diredonna network
logo
Stai leggendo: Come Usare Correttamente Il Phon Ed Evitare Di Rovinare I Capelli

Come Usare Correttamente Il Phon Ed Evitare Di Rovinare I Capelli

Sei abituata ad usare il phon, ma i tuoi capelli non sono mai come appena uscita dal parrucchiere? Scopri cosa sbagli, bastano pochi segreti per avere un'acconciatura davvero perfetta, anche a casa!
Fonte: Weheartit
(Foto: Weheartit)

Tutte sappiamo che il miglior modo per asciugare i capelli è all’aria aperta, senza alcuno strumento che li possa danneggiare.

Non sempre però è possibile farlo: sempre più spesso, per questioni di tempo a disposizione o di praticità, preferiamo utilizzare il phon.

Come consigliano tanti parrucchieri è bene utilizzare con accortezza questo strumento, che rischia di danneggiare a lungo andare sia la cute che i capelli stessi.

In generale, meglio usarlo al massimo 3 volte alla settimana, ed evitare il suo utilizzo dopo tinture o trattamenti che seccano il capello come permanenti e simili.

Vediamo quindi come fare ad evitare gli errori più comuni con il phon ed avere una chioma bellissima!

1. L’importanza di tamponare

Fonte: Weheartit
(Foto: Weheartit)

Regola n. 1: mai usare il phon sui capelli completamente zuppi di acqua, sarebbe letteralmente come farli cuocere in padella!

Dopo aver lavato i tuoi capelli e applicato i trattamenti adatti a te, districali piano con le dita e tamponali delicatamente con un asciugamano, stando però bene attenta a non strofinarli con forza: potresti spezzarli.

Il modo migliore per farlo è avvolgere i capelli in un panno morbido ed attendere alcuni minuti che l’acqua in eccesso venga assorbita, ma se non puoi farlo a causa dei capelli corti limitati a tamponarli con cura.

2. Gli strumenti giusti

Fonte: Weheartit

Dividi piano i capelli in ciocche più piccole, che saranno più semplici da asciugare. Puoi aiutarti in questa operazione con i becchi o con le mollette.

Assicurati prima di iniziare l’asciugatura di avere però gli strumenti giusti: innanzitutto il phon.

Fondamentale che abbia il beccuccio e il diffusore, oltre al filtro per evitare l’infiltrazione della polvere nella parte posteriore.

Esistono molti tipi di asciugacapelli (agli ioni, in ceramica, classico) ma principalmente l’importante è che sia un prodotto a norma, quindi sicuro, meglio se della potenza di almeno 1600 watt.

Anche le spazzole o i pettini che userai devono essere adatti allo styling, avere denti larghi e setole morbide, meglio se naturali, ma soprattutto devono essere lavate e pulite spesso.

Evita quelle in plastica: sono la principale causa dei capelli elettrici, specialmente nelle giornate ventose.

3. Chi ben comincia…

Fonte: Weheartit
(Foto: Weheartit)

Inizia l’asciugatura a testa in giù, per aiutare a dare volume alla capigliatura se ne hai bisogno, in particolare se hai i capelli ricci, ma anche per asciugare la nuca, che spesso viene lasciata umida.

Durante tutto il processo di asciugatura è fondamentale tenere la temperatura bassa, quindi non esagerare con il calore per non spezzare i fusti: la temperatura media è spesso più che sufficiente per ottenere un risultato perfetto.

Ricorda anche di tenere il phon lontano almeno una spanna dal cuoio capelluto, per non irritarlo troppo, e di muoverlo costantemente, proprio come fa il parrucchiere.

Usa il più possibile le mani per dare forma alla tua acconciatura, intervenendo soltanto quando necessario con le spazzole.

4. Uno styling perfetto

Fonte: Weheartit
(Foto: Weheartit)

Dopo la prima fase, puoi continuare ad usare il phon dalle radici alle punte, senza cambiare di nuovo direzione, ciocca per ciocca.

Questa semplice accortezza evita l’effetto crespo e l’insorgere delle doppie punte.

Se desideri un’acconciatura liscia, l’ideale è utilizzare il phon con il beccuccio e dirigere il getto verso il basso.

Puoi aiutarti con una spazzola tonda, meglio se di crine naturale e mai in metallo per non danneggiare i capelli, avvolgendo le ciocche e tirandole lentamente verso le spalle.

Mai appoggiare il beccuccio direttamente a contatto della spazzola, se non vuoi cuocere i capelli!

Se hai i capelli ricci, raccogli i boccoli nel palmo della mano mentre li asciughi, in modo da ricreare l’effetto naturale facilmente, senza crespo.

In questo caso usa il diffusore, stando attenta a non far entrare i capelli nei fori dell’attrezzo e mantenendo la temperatura bassa.

Evita però di usare il diffusore per massaggiare le radici: otterrai solo una nuvola di capelli increspati!

5. Il trucco finale

Fonte: Weheartit

Quando i capelli sono ormai solo leggermente umidi fermati: meglio non asciugarli troppo per evitare di danneggiarli.

Basteranno solo 5 minuti perchè siano completamente asciutti.

Dai un’ultima passata con l’aria fredda: in questo modo aiuterai i fusti a richiudersi, ottenendo capelli più lucenti.

6. Consigli post-asciugatura

Fonte: Weheartit
(Foto: Weheartit)

Ora puoi finalmente pettinarti con la spazzola, perchè i tuoi capelli non rischiano più di spezzarsi.

Se hai problemi di secchezza e doppie punte, stendi poche gocce di siero apposito o di lozione idratante, per dissetare i capelli.

Se preferisci i prodotti naturali opta per olio d’oliva, semi di lino, aloe jojoba o karitè.

7. Fai risaltare tutta la bellezza dei tuoi capelli

Fonte: Weheartit
(Foto: Weheartit)

Contro le doppie punte mescola olio di jojoba, olio di rosmarino e aceto di mele in piccole quantità, lascia agire per 5 minuti e sciacqua.

Per i capelli grassi è utile ogni tanto un trattamento con il sale: bastano due cucchiaini nell’acqua calda dell’ultimo risciacquo (circa 1 litro).

Per tutte è consigliato un trattamento al succo di mela prima dello shampoo: la piega si manterrà più a lungo.

Se hai capelli trattati (colorati o con permanente ad esempio) ogni 2/3 giorni puoi concederti una maschera, da lasciar agire per 15 minuti.

È sconsigliato da tutti i maggiori parrucchieri l’uso costante di piastra e ferro per capelli, ma se proprio non puoi farne a meno, assicurati di avere i capelli totalmente asciutti prima di utilizzarli e di applicare sempre uno spray termoprotettivo.

Anche la messa in piega ne trarrà beneficio, perché i capelli idratati sono capelli sani e belli!