diredonna network
logo
Stai leggendo: 7 Rimedi Per Eliminare Quelle Fastidiose Macchie Scure Dal Viso

Chirurgia estetica: quanto costa rifarsi? Ecco tutti i prezzi... da evitare il low cost

Perché le donne non si misurano da un gioiello per le cosce

Olio per capelli: tipologie e usi

Inci prodotti: perché è così importante

Trattamento alla cheratina: di cosa si tratta?

Peli sul seno: cause e rimedi

Ombrè: le sfumature che stanno bene a tutte!

Carbossiterapia: cos'è e come funziona

Crema antirughe: come funziona e quali sono le migliori

Coda di cavallo: qualche idea da copiare

7 Rimedi Per Eliminare Quelle Fastidiose Macchie Scure Dal Viso

Vi siete svegliate al mattino e siete rimaste inorridite da macchie scure sulla pelle che non avevate mai visto prima? Niente paura, sono piccole imperfezioni che possono comparire sul viso, sulle mani e sul décolleté ma che con i metodi giusti possiamo schiarire, cancellare o camuffare!
(foto: web)

Quante volte guardandoci allo specchio abbiamo trovato inestetismi fino ad allora inesistenti? Tante. E quante altre ce ne saranno? Tante. Non c’è da stupirsi, siamo donne e questo è il nostro destino.

Oggi parliamo di uno tra gli inestismi più diffusi: la comparsa di macchie scure sulla pelle!

Di che cosa si tratta? Di un’iperpigmentazione dell’epidermide, anche detta discromia o dermatologicamente melasma.

Molto spesso sinonimo di cattiva salute ed invecchiamento.  Vi sveliamo l’arcano, non sono solo questi i fattori di comparsa!

Questo problema, difficile da risolvere, può manifestarsi anche sulla pelle di giovani donne in seguito a cure ormonali, assunzione di farmaci foto-sensibilizzanti impiegati per la cura di acne o anche causa di un’esposizione solare eccessiva e senza la dovuta protezione.

Non bisogna dimenticare che le macchie rappresentano generalmente una risposta ad uno stimolo infiammatorio acuto o cronico che si è verificato in passato!

Su come toglierle o eliminarle c’è una vasta letteratura, sappiate però che difficilmente scompaiono spontaneamente.

Esistono sul mercato tantissimi prodotti ma non tutti e, soprattutto, non sempre sono efficaci. È altrettanto frequente, dopo averli acquistati, ritrovarsi nuovamente davanti al problema e scoprire che non si è risolto affatto. Da cosa dipende?

La maggior parte dei prodotti non funziona in virtù dei suoi principi attivi, della sua formulazione cosmetica, della modalità di applicazione o più semplicemente perché non adatti al singolo soggetto. Molto dipende dalla terapia nel suo complesso, non tutto va bene per tutti!

Ricordate che molte delle aziende che si occupano di cosmesi, per risparmiare, utilizzano per i loro prodotti, composti chimici ed ingredienti di scarsa qualità, dunque non sicuri per la nostra pelle.

Per ridurre le fastidiose macchie, occorre far ricorso a metodi ad azione schiarente, rimedi naturali e prodotti farmaceutici, i quali agiscono arrestando la produzione di melanina da parte del nostro corpo o rendendo più veloce il riciclo cellulare cutaneo.

Al primo posto ricordate due paroline magiche: costanza e pazienza! Con l’ausilio di trattamenti soft si evitano errori e si possono curare le macchie più efficacemente. Vediamo come!

(foto: weheartit.com)

1. Vitamina C

Gli acidi presenti nella frutta possono venirci in soccorso! Grazie alla sua azione antiossidante questa vitamina è in grado di inibire la produzione eccessiva di melanina.

Maggiormente noti per il loro potere esfoliante, gli acidi della frutta favoriscono il ripristino cellulare, ma per un’azione altamente efficace devono essere impiegati costantemente: tutti i giorni, due volte al giorno.

Per eliminare lo strato della pelle più superficiale, e senza causare danni, possiamo preparare delle semplici maschere a base di succo di limone, arancia, lime o pompelmo.

  • Maschera limone e miele: mescolate il succo di mezzo limone con due cucchiai di miele, applicate sulle macchie e lasciate in posa per circa 30 minuti. Trascorso il tempo indicato, risciacquate con cura.
  • Maschera schiarente limone e crusca: filtrate il succo di un limone e unitevi 1 cucchiaio abbondante di crusca di riso. Applicate la maschera direttamente sulla macchia e lasciate agire per 10 minuti, quindi lavate con acqua tiepida.
  • Scrub limone e latte: unite ad un cucchiaio d’acqua, uno di latte in polvere e il succo di un agrume a scelta, fino a creare un composto cremoso. Applicatelo sulla zona da trattare, massaggiate e risciacquate.
(foto: web)

2. Vitamina E

Anche questa vitamina favorisce la rigenerazione della pelle! Le sue proprietà riparano le cellule danneggiate e rinforzano la nascita delle nuove. Possiamo amplificare i suoi effetti applicandola, sottoforma di olio puro direttamente sulle macchie; come trattamento topico, se impiegato quotidianamente, le macchie si sbiadiranno.

