diredonna network
logo
Stai leggendo: “A 38 anni le donne sono più belle”: uno studio scientifico svela l’età della massima bellezza

"A 38 anni le donne sono più belle": uno studio scientifico svela l'età della massima bellezza

Chi l'ha detto che giovinezza è sinonimo di bellezza? Uno studio della Boston University School of Medicine ha rivelato che i 38 anni sono la vera età d'oro di una donna.

Diffidate da chi dice che le donne, crescendo, invecchiano e diventano meno attraenti: la scienza dice proprio il contrario. A parlare di questo delicato argomento che accomuna una buona parte della popolazione mondiale è stata la Boston University School of Medicine. Secondo una ricerca conseguita da essa e pubblicata successivamente sul sito d’informazione Jama Dermatology, sembra proprio che l’età d’oro in cui le donne sono nel pieno della loro bellezza e forma fisica sia i 38 anni. Ma come è possibile tutto ciò? Fin dall’inizio dei tempi, diverse civiltà si sono interessate alla bellezza e alla giovinezza: prima fra tutte, l’antica Grecia dove numerose statue e affreschi mostravano giovani uomini e donne nel pieno della loro adolescenza o all’inizio dell’età adulta. Con l’epoca moderna le cose non sembrano cambiate, o meglio, sono cambiati i metodi per apparire più giovani agli occhi delle altre persone: il make up su questo punto ha fatto passi da gigante, basti pensare al nuovo stile contouring reso noto solo da qualche anno, e come dimenticare i sempre più frequenti interventi di bellezza? (Addio rughe e borse sotto gli occhi, benvenute labbra più carnose!). Ma la rivelazione della Boston University School of Medicine mette in discussione tutto ciò: nonostante gli ideali di bellezza siano indicativamente soggettivi in base alla propria cultura, il proprio luogo d’appartenenza e alla propria preferenza personale, esistono in realtà degli standard molto oggettivi sulla questione. Non ci credete?

La ricerca della Boston University ha preso in esame la World’s Most Beautiful List, ovvero la lista delle più belle star al mondo realizzata dal noto magazine People, dell’anno 1990 e 2017, ipotizzando che gli standard di bellezza in tali periodi non siano mai cambiati. Attraverso l’analisi di età, sesso d’appartenenza, razza, colore di capelli, di occhi e tipologia di pelle, questa università degli Stati Uniti ha stilato una media di quale età potesse essere quindi la migliore dal punto di vista della bellezza femminile e il risultato sono i già precedentemente citati 38 anni, o meglio, con più precisione, i 38.9 anni. Una vera e propria scoperta poiché fino a qualche anno prima la media si aggirava intorno ai 33.2 anni, ben 5 anni in meno.

Attraverso l’esame della classifica – la WMB di People (la lista delle più belle celebrità, ndr) – abbiamo scoperto che gli standard di bellezza si evolvono. Nel momento in cui le persone imparano come reagire agli effetti dell’esposizione mediatica delle nuove culture e dei nuovi canoni estetici, le cose cambiano.

Si legge nello studio postato sul sito d’informazione Jama Dermatology. La colpa è quindi delle varie culture estere che in questi ultimi 17 anni si sono avvicinate alla nostra. Galeotto fu il 1979, quindi, ma perché proprio questo anno? A dirlo è sempre la ricerca, in cui viene spiegato come numerose star al giorno d’oggi mature continuino comunque a dominare la classifica delle più belle, nonostante l’età e le rughe (in fondo, come non ammetterlo quando si leggono nomi celebri come Julia Roberts, Sharon Stone o Michelle Pfeiffer?). Possiamo quindi ufficialmente dire che “bellezza”, nel 2017, non è più sinonimo di giovinezza… Per lo meno, non sulla carta d’identità.