diredonna network
logo
Stai leggendo: Perché Johanna, la compagna di Fabio Volo, ama i suoi “tatuaggi gratis”

Fanghi anticellulite: sono davvero efficaci?

Dermaroller: gli aghi sulla pelle funzionano?

5 trucchi per chiudere i pori della pelle o renderli meno visibili

Se hai amato le Polly Pocket amerai anche queste trousse

Cicatrici: come eliminarle e tutto quello che c'è da sapere

Questi pennelli trucco unicorno cambiano colore quando li usi

Spazzola lisciante: le migliori e come sceglierle

7 tipi di naso per 7 tipi di personalità: qual è la tua?

Le proprietà del retinolo (e le sue controindicazioni)

Shampoo antigiallo: come usarlo e perché funziona

Perché Johanna, la compagna di Fabio Volo, ama i suoi "tatuaggi gratis"

"Amo i miei tatuaggi gratis". La compagna di Fabio Volo, Johanna, e quel messaggio positivo su Instagram per tutte le donne troppo autocritiche con se stesse.

Spesso le donne tendono a essere decisamente troppo severe riguardo il proprio aspetto fisico, e si sottopongono a un’autocritica fin  troppo feroce attribuendosi presunti difetti anche laddove questi non esistono, o sono minimi. Soprattutto – ed è forse l’errore più grossolano e ingenuo, ma al tempo stesso il peggiore – cercano continui paragoni rispetto a canoni estetici che sono stereotipati e modificati ad hoc proprio perché hanno lo scopo di risultare perfetti, come nel caso delle immagini di moda. È facile vedere la propria autostima in crollo se si confronta il proprio aspetto, del tutto normale, con quello delle cover girl, sui cui corpi non compare il minimo accenno di cellulite o la più piccola imperfezione. Ma quelle immagini non sono reali, e a testimoniarcelo sono state in primis proprio loro, le modelle che sui giornali e sui social appaiono statuarie e divine.

Nessuna, di fronte alla spietata prova dello specchio che sembra mettere in risalto solo ciò che si vorrebbe nascondere, tiene mai presente che alcuni dei cosiddetti “difetti” che ci attribuiamo hanno una causa fisiologica, come appunto la cellulite: è ormai superata l’idea che le donne magre non ne abbiano e che compaia solo su corporature più generose,  la pelle a buccia d’arancia può colpire tutti i tipi di fisicità, perciò anche le modelle non ne sono immuni. E non si vergognano a farcelo sapere.

Per non parlare poi delle  smagliature, quelle piccole “crepe” della pelle che compaiono quando il nostro corpo è sottoposto a cambiamenti importanti, come un dimagrimento, un aumento di peso… oppure una gravidanza.

Già, essere incinta è senz’altro il momento che, più di ogni altra cosa, sconvolge il nostro corpo, che si stravolge e cambia anche dopo il parto, ma le “conseguenze” lasciate dall’arrivo di un bambino sul nostro aspetto fisico non sono solo del tutto naturali, ma sono anche la testimonianza di una magia, quella della nascita appunto, di cui solo le donne sono capaci. Perciò le smagliature lasciate in dono dopo i 9 mesi non sono niente di cui vergognarsi, né di cui non andare fiera. E per fortuna molte donne sembrano finalmente averlo capito, come Johanna Maggy Hauksdottir, la compagna dell’attore e scrittore Fabio Volo, madre di due bambini, che ha recentemente pubblicato uno scatto significativo sul suo profilo Instagram.

Ho dato due vite – scrive la bella islandese nella didascalia che accompagna il post – e ho ricevuto un tatuaggio in omaggio.

Naturalmente, il riferimento è alle (poche) smagliature che campeggiano sulla sua coscia, ricordo delle due gravidanze che hanno portato alla nascita di Sebastian, nel 2013,  e di Gabriel, nel 2015. Un bel messaggio per tutte le mamme, quello dell’istruttrice di pilates che sta al fianco di Volo dal 2011, soprattutto perché a mandarlo è proprio una che del benessere e della cura del proprio corpo ha fatto una professione. Johanna sembra voler dire “Perché preoccuparsi delle smagliature e non considerarle, invece, come i tatuaggi più belli e importanti del nostro corpo?”

Lei, come si può ben vedere, ha imparato ad apprezzarli e ad amarli,  e ha smesso di considerarli come difetti, ma solo come doni preziosi che le ricorderanno, per sempre, dei due momenti più importanti della sua vita.