diredonna network
logo
Stai leggendo: L’Aromaterapia: una pratica per il benessere di corpo e mente

L'Aromaterapia: una pratica per il benessere di corpo e mente

L'aromaterapia è un trattamento molto facile da effettuare anche a casa che può avere degli effetti benefici sul corpo e sulla mente. Quali sono i suoi principi e, soprattutto, quali sono le proprietà degli oli essenziali più utilizzati?
Aromaterapia
Fonte: web

Siamo sempre alla ricerca di trattamenti o pratiche che possano farci ritrovare il benessere fisico o mentale, perso magari a causa del continuo stress a cui siamo soggetti ogni giorno. Oggi parliamo di aromaterapia, una pratica che (anche se non nella forma in cui la conosciamo noi oggi) ha sempre goduto di una buona reputazione.

L’aromaterapia inizia a prendere realmente piede negli anni ’20, grazie al ritrovato interesse verso tutto ciò che era considerato naturale. Gli effetti che possiamo ottenere grazie a questa terapia sono molteplici: gli oli utilizzati possono infatti essere calmanti, rilassanti o energizzanti, con proprietà digestive e altre ancora.

In sostanza si pensa che alcuni profumi, se inalati, siano in grado di influenzare il cervello in modo tale da fargli rilasciare delle sostanze volte a combattere lo stress e l’affaticamento. Si parla inoltre di aromaterapia sottile quando il trattamento agisce soprattutto a livello mentale, sia inconscio che di spirito.

1. Gli oli essenziali nell’aromaterapia

Oli essenziali aromaterapia
Fonte: web

Gli oli essenziali sono ovviamente il mezzo principale con cui possiamo effettuare l’aromaterapia. Si tratta di sostanze volatili che, per questo, risultano perfette per poter essere inalate. Inoltre possono essere anche assorbiti dalla nostra pelle, quindi spalmabili. L’odore emanato da ogni pianta ha una sua caratteristica particolare e cura una particolare esigenza. Vediamone alcune del dettaglio:

Olio essenziale alla lavanda: estratto dalla famosa pianta dal profumo forte, questa essenza ha proprietà rilassanti in grado di stendere i nervi e calmare la mente. Se applicato su tempie, polsi e nuca è anche in grado di alleviare il mal di testa.

Olio essenziale alla cannella: l’olio estratto da questa spezia viene utilizzato per riequilibrare l’organismo e date le sue proprietà antisettiche, ovvero la capacità di contrastare e inibire lo sviluppo di microrganismi patogeni, è impiegato spesso per combattere le malattie influenzali. Si raccomanda però, quando l’olio è utilizzato direttamente sulla pelle, di diluirlo con altre essenze.

Olio essenziale all’eucalipto: i fumigi di acqua calda e olio di eucalipto sono l’ideale per alleviare i fastidi derivanti dai fenomeni invernali quali il raffreddore. Difatti la proprietà principale dall’essenza estratta da questa pianta è quella di liberare le vie respiratorie e consente quindi al nostro corpo di poter tornare a respirare liberamente.

Olio essenziale al limone: come per l’olio alla cannella, anche l’essenza di questo agrume a noi così comune è molto utile per la cura di vari malanni, in special modo quelli invernali, come l’influenza, il raffreddore e il mal di gola. Occorre però stare attenti a non esporsi al sole dopo aver applicato l’olio sulla pelle, in quanto questa sostanza è fototossica, ovvero diventa dannosa per la salute se esposta ai raggi solari.

Olio essenziale alla noce moscata: questa essenza viene principalmente utilizzata per il beneficio della muscolatura. La noce moscata infatti ha un effetto tonificante sui nostri muscoli ed è inoltre utile anche per risolvere i casi di infiammazione. Essendo questa spezia molto pericolosa in dosi eccessive, è opportuno essere accorti anche con l’olio e non abusarne e utilizzarlo diluito.

2. I diffusori per gli oli essenziali

Diffusori per aromaterapia
Fonte: web

Potete iniziare a diffondere gli oli essenziali, che avete scelto in base al problema che volete risolvere, attraverso diversi diffusori, ovviamente dipende tutto da ciò che preferite. Come primo diffusori vi proponiamo il metodo della nonna: la vaschetta dell’acqua sui termosifoni. Basterà diluire alcune gocce del vostro olio essenziale preferito nell’acqua presente all’interno di questa vaschetta, per ottenere sia il vapore che rende l’aria meno secca sia la vostra aromaterapia fatta in casa.

Oppure potete scegliere i diffusori creati giusto per questo scopo. Questi si dividono in due categorie, quelli più classici e spartani che funzionano grazie all’utilizzo di una candela, o quelli più moderni e tecnologici che necessitano dell’elettricità per funzionare. I primi sono più economici e facili da reperire, ma correte il rischio di surriscaldare troppo gli oli che potrebbero sprigionare delle sostanze tossiche.

Quelli elettrici invece sono i più consigliati e funzionali: questi ultimi, infatti, mantengono gli oli a una temperatura costante e sono perfetti sia per grandi che piccoli ambienti. Inoltre sono sofisticati e caratterizzati da diversi design, perfetti per ogni tipo di ambiente.