diredonna network
logo
Stai leggendo: Fard make-up: scopri il colore adatto alla tua pelle

Criolipolisi: "congelare" il grasso per eliminarlo

Pina Bausch, il corpo martoriato della "suora" che danzava

Helen Mirren: "Non sposatevi presto" e "Amate le vostre rughe"

Shampoo fai da te: 6 ricette naturali da fare in casa

Come si realizza uno chignon intrecciato in 5 facili step

Perché una donna non deve MAI usare un rasoio da uomo

Ultherapy, pronte a farvi un lifting senza chirurgia?

Perché Johanna, la compagna di Fabio Volo, ama i suoi "tatuaggi gratis"

Microdermoabrasione, la pratica di "ferirsi" la pelle per renderla perfetta

Fard make-up: scopri il colore adatto alla tua pelle

Scegliere il colore adatto alla propriq pelle è un’arte, così come farlo in maniera elegante e mai scontata. Parliamo di fard, un trucco che non solo ci rende sexy, ma usando i colori giusti in base al nostro tipo di pelle ed alla forma del viso può rendere il nostro make-up davvero impeccabile.

Spesso il fard non viene considerato come dovrebbe e viene messo in ombra da molte di noi che preferiscono puntare sugli occhi e sulle labbra.

Poche, infatti, sanno quali affascinanti effetti si possano ottenere applicando il colore giusto su guance o zigomi.

Questo discreto tocco di colore ha anche il potere di sostituire il fondotinta e la cipria.

Da solo o con un make-up più elaborato, il fard illumina la pelle: di giorno più delicato, di notte più originale e seducente.

La scelta del colore del fard non è semplice.

Di giorno sono consigliate tonalità più discrete, mentre di sera le guance possono essere maggiormente evidenziate.

Potete anche intensificare la tonalità utilizzata durante il giorno oppure provarne una anche più intensa, semmai brillante.

Qual è la tonalità giusta per voi? Ecco un pratico vademecum:

  • Pelle di porcellana, molto chiara e rosata: fard rosa chiaro o albicocca: molto femminile.
  • Pelle con abbronzatura dorata: tonalità rosate, da oro a marrone scuro.
  • Pelle olivastra: colori intensi come prugna o rosa scuro.
  • Pelle con abbronzatura intensa: corallo o bronzo di giorno, rosso scuro di sera.

Ma come va applicato? Non è così difficile come possa sembrare.

Provate a sorridere! Osservate come si alzano le guance, posizionate un dito sul loro punto più alto e poi rilassate il viso.

È da qui che si comincia.

Applicate un po’ di far e distribuitelo con movimenti circolari utilizzando un grande pennello arrotondato. State attente a non “colorare” le rughe intorno agli occhi. Il rischio, infatti, è quello di sottolinearle ancora più.

Avete esagerato? Nessun problema.

Per riparare al “danno” è sufficiente rimuovere il fard in eccesso con un piumino pulito.

Un prezioso consiglio è quello di non mischiare le texture. O usate un fard in crema oppure uno in polvere senza mescolare le due cose.

In caso contrario si formano dei grumi sgradevoli che è meglio evitare.

L’ideale, comunque, è un fard in polvere dal colore discreto e delicato, specialmente per le principianti: si stende facilmente e si può usare con quasi tutti i tipi di pelle. Il fard in crema, invece, è più adatto alle pelli secche.

Come già anticipato, il fard disegna i contorni e valorizza il viso.

Se il viso è largo e rotondo, ad esempio, il fard va messo sui lati della fronte, direttamente sull’attaccatura dei capelli.

Più il viso è largo, più il fard va applicato inclinato e va sfumato verso gli angoli della bocca e la linea del mento.

Nel caso di viso allungato, il fard va applicato quasi orizzontalmente sotto gli zigomi, così che il viso appaia più corto.

Un altro consiglio utile è sapere che il fard lungo le ali del naso fa apparire più sottile un naso largo, mentre un po’ di fard sotto la punta lo fa apparire più corto.