diredonna network
logo
Stai leggendo: Fiori di Bach per un’ottima pulizia del viso.

Capelli VS Condizioni meteo: tre soluzioni per sconfiggere il tempo

Treccia olandese: come realizzarla

Le proprietà e gli utilizzi del sapone di Marsiglia

Fascia per capelli: l'accessorio tornato di moda

Capelli rasati da un lato per un look femminile e grintoso

Paraffina liquida, una sostanza da evitare?

Queste bombe da bagno Starbucks esistono e noi le vogliamo!

Come togliere lo smalto semipermanente con e senza acetone

Pennelli trucco: unicorno o rosa de La Bella e la Besta?

Ciuffo laterale: l'alleato perfetto per tutti i tagli

Fiori di Bach per un'ottima pulizia del viso.

Fiori di Bach: ecco come ottimizzare le loro proprietà per la pulizia del viso.

Parliamo di pelle grassa, quella ricca di brufoli, comedoni e inestetismi cutanei apparentemente senza soluzione. Innanzi tutto ricordiamoci che, a fine serata, prima di andare a dormire, è importante la detersione del viso, anche se non ci siamo truccate, proprio per liberare la pelle da tutte le tossine accumulate durante la giornata. 

Versiamo in una ciotola un cucchiaio di latte detergente e qualche goccia (max 2-3) di Agrimony ed emulsioniamo il tutto.

Ora passiamo sul viso la cremina che abbiamo preparato, massaggiando bene con i polpastrelli soprattutto nella zona  “T”  che come sapete comprende mento, naso e fronte. Se abbiamo affrontato una giornata particolarmente “inquinante” possiamo aiutarci con un piccolo spazzolino (tipo quelli da denti per bambini, molto, molto soft) che utilizzeremo con un movimento circolare.

Lasciamo agire il tutto per qualche minuto, dopodichè sciacquiamo abbondantemente con acqua preferibilmente demineralizzata.

Agrimony , definito la “maschera” dei fiori di Bach, oltre a rappresentare ciò che viene mostrato “fuori”, si associa alle dipendenze (alcool, fumo, cibo, droghe, etc. etc.) che andrebbero pulite via  sia nel fisico che nella mente! Ore che il viso è pulito asciughiamo ((tamponando e non strofinando) con un panno pulito e nebulizziamo un tonico delicato o con acqua di rose. E’ utile procurarsi un contenitore proprio per questa azione , in quanto permette di non eccedere nel prodotto e di percepire molto prima la sensazioni di freschezza sul viso. Aspettiamo un po’ l’evaporazione  ed eventualmente tamponiamo l’eccesso (non deve colare!!!) e prepariamo la nostra crema per la notte che sia corposa, ma non grassa, mettiamone la quantità di un cucchiaino nel palmo della mano e aggiungiamo 3 gocce di Crab Apple.

Procediamo quindi a massaggiare il tutto sul viso e sul collo ricordando che la quantità giusta di prodotto è legata alle singole esigenze della pelle e dell’individuo!

Se la pelle rimane troppo unta, soprattutto in caso di pelle grassa, la quantità è troppa!

L’aggiunta di Crab Apple, permette una pulizia del viso più profonda, infatti questo fiore è considerato l’antibiotico ed è fortemente purificante: è indicato infatti per le emozioni che ci procurano sensi di colpa e che lasciano delle “macchie” o dei segni di cui non riusciamo a liberarci.