghia.

6. Esperienza

E poi sì, può essere banale ma mai scontato, se ci si affida a chi non ha abbastanza esperienza la ricostruzione gel potrebbe creare diversi problemi.

Fate attenzione a chi si improvvisa estetista!

Prima di tutto c’è pericolo che possa causare delle infezioni nel momento della rimozione delle cuticole o del gel stesso e ovviamente anche l’effetto visivo non sarà sicuramente dei migliori.

È vero anche che tutti devono imparare, ma se volete cimentarvi nel fare da “cavia” assicuratevi la sterilizzazione di ogni prodotto prima della vostra seduta personale.

Inoltre, se siete voi a voler imparare, per poter ottenere un risultato migliore,  aiutatevi con il primer che vi aiuta e far aderire meglio il gel alle unghie.

 

Fonte immagine: OnyxNail.it