In alternativa potremmo ritrovarla negli alimenti. Aggiungendo nella nostra dieta, quegli alimenti che la contengono, come: mandorle, nocciole, noci, semi di girasole, pinoli, arachidi, cereali, olio di germe di grano e d’oliva, asparagi, basilico, salvia, timo, pesce, carote e albicocche essiccate, potremo sfruttare al meglio i suoi benefici.

  • Maschera alla carota: frullate una carota, aggiungete un cucchiaio d’olio d’oliva e due cucchiai di yogurt. Mescolate il composto e applicatelo quotidianamente per 15 minuti. Giorno dopo giorno le macchie scompariranno.

(foto: weheartit.com)

3. Papaya

Ricca sia di Vitamina E che di Vitamina C, la papaya contiene un enzima chiamato “papaina”, ottimo per esfoliare la pelle, dunque ottimo contro le macchie scure.

Questo enzima si ritrova in quantità maggiori, quando il frutto è ancora verde, ma possiamo ugualmente trovarlo in un frutto maturo.

Possiamo impiegare sia il frutto intero tagliandolo a fette e mettendolo in posa, per 20-30 minuti, sulle macchie da eliminare; sia preparando una maschera ottenuta frullando e riducendo in morbida crema il frutto stesso.

Applicando due volte al giorno otterremo risultati migliori.

(foto: weheartit.com)

4. Aloe Vera

La pianta dell’aloe vera è nota per i suoi numerosi effetti benefici.

Ottimo idratante, lenitivo e ed eccellente nel trattamento degli eritemi solari; ricordate il suo impiego soprattutto in questa stagione, siamo soggetti più spesso a tale irritazione!

L’aloe può aiutare a sbiadire le macchie della cute, se dalla sua pianta preleviamo direttamente la polpa e la applichiamo sulle zone inscurite.

In commercio vi sono tantissimi prodotti, sottoforma di creme o gel, ma funziona molto meglio se utilizzata pura. Occhio a cercare prodotti che contengano aloe vera al 100 per cento.

(foto: web)

5. Esfoliazione a Base di Acidi

L’esfoliazione è il processo mediante il quale rigeneriamo la cute, riportando in superficie pelle nuova.

Per accelerare il ricambio di cheratinociti, ovvero di quello strato di epidermide in cui si è accumulato il pigmento, evitiamo l’impiego di trattamenti a base di agenti chimici, poiché più aggressivi e molto spesso dannosi.

Attenzione a non applicare grandi quantità di crema, con la speranza che faccia effetto in tempi più brevi: il rischio sarà quello di una dermatite irritativa che ci costringerà ad interrompere la terapia antimacchia e a perdere ulteriore tempo.

Proviamo i trattamenti a base di:

  • Alfa-idrossiacidi: i quali includono acido glicolico, mandelico, citrico e lattico. Questio acidi derivano da prodotti alimentari, esfoliano la pelle e sono molto delicati per chi ha la pelle particolarmente sensibile. Essi si trovano sotto forma di creme, lozioni, sieri e maschere a strappo.
  • Beta-idrossiacido: meglio noto come acido salicilico. Comune nei farmaci che curano problemi epidermici, se utilizzato in dosi ad elevata concentrazione può sbiadire le macchie.
  • Acido retinoico: detto anche tretinoina o Retin-A. Quest’acido ricco di Vitamina A è disponibile in creme o gel ed è impiegato per trattamenti topici.
(foto: web)

6. Peeling

Se i trattamenti naturali e i rimedi fai da te non rimuovono le macchie a sufficienza, possiamo ricorrere al peeling chimico.

Questo metodo rimuove letteralmente gli strati della pelle che si trovano in superficie e la sua intensità varia a seconda dell’estensione delle macchie.

  • Il peeling leggero: è considerato il più efficace contro piccole macchie della pelle.
  • Il peeling di medio: è raccomandato in caso di macchie di origine solare. Esso va ripetuto all’incirca ogni due settimane, fino a quando le macchie non sbiadiscono a sufficienza. Non è consigliabile a gente di carnagione troppo scura, in quanto potrebbe verificarsi l’iperpigmentazione dopo la guarigione.
  • Il peeling profondo: contiene acido carbolico ed è estremamente potente. Esso viene eseguito sotto anestesia e potrebbero volerci molti mesi prima che la pelle guarisca definitivamente.

(foto: web)

7. Laser

Gli interventi laser possono sembrare rischiosi ma se svolti in maniera corretta possono ridare vita alla nostra pelle.

Anche le macchie più piccole possono essere rimosse con questa tipologia di trattamento non invasivo e non dannoso alla salute.

Esso permette di eliminare gli inscurimenti cutanei tramite l’azione discreta di un fascio di luce indirizzato con precisione verso la macchia scura.

Questo, tramite il calore, causa la distruzione delle cellule indesiderate senza intaccare le cellule sane.

Non necessita di alcuna anestesia e i pazienti sottoposti al trattamento non subiscono alcun dolore, se non un semplice rossore o gonfiore che scompare dopo alcune ore.

Gli effetti saranno visibili entro 2-3 settimane e non vi sarà alcun tipo di decolorazione antiestetica della pelle.