diredonna network
logo
Stai leggendo: Fondotinta: come scegliere quello giusto?

Paraffina liquida, una sostanza da evitare?

Pennelli trucco: unicorno o rosa de La Bella e la Besta?

Treccia olandese: come realizzarla

Le proprietà e gli utilizzi del sapone di Marsiglia

Fascia per capelli: l'accessorio tornato di moda

Capelli rasati da un lato per un look femminile e grintoso

Queste bombe da bagno Starbucks esistono e noi le vogliamo!

Come togliere lo smalto semipermanente con e senza acetone

Ciuffo laterale: l'alleato perfetto per tutti i tagli

Capelli VS Condizioni meteo: tre soluzioni per sconfiggere il tempo

Fondotinta: come scegliere quello giusto?

Come scegliere il fondotinta adatto a noi? La scelta non è semplice, bisogna tener conto di vari fattori quali ad esempio, in primo luogo, la tonalità dell'incarnato, la tipologia di pelle e la copertura che si vuole ottenere. Il colore da scegliere dev'essere più vicino possibile a quello dell'incarnato, in modo da ottenere un risultato naturale.


Per una pelle grassa è indicato un prodotto oil-free; per pelli mature un prodotto ricco di sostanze emollienti; mentre pelli secche necessitano di fondotinta cremoso.

Entriamo nel vivo della scelta, analizzando le varie tipologie esistenti sul mercato.

Fondotinta idrosolubile o liposolubile?

In commercio è possibile scegliere tra fondotinta liposolubili ed idrosolubili.

  • liposolubili sono composti da sostanze coloranti unite a grassi ed olio. Sono resistenti al sudore e all’acqua e si trovano in genere in stick. A contatto con la pelle si fluidificano e ciò ne permette una stesura più agevole. Dopo averlo steso però, non dimenticate mai di usare la cipria per fissare ed opacizzare il fondotinta, assorbendone la parte grassa.
  • Gli idrosolubili invece sono in genere fluidi o cremosi, a seconda della percentuale d’acqua che contengono. Anche questo tipo di fondotinta va fissato con un prodotto in polvere.

Fondotinta cremoso, fluido o compatto?

La scelta tra fondotinta fluido, cremoso o compatto va effettuata in base al tipo di pelle (grassanormalemista o secca) ed in base al risultato che vogliamo ottenere.

  • Un fondotinta fluido non ha un grande effetto coprente ed è più adatto ad essere usato nella stagione estiva e su pelli normali.
  • Un fondotinta cremoso è consigliabile per le pelli secche. Quest’ultimo ha un effetto coprente abbastanza alto.
  • Un fondotinta in stick invece è da evitare se si ha la pelle secca, perché tende ad evidenziarlo ancora di più. È compatto ed è resistente al sudore.
  • Un fondotinta compatto in polvere è simile alla cipria compatta in polvere, però è idrosolubile. È adatto a chi ha una pelle grassa o con pori dilatati, perché dona un effetto opaco.
  • Chi vuole solo dare un poco di colore al viso, può anche scegliere di usare una crema colorata, che mantiene la pelle del viso idratata e colorata allo stesso tempo.

Che tempo fa?

La scelta del fondotinta è condizionata anche dalle stagioni, infatti in inverno è consigliabile usare un fondotinta coprente che protegga dagli agenti atmosferici; mentre nei mesi caldi bisogna logicamente optare per fondotinta oil-free, perché col caldo la pelle produce tanto sebo.

Ricordate che il fondotinta non è solo un cosmetico, è un vero e proprio trattamento per cui va scelto in maniera accurata il prodotto più adatto alla vostra pelle.