diredonna network
logo
Stai leggendo: Brand di moda celebra la fiducia in se stesse: ecco le storie delle “non” modelle

Brand di moda celebra la fiducia in se stesse: ecco le storie delle "non" modelle

Non c'è nulla di più bello della fiducia in se stesse. Ecco l'iniziativa di questo brand di moda e le vincitrici di un concorso che celebra la vera bellezza.
brand di moda celebra la fiducia in se stesse
Fonte: Euphoria Design

Magre, bellissime, perfette: ai tempi di Photoshop e delle modelle taglia 38, la moda propone sempre più canoni di bellezza inarrivabili, come se la taglia, la forma del viso o del seno possa in qualche modo racchiudere l’essenza e l’anima di una persona. Un messaggio deviato e sbagliatissimo che da qualche tempo in molti stanno tentando di combattere. Proprio per questo l’azienda di moda neozelandese Euphoria Designs ha proposto un concorso per trovare nuove modelle che esprimessero una bellezza esteriore che arrivasse non tanto dal rispetto dei canoni, ma dalla fiducia e dall’amore per se stesse.

Il concorso “Confidence is Beautiful”, ha avuto come scopo quello di celebrare le donne provenienti da tutti i ceti sociali con storia diverse di coraggio e fiducia in se stesse. I vincitori del concorso saranno al centro della prossima campagna pubblicitaria per la collezione primavera/estate del marchio. Sono donne che hanno vissuto, e vivono, vite straordinarie e che dimostrano quanto la bellezza sia qualcosa di soggettivo che va al di là di quello che la moda ci impone e soprattutto di una taglia. Scopriamo insieme alcune delle vincitrici e le loro storie.

1.Aneeta Deshpande e la bellezza oltre le cicatrici

Brand di moda celebra la fiducia in se stesse: ecco le storie delle “non” modelle
Fonte: web

Aneeta è sopravvissuta ad un terribile incidente d’auto in cui è rimasta coinvolta quando aveva solo due anni. Da allora ha dovuto convivere con i segni di quella tragedia sul suo viso affrontando tutto con il sorriso e imparando ad amare se stessa.

È stato un viaggio incredibile vivere con un infortunio come il mio. Ora posso dire di aver vinto la battaglia contro la persona che ho sempre pensato di vedere allo specchio

ha spiegato su Facebook dove si è iscritta al concorso.

2.Kari Lindsay-Beale e la voglia di vivere

Brand di moda celebra la fiducia in se stesse: ecco le storie delle “non” modelle
Fonte: web

Dopo aver vinto la sua battaglia contro un cancro al seno, ora la donna, originaria dell’Auckland, dovrà affrontare la sfida più grande, quella contro un tumore terminale alla spina dorsale.

Recentemente ho appreso che il mio tumore al seno, che ho combattuto per sette anni, ha metastatizzato nella mia spina dorsale. Mi è stato diagnosticato un tumore terminale” ha spiegato su Facebook “Fino a quel giorno, ho intenzione di vivere nel modo più completo e meraviglioso possibile. Voglio imparare a stare bene nel mio nuovo corpo”.

3.Rachel Cox e la rinascita

brand di moda celebra la fiducia in se stesse
Fonte: web

Ha combattuto con coraggio un disturbo neurologico molto grave, ma oggi, dopo sei anni di battaglie, la malattia sembra in remissione e lei è tornata a sorridere e a sentirsi bella.

4.Courtney Teague orgogliosa delle sue curve

Brand di moda celebra la fiducia in se stesse: ecco le storie delle “non” modelle
Fonte: web

Contro un mondo della moda che ci impone donne magrissime, Courtney Teague ha scelto di amare il proprio corpo così com’è con tutte le sue curve e le sue morbidezze. Lei si sente felice e sensuale e dagli scatti traspare la sicurezza e la bellezza che solo una donna “vera” può avere.

5.Italia Silao mamma e donna curvy

Brand di moda celebra la fiducia in se stesse: ecco le storie delle “non” modelle
Fonte: web

Dopo tante difficoltà e insicurezze, Italia, residente a Papakura, Auckland, ha imparato ad amare le sue curve, destreggiandosi fra il suo lavoro di madre a tempo pieno e gli studi.

6.Maria Sang-Yum e quella taglia in più tutta da amare

Brand di moda celebra la fiducia in se stesse: ecco le storie delle “non” modelle
Fonte: web

Qualche taglia in più non ha tolto il sorriso e la voglia di sentirsi bella e sensuale a Maria Sang -Yum che, dopo aver lottato per accettare il suo corpo, oggi è una donna sicura di sè e felice di essere così.