diredonna network
logo
Stai leggendo: Questa Donna Trasforma Il Suo Volto Con Photoshop In 22 Paesi Diversi

Tutti dovrebbero leggere il messaggio di questa mamma che prova il costume con la figlia

Scusa ma, il tuo tatuaggio e il tuo trucco sono vegani?

8 prodotti beauty assurdi da provare

Ecco il migliore trucco per asciugare i nostri pennelli make-up

Questo sarà il vostro nuovo segreto di bellezza e non riuscirete a smettere di usarlo

La "prova del capezzolo" e altri 3 consigli per scegliere il rossetto nude giusto per te

Cerchietto per capelli: da accessorio per bambine a dettagli sexy chic

Come i beauty blogger stanno usando la cover del telefono per truccarsi

5 esercizi per rassodare l'interno coscia flaccido

Unghie finte, extension, ciglia finte: occhio ai rischi molto poco beauty

Questa Donna Trasforma Il Suo Volto Con Photoshop In 22 Paesi Diversi

"Before&After" è uno dei progetti fotografici più interessanti degli ultimi anni. Ecco come cambia il volto di una donna da Paese a Paese. Volete scoprire con noi cos'è bello per il resto del Mondo?
(Foto: Web)
(Foto: Web)

Un progetto strabiliante, che parla di bellezza nel mondo, ma lo fa sganciandosi da falsi stereotipi. Esther Honig, giovane giornalista freelance di Kansas City, ha deciso di inviare una fotografia al naturale di se stessa ad oltre 40 grafici, appassionati di ritocchi di photoshop, provenienti da tutto il mondo.

La proposta è stata uguale per tutti: “rendimi bellissima!” Con questa iniziativa Esther ha voluto analizzare le differenze dello standard di bellezza tra le diverse culture del mondo, e a mio avviso, ci è riuscita alla grande.

Una gallery intitolata dalla stessa giornalista “Before&After”.

L’idea è nata un giorno mentre Esther stava lavorando in una piccola startup: il suo capo le mostrò un sito internazionale freelance dove chiunque poteva noleggiare liberi professionisti da tutto il mondo, per le proprie attività.

Esther ha così selezionato tutti quelli che si dimostravano intenditori di Photoshop e ha subito pensato che ognuno di loro potesse avere un diverso canone estetico, in base alla propria cultura.

La giornalista ha lavorato con oltre 25 liberi professionisti di paesi diversi, per testare i loro diversi gusti.

“Vedendo alcuni lavori per la prima volta sono rimasta sotto shock … Alcune volte mi sono emozionata, per esempio con la fotografia proveniente dal Marocco… era molto più pura di quanto potessi immaginare!”

Un’interessante punto di partenza per una discussione globale sugli standard di bellezza.

“Quello che ho imparato dal progetto è questo: Photoshop [può] permetterci di raggiungere i nostri standard introvabili di bellezza, ma quando confrontiamo tali norme su scala globale, raggiungere l’ideale resta ancora più utopico.”

1. Argentina

(foto: Web)
(foto: Web)

2. Australia

(foto: Web)
(foto: Web)

3. Bangladesh

(foto: Web)
(foto: Web)

4. Cile

(foto: Web)
(foto: Web)

5. Germania

(foto: Web)
(foto: Web)

6. Grecia

(foto: Web)
(foto: Web)

7. India

(foto: Web)
(foto: Web)

8. Indonesia

(foto: Web)
(foto: Web)

9. Israele

(foto: Web)
(foto: Web)

10. Italia

(foto: Web)
(foto: Web)

11. Kenya

(foto: Web)
(foto: Web)

12. Marocco

(foto: Web)
(foto: Web)

13. Pakistan

(foto: Web)
(foto: Web)

14. Filippine

(foto: Web)
(foto: Web)

15. Romania

(foto: Web)
(foto: Web)

16. Serbia

(foto: Web)
(foto: Web)

17. Sri Lanka

(foto: Web)
(foto: Web)

18. U.K.

(foto: Web)
(foto: Web)

19. Ucraina

(foto: Web)
(foto: Web)

20. USA

Come cambia lo standard di bellezza nel mondo
(foto: Web)

21. Vietnam

(foto: Web)
(foto: Web)

22. Venezuela

(foto: Web)
(foto: Web)