diredonna network
logo
Stai leggendo: Ceretta araba fai da te al caramello

Strisce depilatorie: come utilizzarle e perchè sceglierle

L'epilazione con il Laser Diodo

Ceretta fai da te: come farla a casa con zucchero e limone

Preparare La Pelle Alla Depilazione: Ecco Cosa Fare Prima Della Ceretta

8 Segreti Per Ritardare La Crescita Dei Peli

Gambe Lisce E Perfette Con La Ceretta Allo Zucchero Fai Da Te

Perchè È Meglio Depilarsi Sempre le Sopracciglia Con Il Filo Di Cotone

Come Sbarazzarsi Dei Peli Incarniti Una Volta Per Tutte

Gwyneth Paltrow rilancia gli anni '70: depilarsi è fuori moda

Tecniche di Depilazione: elimina i peli superflui con la tecnologia

Ceretta araba fai da te al caramello

Depilarsi: è possibile farlo economicamente, in totale autonomia e possibilmente senza dolore? Sì, più o meno...grazie alla ceretta araba e alla sua delicatezza (e dolcezza) potrete scoprire un nuovo modo per far sparire quegli antiestetici peletti!
C’è proprio da dirlo che noi donne, pur di rimuovere quegli orripilanti peletti che sbucano ovunque, ci sottoporremmo a qualsiasi tipo di tortura: dalle creme depilatrici alle cerette demoniache, passando per luce pulsata, rasoi e laser senza farci alcun problema (sarà merito del nostro margine di sopportazione del dolore più alto o semplice sadismo?).

Oggi vorrei parlarvi della ceretta araba o, come mi piace di più chiamarla, ceretta al caramello (ma è anche conosciuta come oro di Cleopatra): arriva dall’oriente vi permette di avere gambe e braccia perfettamente lisce, pelle morbida e zero peli incarniti. Senza considerare poi che è meno dolorosa e assolutamente più economica. Certo, serve pazienza e un po’ di tempo da dedicare.

La preparazione è semplice, occorre solo seguire alcune piccole (e semplici) accortezze che vengono ben spiegate in questo video:

[youtube 7TDeXUSyptc]

Per preparare il tutto bastano: 240gr di zucchero e 60gr di succo di limone (servono 2 limoni per produrlo); ci sono anche alcune ricette che consigliano di usare dell’acqua ma io mi sono trovata benissimo con questa versione! Dopo alcuni minuti di ebollizione (circa 12) il liquido da biancastro acquista un colore dorato. Continuando ancora a mescolare, la schiuma si trasforma in bolle e il colore assume una maggiore doratura.

La cera nel raffreddarsi diventa solida e questo permette una lunga conservazione, per riutilizzarla basta scaldarla a bagno maria e in pochi secondi è nuovamente pronta all’uso. È possibile impiegarla in diversi modi: secondo alcuni pareri occorrerebbe fare una pallina che, opportunamente passata sulle zone da trattare, rimuoverebbe i peli; tuttavia io mi sono trovata poco con questo metodo e non ho ottenuto buoni risultati decidendo così di optare per le classiche strisce depilatorie, impiegando il caramello come una qualsiasi cera direttamente sulla pella (facendo estremamente attenzione alla temperatura, onde evitare di ustionarsi!).
Tenete presente inoltre che per funzionare al meglio, questa ceretta, richiede che i peli siano lunghi almeno 5 mm 😉

In ogni caso la lacrimuccia secondo me vi scapperà sempre e comunque, questo metodo non è esente da dolore…ma è molto ridotto e tollerabile, è gradevole da usare e c’è la soddisfazione di aver fatto tutto da sole, senza estetista o prodotti commerciali!

Fatemi sapere se la provate e come la trovate, oppure se la conoscete e la usavate in passato…insomma, raccontate le vostre esperienze di depilazione che son curiosa!!!